Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 20 di 22 PrimaPrima ... 101819202122 UltimaUltima
Risultati da 191 a 200 di 220

Discussione: Cronache dall'Arcidiocesi di Bologna - Anno 2021

  1. #191
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313

    Agenda dell'Arcivescovo per la settimana

    OGGI
    Alle 10 a Roma nella basilica di San Pietro concelebra con papa Francesco la Messa di apertura del cammino sinodale.
    Alle 17.30 in Seminario partecipa all’Assemblea diocesana dell’Azione cattolica e guida i Vespri.

    DOMANI
    Alle 17.30 nell’Aula Santa Clelia della Curia dialoga con il ministro Cingolani (collegato in remoto) su «Ecologia integrale. Come realizzare un futuro abitabile?».
    Alle 19.30 nel Cortile d’Ercole di Palazzo Poggi partecipa all’incontro su «Il ruolo delle istituzioni per livelli sostenibili di produzione e consumo» nell’ambito dell’«Alma Mater Fest».

    MARTEDÌ 12
    Alle 21 nella chiesa di Castel Guelfo incontro sulla venerazione al Crocifisso.

    MERCOLEDÌ 13
    Alle 18.30 a Sperticano Messa per la prima memoria liturgica del beato don Giovanni Fornasini.

    GIOVEDÌ 14
    Alle 10 in Seminario incontra i Vicari pastorali.

    VENERDÌ 15
    Alle 10.30 in via Piave 15 inaugura la nuova sede del Fomal.
    Alle 18 nella Sala della Traslazione del Convento San Domenico partecipa alla presentazione del libro «Per una democrazia post-razziale. Lettera aperta ai Vescovi dell’Italia e dell’Africa».

    SABATO 16
    Alle 9.30 in Seminario presiede il Consiglio pastorale diocesano.
    Alle 17 nella parrocchia di San Luca a San Lazzaro di Savena Messa e Cresime.

    DOMENICA 17
    Alle 9.30 nella parrocchia di San Giovanni Bosco conferisce la cura pastorale a don Esterino Còlcera, salesiano.
    Alle 11 nella parrocchia di Castello di Serravalle Messa e Cresime.
    Alle 17.30 in Cattedrale Messa per il 45° della morte e 130° della nascita del cardinale Giacomo Lercaro e apertura in diocesi del Cammino sinodale verso il Sinodo dei Vescovi 2023.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 7

  2. #192
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313
    Lercaro, eredità e attualità di un pastore

