Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 29 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 282

Discussione: Cronaca dell'Arcidiocesi di Torino anno 2021

  1. #21
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Festa di S. Antonio Abate: S. Messa e benedizione degli animali domestici
    Per la ricorrenza del loro Santo protettore domenica 17 gennaio 2021



    Domenica 17 gennaio 2021, in occasione della solennità di S. Antonio Abate, patrono degli animali domestici, sui sagrati di alcune parrocchie della Diocesi – al termine della S. Messa – si tiene la tradizionale benedizione degli animali.


    Quest’anno gli animali domestici, oltre ad affiancare l’uomo in molte attività agricole, hanno fatto compagnia a tante persone costrette a casa per via della pandemia da covid, perciò per loro si aggiungono un ricordo e una preghiera particolari.


    In particolare sono state segnalate le seguenti proposte:


    • Parrocchia S. Agnese (via Volturno 2) a Torino: S. Messa ore 11 e ore 12 benedizione sul sagrato della chiesa.
    • Parrocchia dei SS. Pietro e Paolo Apostoli a Leinì (Via S. Francesco al Campo 2): S. Messa alle ore 11.15 nella quale saranno presenti il direttivo del comitato di San Antonio di Leinì e il sindaco. In questo caso, per via delle restrizioni per l’emergenza sanitaria, non seguirà la consueta benedizione di animali e mezzi agricoli, ma ci sarà un ricordo speciale nella Messa e nella preghiera.
    • Parrocchia Assunzione di Maria Vergine e S. Michele (p.zza Antica Abbazia 3 – Fr. Casanova, Carmagnola): ore 11 S. Messa e, in conclusione, benedizione di animali, campi, mezzi agricoli e lavoratori.
    • Parrocchia S. Maria di Salsasio (via Novara 102 – B.go Salsasio, Carmagnola): ore 16 sul piazzale della chiesa nuova benedizione di animali, campi, mezzi agricoli e lavoratori.
    • Chiesa di San Bartolomeo apostolo (v.lo Cortassa 2 – Fr. Motta, Carmagnola): S. Messa alle ore 11 con la benedizione dei mezzi agricoli.

    (L’elenco verrà aggiornato man mano che giungono segnalazioni a redazione@diocesi.torino.it)

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  2. #22
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Pastorale giovanile: come orientarsi in questo tempo
    Il discernimento pastorale per gli Oratori



    Nell’attuale fase della pandemia da COVID-19, come orientarsi circa la Pastorale Giovanile e gli Oratori in particolare?


    Il quadro normativo di fondo.
    Com’è noto, l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia, attraverso una sua comunicazione, ha chiarito le indicazioni rispetto alle nuove disposizioni contenute nel DPCM del 3 novembre u.s., in relazione alla situazione pandemica nella Regione Piemonte, poi integrate dal Vicario Generale, mons. Valter Danna, con le precisazioni della Conferenza Episcopale Italiana, ulteriormente valutate dalla Consulta Diocesana di Pastorale Giovanile.


    La logica della differenziazione.
    Attualmente l’emergenza, pur nella sua gravità, viene infatti gestita dal Governo e dalle Regioni in una forma differente rispetto al lockdown della scorsa primavera, senza una chiusura totale, ma secondo valutazioni differenziate. Di fatto anche «tutte le celebrazioni delle messe continuano a essere permesse, tenendo conto delle norme anti-contagio», così come le attività di Pastorale Giovanile e dell’Oratorio. Per queste ragioni, diversamente rispetto alla prima «ondata pandemica», nella nostra Arcidiocesi non ne è stata disposta la chiusura generalizzata, mentre la NOI TORINO ha invitato alla chiusura dei propri Circoli, per disposizioni nazionali.


    Il ruolo della regia educativa.
    Nel comunicato si legge, al n. 2, che «tutte le attività pastorali programmate (catechesi dell’iniziazione cristiana e di altro tipo, attività dell’Oratorio ecc.) sono ammesse nel rispetto del protocollo già pubblicato», con rinvio al discernimento pastorale dei singoli parroci insieme ai loro collaboratori. Emergono perciò quantomai necessarie la presenza e l’azione di una «regia educativa», che si assuma la responsabilità circa le possibilità e le scelte da compiere in ogni concreta situazione. In moltissimi casi infatti la chiusura delle attività in Oratorio si impone come inevitabile, per proseguire in altre forme.


    La
    modularità della presenza. Se da sempre l’Eucaristia è centrale, quale “culmine e fonte” della vita cristiana (Sacrosanctum Concilium 10), tanto più ora occorre valorizzarne la partecipazione, laddove è possibile, e nel massimo rispetto delle norme di prevenzione. Si tratta di aiutare i ragazzi e i giovani a riscoprire la reale presenza del Signore e della comunità attraverso la partecipazione alla celebrazione eucaristica, alternandola alla forme di presenza mediate dal digitale. I ritiri d’Avvento, promossi dall’Ufficio di Pastorale Giovanile e dall’Azione Cattolica, alterneranno infatti le proposte online alla partecipazione dell’Eucarestia nella propria comunità e a momenti di deserto personale nelle proprie case.


    La creatività nella formazione.
    È evidente che restano impraticabili le attività proprie del «cortile», caratterizzate dal gioco libero e di contatto, così come la maggior parte delle proposte ludico-ricreative. Una possibilità resta aperta circa le attività formative assimilate alla catechesi, nelle consuete e rigorose norme di prevenzione, dettagliate dalla DGR 2/1914 dell’11.09.2020. Alternando alla modalità digitale, con sapiente e prudente creatività, si può valutare l’opportunità di valorizzare gli spazi e i tempi che precedono o seguono la celebrazione eucaristica, nel rispetto dei piccoli gruppi distanziati.

    La scuola della carità. Sono state e sono tutt’ora molteplici le esperienze di prossimità nate e consolidate anche nell’emergenza del coronavirus. In collaborazione con le diverse realtà caritative delle nostre comunità, dalla distribuzione dei generi alimentari e dei farmaci, all’ascolto e alla rielaborazione del vissuto personale, in presenza o mediati dalle forme di comunicazione sociale, sono tante le vie possibili del servizio e della carità con i più poveri, in senso materiale ed esistenziale, che si rivelano altrettante vie feconde per la cura dei legami con le giovani generazioni.

    L’Ufficio di Pastorale Giovanile e la Noi Torino rinnovano la propria disponibilità e il sostegno per gli Oratori e il servizio pastorale con le giovani generazioni.


    don Luca Ramello

    fonte

    Ultima modifica di PaoVac; 14-01-2021 alle 19:15
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  3. #23
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Il diacono Ferdinando Appiotti è tornato al Padre
    Funerale sabato 16 gennaio 2021 alle 9.30 nella parrocchia SS. Nome di Maria a Torino



    Nella sera di martedì 12 gennaio 2021 è tornato al Padre il diacono Ferdinando Appiotti, classe 1934, ordinato nel 1982.


    Funerale sabato 16 gennaio 2021 alle 9.30 presso la parrocchia SS. Nome di Maria, in via Guido Reni 96 a Torino.


    La comunità cristiana è invitata a unirsi nella preghiera di fraterno suffragio.

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  4. #24
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    fonte La Voce e il Tempo, 03/2021, Domenica, 17 gennaio 2021, pag. 2
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  5. #25
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Salesiani in festa per San Giovanni Bosco: programma in dettaglio
    La novena dal 22 gennaio e le altre celebrazioni fino al culmine il 31 gennaio 2021.
    Dirette TV e social a Valdocco e nella parrocchia di via Sarpi

    Mons. Nosiglia durante la celebrazione per la festa di San Giovanni Bosco il 31 gennaio 2020 (foto: Renzo Bussio_LaVoceEilTempo)

    Con l’arrivo di gennaio tutta la comunità salesiana è in fermento: è il mese di Don Bosco.