    DI LUCA TENTORI E MARCO PEDERZOLI

    In questo mese di ottobre ricorrono due importanti anniversari che riguardano la biografia del cardinale Giacomo Lercaro, che fu arcivescovo di Bologna dal 1952 al 1968. Il 28 ottobre si celebreranno infatti i 130 anni dalla nascita, avvenuta nell’allora comune di Quinto al Mare (Genova) nel 1891. Il 16 ottobre ricorreranno invece 45 anni dalla morte, avvenuta a Ponticella di San Lazzaro di Savena nel 1976. «Come Fondazione Lercaro – afferma il presidente, monsignor Roberto Macciantelli – abbiamo voluto celebrare le due ricorrenze a partire dalla Messa che l’arcivescovo Matteo Zuppi celebrerà alle 17.30 in Cattedrale domenica 17 ottobre, giorno nel quale si apre anche il cammino sinodale per l’arcidiocesi. Credo che questo doppio appuntamento sia bello e significativo per fare memoria anche della rilevanza che il cardinal Lercaro ebbe negli anni del Concilio Vaticano II, ma anche del suo insegnamento sulla comunione nella Chiesa». «Alla Messa prosegue - saranno invitati anche i consiglieri della Fondazione e dell’Opera che porta il suo nome, così come i “ragazzi del cardinal Lercaro”.
    La diretta streaming (su www.chiesadibologna.it e sul canale YouTube di 12Porte) permetterà a quanti non potranno partecipare in presenza di prendervi spiritualmente parte. Saranno invitati anche i 56 giovani universitari attualmente ospiti di Villa San Giacomo e che oggi rappresentano l’attualità dell’opera voluta dal cardinale Lercaro, che ebbe un autentico carisma di formazione e accoglienza. Il ricordo dell’allora arcivescovo di Bologna non vuole essere qualcosa di nostalgico, ma un modo per celebrare e ricordare la sua figura e la sua intuizione. Oggi - continua monsignor Macciantelli - tentiamo di applicare con criteri e modalità nuove la sua eredità, tenendo sempre ben presenti i principi della formazione umana e cristiana per formare i professionisti di domani».
    Sempre in occasione del doppio anniversario l’Istituto «Veritatis Splendor» ospiterà un convegno, intorno alla metà di novembre, incentrato sull’amicizia che unì il cardinale Giacomo Lercaro a Raoul Follereau. Al dibattito, che si snoderà fra le parole chiave del ministero del Cardinale alla luce di questa amicizia, si accompagnerà una mostra tematica realizzata con opere d’arte della Collezione Lercaro. Ad un’altra delle iniziative pastorali che caratterizzarono l’episcopato bolognese di Lercaro - ossia la costruzione di parecchie nuove chiese in zone periferiche della città - è stata dedicata in settembre l’iniziativa «Storia delle Nuove Chiese di Bologna» a cura di Claudia Manenti, architetto e direttrice del Centro Studi per l’architettura sacra «Dies Domini» della Fondazione cardinal Giacomo Lercaro. Gli incontri si sono tenuti in tre chiese della periferia bolognese, sorte per opera dello stesso Lercaro: San Domenico Savio, Cuore Immacolato di Maria e San Vincenzo de’ Paoli.





    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 6

  3. #193
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313
    Domenica 17 inizia in Cattedrale il cammino sinodale della nostra Chiesa

    DI STEFANO OTTANI *

    Con la solenne concelebrazione eucaristica di domenica prossima, 17 ottobre, presieduta dal Cardinale Arcivescovo in Cattedrale, partirà il cammino sinodale della Chiesa di Bologna. Nella stessa occasione si farà memoria e si pregherà per il cardinale Giacomo Lercaro, già arcivescovo di Bologna dal 1952 al 1968, a 45 anni dalla morte e 130 anni dalla nascita (trasmissione in streaming su www.chiesadibologna.it e sul canale YouTube di 12Porte). La coincidenza aiuta a cogliere, dalla prospettiva offerta dalla maggiore lontananza, la strada che ci viene chiesto di percorrere da ora in avanti in vista del Sinodo dei Vescovi della Chiesa cattolica, che si svolgerà nell’autunno del 2023, insieme alle Chiese che sono in Italia, fino alla Assemblea straordinaria prevista per il 2026. Il cardinale Lercaro è stato uno dei quattro Moderatori del Concilio ecumenico Vaticano II, protagonista del rinnovamento liturgico, promotore della costruzione delle nuove chiese nelle periferie della città. Con lui si coglie nitidamente la strada che va dalla comunione (idea centrale del Vaticano II) alla missione (la «Chiesa in uscita» di papa Francesco), fino alla sinodalità, invitandoci a «camminare insieme» ai compagni di strada che sono tutti gli uomini e le donne del mondo. La «sinodalità» infatti esprime chiaramente la forma di Chiesa che oggi siamo chiamati ad edificare, per superare il rischio del ripiegamento verso un glorioso passato ormai alle spalle, per rispondere alle nuove sfide di una società pluralista, concentrandoci sul lieto annuncio della signoria di Dio.
    Il cammino sinodale si snoderà in tre tappe: l’ascolto, la riflessione e la proposta, identificate come fase narrativa, sapienziale e profetica. A collegare il cammino della Chiesa universale e italiana con le singole diocesi sarà un referente sinodale, individuato per Bologna in don Marco Bonfiglioli, e un gruppo sinodale, costituito dai componenti l’ufficio di presidenza dei Consigli pastorale e presbiterale. La scelta dice chiaramente la volontà della nostra diocesi di assumere il cammino sinodale come proprio programma, innervandolo negli organismi di partecipazione già predisposti. Sarà così il Consiglio pastorale diocesano il punto di partenza e di ritorno anche della prima fase di ascolto, soprattutto considerando che esso riunisce i rappresentanti di tutte le componenti del Popolo di Dio: preti, laici, consacrati, singoli e associati, con i cinquanta presidenti dei comitati delle Zone pastorali.
    A loro volta le zone pastorali rappresentano già il luogo in cui si esercita la sinodalità, sperimentando la fatica e anche la gioia e l’efficacia di sapersi tutti corresponsabili nell’unica missione. La ripresa delle visite pastorali zonali che l’arcivescovo svolgerà dal prossimo gennaio, gli incontri del Vicario per la sinodalità ai Comitati delle singole zone pastorali, vanno tutti nella medesima direzione.
    Il cammino sinodale non soffocherà la pastorale ordinaria che, particolarmente in questo periodo dell’anno, vede attive le parrocchie e le diverse comunità ecclesiali; al contrario le aiuterà a crescere nella consapevolezza del cambiamento d’epoca in atto, per scoprire che anche la crisi che indubbiamente stiamo attraversando è un’occasione preziosa per riconoscere la presenza e l’azione dello Spirito che ci chiama ad un rinnovamento profondo per essere più adeguati alle esigenze della storia e più coerenti con il Vangelo.
    Nei giorni scorsi l’arcivescovo ha inviato una lettera di invito alla Messa di domenica prossima in Cattedrale al Consiglio pastorale, a quello presbiterale e ai Vicari pastorali dell’arcidiocesi.