    Di seguito tutti gli appuntamenti in preparazione alla festa del 31 gennaio 2021 presso la Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino Valdocco.


    NOVENA GENNAIO 2021


    venerdì 22 e sabato 23
    – Messa serale ore 18.00,


    lunedì 25, martedì 26, mercoledì 27, giovedì 28, venerdì 29


    • Ore 9.00: Messa in diretta TV
    • Ore 17.00: Messa
    • Ore 19.00: Vespri


    ALTRI APPUNTAMENTI


    Giovedì 28 gennaio
    , ore 15.00: Benedizione dei bambini e dei ragazzi (don Guido Dutto)


    Venerdì 29 gennaio
    , ore 20.30: Veglia di preghiera


    Sabato 30 gennaio
    :


    • Ore 9.00: Messa in diretta TV
    • Ore 18.00: Messa (don Guido Dutto)
    • Ore 19.00: Primi Vespri della Festa di San Giovanni Bosco (don Stefano Martoglio, Vicario del Rettor Maggiore dei Salesiani)


    Domenica 31 gennaio 2021 – San Giovanni Bosco
    :


    • ORE 8:00 – MESSA: presiede don Michele Molinar, sdb (Vicario dell’Ispettore Salesiani Piemonte, Valle d’Aosta e Lituania)
    • ORE 09:30 – MESSA (diretta TV): presiede S.E. Mons. Cesare Nosiglia (Arcivescovo di Torino)
    • ORE 11:00 – MESSA: presiede don Leonardo Mancini, sdb (Ispettore Salesiani Piemonte, Valle d’Aosta e Lituania)
    • ORE 12:30 – MESSA: presiede don Paolo Pollone, sdb
    • ORE 16:00 – VESPRI SOLENNI: presiede Matteo Rupil, diacono sdb
    • ORE 17:00 – MESSA: presiede Mons. Mauro Morfino, sdb (Vescovo di Alghero-Bosa)
    • ORE 18:30 – MESSA (diretta Tv): presiede don Stefano Martoglio, sdb (Vicario del Rettor Maggiore dei Salesiani)
    • ORE 20:00 – MESSA: presiede don Alessandro Basso, sdb


    Dirette streaming e Tv

    Sarà possibile seguire in diretta streaming le due principali celebrazioni eucaristiche del 31 gennaio su Rete 7 (canale 12 del digitale terrestre) e sulla Pagina Facebook della Basilica “Il cortile di Valdocco”:

    • ore 09.30: Presiede S.E. Mons. Cesare Nosiglia – Arcivescovo di Torino
    • ore 18.30: Presiede don Stefano Martoglio – Vicario del Rettor Maggiore dei Salesiani


    Ulteriori info:
    https://basilicamariaausiliatrice.it/festa-di-san-giovanni-bosco-verso-il-31-gennaio-2021/

    ————
    Ricco anche il programma delle celebrazioni nella parrocchia di S. Giovanni Bosco in via Sarpi 117 a Torino. Programma dettagliato di seguito e in allegato:

    Qui di seguito e in allegato il programma festa di San Giovanni Bosco 2021 nell’omonima parrocchia in via Sarpi 117 a Torino.

    dal 25 al 29 gennaio 2021: LA NOVENA
    ore 18.00: canto delle litanie, Santa Messa e preghiera a don Bosco

    giovedì 28 e venerdì 29: IL TRIDUO
    ore 17.00: preghiera dei ragazzi in oratorio
    ore 18.00: triduo e Santa Messa vespertina
    ore 19.00: celebrazione dei Vespri con le comunità SDB ed FMA dell’Agnelli

    sabato 30 gennaio: LA VIGILIA
    ore 18.00: Santa Messa prefestiva
    ore 19.00: celebrazione dei primi Vespri

    domenica 31 gennaio: LA FESTA DI DON BOSCO
    Ss. Messe ore 8.30 – 10.00* – 11.30* – 16.00 – 18.00
    ore 11.30*: Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino
    ore 16.00: Santa Messa per le famiglie e benedizione dei bambini
    ore 17.15: Adorazione Eucaristica e celebrazione dei secondi Vespri