    * vicario generale per la Sinodalità



    Fonte: Bologna7 di domenica, pp. 1.3

  4. #194
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313

    Agenda dell'Arcivescovo per la settimana

    OGGI
    Alle 9.30 nella parrocchia di San Giovanni Bosco conferisce la cura pastorale a don Esterino Còlcera, salesiano.
    Alle 11 nella parrocchia di Castello di Serravalle Messa e Cresime.
    Alle 17.30 in Cattedrale Messa per il 45° della morte e 130° della nascita del cardinale Giacomo Lercaro e apertura in diocesi del Cammino sinodale verso il Sinodo dei Vescovi del 2023.

    MERCOLEDÌ 20
    Alle 16 inaugura i nuovi ambienti dell’Istituto professionale per Grafici dei Salesiani.
    Alle 19.30 nella basilica dei Santi Bartolomeo e Gaetano presiede la Veglia di preghiera per il Myanmar.

    GIOVEDÌ 21
    Festa della Dedicazione della Cattedrale: alle 10 presiede il ritiro spirituale per i sacerdoti in Cripta; a seguire Messa in Cattedrale.

    VENERDÌ 22
    Alle 18 nella Sala Santa Clelia della Curia partecipa alla presentazione del libro «Giovanni XXIII, l’antipapa che salvò la Chiesa» di Mario Prignano.

    SABATO 23
    Alle 9.30 all’Hotel Savoia Regency saluto al convegno per il 50° della Bcc Emilia Romagna.
    Alle 12 a San Lazzaro di Savena (via Emilia 154) inaugura la «Comunità Madre e Bambino» dell’Opera Padre Marella.
    Alle 17.30 nella parrocchia del Cuore Immacolato di Maria conferisce la cura pastorale a don Alberto De Maria.

    DOMENICA 24
    Alle 9.30 nella parrocchia di Cristo Re di Le Tombe conferisce la cura pastorale di quella comunità e di Spirito Santo a don Paolo Manni.
    Alle 11 a Pontecchio Marconi Messa per la riapertura della chiesa dopo i lavori di ristrutturazione.
    Alle 18 nella chiesa di Maria Regina Mundi Messa per la visita delle reliquie di san Gaspare del Bufalo.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 7

  5. #195
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313
    DEDICAZIONE DELLA CATTEDRALE