    – nei giorni della festa sarà esposta alla venerazione dei fedeli la reliquia di San Giovanni Bosco-

    (* il 31 gennaio le celebrazioni delle ore 10.00 e delle 11.30 saranno trasmesse in diretta streaming sul canale yt dell’ oratorio don Bosco Agnelli: https://www.youtube.com/user/OratorioAgnelli)

    NB: sarà possibile accedere in chiesa in modo contingentato fino al raggiungimento del numero di 110 posti disponibili

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  6. #26
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Don Pietro Nota è tornato al Padre
    Rosario martedì 19 gennaio 2021 alle 20.30; funerale mercoledì 20 gennaio alle 15 sempre ad Airasca (TO)



    È deceduto nella mattina di lunedì 18 gennaio 2021 alla Casa del Clero di Torino, dove era ospite da tempo, don Pietro Nota.


    Don Pietro era nato ad Airasca il 2 luglio 1932 ed era stato ordinato il 29 giugno 1958.


    Preghiera del S. Rosario martedì 19 gennaio alle 20.30 nella parrocchia di San Bartolomeo Apostolo (piazzetta Parrocchiale 3) ad Airasca (TO).


    Cerimonia
    funebre mercoledì 20 gennaio alle 15 nella stessa parrocchia ad Airasca (TO). Presiede la S. Messa di esequie il Vicario Generale, mons. Valter Danna.


    La comunità cristiana è invitata a unirsi nella preghiera di fraterno suffragio.

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  7. #27
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Percorso spirituale per universitari: del vivere in tempo di pandemia
    Il 21 gennaio 2021 secondo incontro: ospite don Riccardo Garzari



    Un virus non vince la croce perché la croce ha già vinto ogni sorta di male, in terra, in cielo e sottoterra. Un percorso per universitari sul vivere in tempo di pandemia, perché del morire già tutti ne parlano: un appuntamento mensile mettendo a confronto la Parola di Dio, grandi scrittori del passato e la realtà che viviamo ogni giorno.


    Secondo appuntamento il 21 gennaio 2020: tiene la meditazione iniziale p. Riccardo Garzari, cappellano dell’Università degli studi di Palermo.


    Per seguire l’evento il link sarà rinvenibile qui
    www.saperi.news

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  8. #28
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Morto il gesuita padre Eugenio Costa, anima della Riforma liturgica


    Padre Eugenio Costa sj

    Con gratitudine e affetto ricordiamo padre Eugenio Costa, tornato alla casa del Padre il 17 gennaio 2021.

    Tra i collaboratori più stretti dell’Ufficio Liturgico Diocesano, fu instancabile promotore della Riforma liturgica in Piemonte e in Italia.

    Articolo di Marina Lomunno pubblicato su La Voce e Il Tempo

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  9. #29
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Uscito il nuovo Annuario diocesano
    In vendita da gennaio 2021 presso la Curia metropolitana la Guida con recapiti aggiornati di parrocchie e Clero

    La Madre di Dio “Consolata e Consolatrice”, patrona della Diocesi di Torino

    È in vendita presso gli uffici di Curia in via Val della Torre 3 a Torino l’edizione 2021 della «Guida dell’Arcidiocesi di Torino» con tutti i nomi, gli indirizzi, i riferimenti telefonici delle parrocchie e del Clero, degli istituti religiosi, delle istituzioni diocesane e delle associazioni.