    Giovedì 21 ottobre la Chiesa bolognese ricorda l’anniversario della Dedicazione della Cattedrale, chiesa madre dell’Arcidiocesi e segno di unità. Come ogni anno, in quel giorno i presbiteri e i diaconi della diocesi si riuniscono in Cattedrale per un momento di riflessione concluso con la concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo, con questo programma: ore 9.45 canto dell’Ora terza; ore 10 riflessione sulla fraternità sacerdotale, guidata da don Davide Baraldi, Vicario Episcopale per il laicato, a partire dalle sintesi dei lavori di gruppo nei Vicariati dello scorso 14 settembre (seconda giornata della Tre Giorni); ore 11.15 concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo, durante la quale si pregherà per i sacerdoti e diaconi defunti in questo anno.
    L’intera mattinata si svolgerà in Cattedrale.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 7

  6. #196
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313

    Lutto

    Morte di Don Luciano Bavieri

    Giovedì 21 ottobre 2021 è deceduto, presso l’Ospedale S. Orsola-Malpighi di Bologna, il presbitero Don Luciano BAVIERI, di anni 80.

    Nato a Zola Predosa (Bologna) il 26 marzo 1941, dopo gli studi nei Seminari di Bologna è stato ordinato presbitero il 25 luglio 1966 nella Cattedrale Metropolitana di S. Pietro dal Cardinale Arcivescovo Giacomo Lercaro.
    In seguito ha svolto il ministero come Vicario parrocchiale di S. Lazzaro di Savena dal 1966 al 1971, Parroco a S. Giuseppe di Caselle di Crevalcore dal 1971 al 1980, Parroco a S. Giacomo di Pianoro (Vecchio) dal 1980 al 2019. Divenne anche Amministratore parrocchiale nel 1980 di S. Lorenzo di Guzzano di Pianoro, fino alla soppressione della parrocchia nel 1986, nel 1987 di S. Ansano di Brento e nel 2000 di S. Giovanni Battista di Livergnano.
    Lasciati gli incarichi parrocchiali per ragioni di età e di salute nel 2019, si è trasferito presso la parrocchia di S. Maria della Misericordia in Bologna prestando servizio come Officiante.
    Dal 1967 al 1979 era stato docente di canto e musica sacra presso il Seminario Regionale e dal 1991 membro della Commissione diocesana per la musica sacra, presiedendo anche la Sottocommissione per gli “Organi a canne”.
    Inoltre era stato insegnante di religione presso le scuole medie di Crevalcore dal 1972 al 1980 e di Pianoro dal 1980 al 1992.

    Lunedì 25 ottobre la salma sarà accolta alle ore 18.00 presso la chiesa di S. Giacomo di Pianoro (Vecchio), per una Messa e la Veglia funebre.
    Martedì 26 ottobre, alle ore 9.00, nella chiesa di S. Maria Assunta di Pianoro (Nuovo), S. Messa esequiale, presieduta dal Cardinale Arcivescovo.
    Dopo la celebrazione esequiale, la salma sarà portata nella chiesa parrocchiale di Livergnano per una preghiera e, prima della sepoltura nel cimitero di Zola Predosa, sarà celebrata un’altra Messa, alle ore 14.00, nella chiesa parrocchiale (Abbazia).

    Fonte: comunicazione interna dell'Arcidiocesi

  7. #197
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313
    Dehoniani, chiude il Centro editoriale

    DI CHIARA UNGUENDOLI

    «Dopo 60 anni di servizio culturale nella Chiesa italiana, il Centro editoriale dehoniano di Bologna – proprietario degli storici marchi delle Edizioni dehoniane Bologna (Edb) e Marietti 1820 – interrompe la sua attività editoriale (volumi e periodici) a seguito della crisi che ha duramente colpito l’editoria cattolica». La brutta notizia, subito rimbalzata su tutti i media, è giunta lunedì scorso con queste parole, con cui inizia il comunicato stampa emanato dal Centro editoriale dehoniano e firmato dei Soci dello stesso Centro. Essi ricordano che il Ced «dopo ripetuti e cospicui interventi di ricapitalizzazione nell’ultimo decennio, ha intrapreso nel 2016 un percorso di ristrutturazione con l’obiettivo della continuità aziendale, anche attraverso ripetuti accordi sindacali.
    Tuttavia, la forte crisi dell’editoria cattolica ha determinato, da gennaio ad oggi, l’esito negativo di due importanti trattative finalizzate alla cessione dell’azienda. Avendo inoltre dovuto prendere atto delle dichiarazioni sindacali di indisponibilità ad accettare qualsiasi scelta aziendale che contemplasse la riduzione anche parziale del perimetro occupazionale e l’eventuale continuità in una sede diversa, i Soci si sono risolti loro malgrado per la presentazione al Tribunale di Bologna dell’istanza di fallimento “in proprio”, depositata in data 8 ottobre 2021». «La proprietà - concludono i soci Ced - si è trovata nella drammatica situazione di dover constatare che non esistono condizioni di sostegno esterno a un simile impegno culturale e che essa non dispone più di risorse aggiuntive da poter sottrarre alla propria missione di Istituto religioso. Esprime pertanto il suo vivo rammarico sia per le ricadute gravose sulla situazione occupazionale sia per il venir meno di un servizio prezioso alla Chiesa italiana». Lo stesso dispiacere che la notizia ha provocato in diocesi.
    Anche l’Unione cattolica Stampa italiana (Ucsi) Emilia-Romagna, e l’Ucsi nazionale esprimono, in un comunicato, «solidarietà e vicinanza ai 25 dipendenti (e alle loro famiglie) che si ritrovano improvvisamente senza un lavoro».
    «A proposito di questa inaspettata chiusura - prosegue il comunicato l’Ucsi si chiede se siano state sondate tutte le strade possibili per evitare questo esito, comprese collaborazioni con soggetti diversi e più motivati a proseguire l’impresa editoriale. Perché quello che in questo modo si perde non è solo il patrimonio di un istituto religioso, ma dell’intera comunità ecclesiale».
    La Rappresentanza sindacale unitaria (Slc Cgil Bologna e Fistel Cisl Emilia Romagna), dopo un’assemblea del personale a seguito dell’annuncio esprimono «indignazione per la grave e inspiegabile decisione aziendale di cessare le attività senza aver prima esplorato con le rappresentanze sindacali le possibili azioni da mettere in campo per proteggere la continuità aziendale. La comunicazione alla stampa, avvenuta subito dopo un brevissimo incontro informativo già precedentemente programmato, prima che si tenesse l’assemblea per una compiuta comunicazione, ci lascia esterrefatti». L’Aser (Associazione stampa Emilia-Romagna) in un altro comunicato «esprime sconcerto per la decisione del Centro Editoriale Dehoniano, all’improvviso e senza coinvolgere lavoratori e sindacati in questa decisione. Un comportamento che giudichiamo inaccettabile anche perché calato sulla testa dei dipendenti che rischiano di trovarsi senza il paracadute degli ammortizzatori sociali».



    Fonte: Bologna7 di domenica, p. 5

  8. #198
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313

    Agenda dell'Arcivescovo per la settimana

    OGGI
    Alle 9.30 conferisce a don Paolo Manni la cura pastorale delle parrocchie di Cristo Re di Le Tombe e Spirito Santo.
    Alle 11 a Pontecchio Marconi Messa per la riapertura della chiesa dopo la ristrutturazione.
    Alle 18 nella chiesa di Maria Regina Mundi Messa per la visita delle reliquie di san Gaspare del Bufalo.

    DOMANI
    Alle 18.30 nella parrocchia dei Santi Giuseppe e Ignazio in occasione della Decennale eucaristica inaugura la mostra «Oggi devo fermarmi a casa tua. L’Eucaristia: la Grazia di un incontro imprevedibile».

    MERCOLEDÌ 27
    Alle 10.30 al 5° Reggimento Carabinieri Emilia-Romagna Messa in suffragio dei Carabinieri vittime del Covid (ingresso con green pass).

    GIOVEDÌ 28
    Alle 9.30 presiede il Consiglio presbiterale.

    SABATO 30
    Alle