    Tutto quello che può servire a parroci e collaboratori è ora disponibile. Era dal 2014 che non veniva pubblicata una versione cartacea della Guida: i dati su parrocchie e associazioni ecclesiali, preti e diaconi venivano registrati e aggiornati, ma solo sul sito diocesano. «Con la versione stampata» spiega il Cancelliere don Alessandro Giraudo, «si migliora la fruibilità delle informazioni e da ora, con la nuova impostazione del lavoro, in stretto collegamento con il Web, sarà possibile avere uno strumento sempre più preciso e pubblicabile regolarmente a cadenza annuale».


    Rispetto alla Guida del 2014 tanti i cambiamenti non solo, ovviamente, per quanto riguarda i dati, ma anche nell’impostazione grafica: una fascia laterale colorata rende rapidamente rintracciabili le 14 diverse sezioni in cui è organizzata, così come l’idea di realizzare alcune «schede sintetiche». I dati del Clero sono stati raccolti in modo diverso, distinguendo tra sacerdoti incardinati in servizio in diocesi o fuori e sacerdoti extradiocesani e religiosi. La nuova veste grafica ha inoltre consentito di ridurre il numero di pagine, contenendo i costi.


    Cambiamenti da leggersi anche come un segno di Chiesa sempre in cammino come ricorda l’Arcivescovo nell’introduzione: «Ogni nome è un volto, una storia, che ci testimonia la ricchezza delle vocazioni che il Signore ha suscitato chiamando alcuni al servizio sacerdotale, altri al ministero del diaconato, altri ancora alla consacrazione nella vita religiosa, negli istituti secolari, nelle forme individuali o nelle nuove comunità di vita consacrata, così come nelle società di vita apostolica. Ma la ricchezza del Popolo di Dio che vive in questo territorio, e che questa Guida non può che in minima parte accostare, è data dalle laiche e dai laici che vivono il Battesimo nell’impegno ecclesiale e nel mondo, nelle forme associate e nella vita familiare, nelle numerose attività pastorali, dalla catechesi alla liturgia, dalla cura delle varie età della vita alla carità, dall’accoglienza degli ultimi alla cultura. Come la vita non si può riassumere, così la Chiesa, corpo vivente del Cristo, non si può descrivere solo con le sue strutture, per quanto essa si manifesti nella visibilità dell’organizzazione con cui si fa presenza tra le case della gente che vive il nostro territorio».


    «Sicuramente ci sono ancora molte cose migliorabili», conclude don Giraudo, «e ci potranno essere errori, omissioni oltre agli aggiornamenti intervenuti dopo il 31 ottobre 2020. A influire sulla realizzazione anche il tempo di pandemia, che ha rallentato il progetto stesso e reso più complesso lo scambio di informazioni, per questo abbiamo messo a disposizione un indirizzo di posta elettronica per segnalare tutte le inesattezze che si provvederà subito a correggere». Correzioni e aggiornamenti a cura di chi già in questi mesi ha permesso la realizzazione della attuale Guida: il diacono Adriano Bastianel, che cura l’aggiornamento e l’inserimento dei dati sul database e quindi sulla versione on line, in vista della prossima edizione cartacea, e Maurizio Versaci che si è occupato del coordinamento editoriale.


    L’indirizzo al quale segnalare è
    anagrafica@diocesi.torino.it.

    Nella copertina la foto dell’icona della Madre di Dio «Consolata e Consolatrice» scattata da Renzo Bussio lo scorso giugno. Un omaggio alla patrona della Diocesi alla quale tutte le comunità sono affidate. La Guida è edita da Prelum, ed è in vendita presso l’ufficio abbonamenti del settimanale diocesano, presso la reception della Curia, l’Ufficio Liturgico e lo Sportello Matrimoni (in via Val della Torre 3), al costo di 25 euro.


    (Federica BELLO da «La Voce E il Tempo» del 24 gennaio 2021)

    fonte

    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

  10. #30
    Cronista di CR L'avatar di PaoVac
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Archidioecesis Taurinensis
    Età
    47
    Messaggi
    7,941
    Quid quaeritis viventem cum mortuis? (Lc 24, 5)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •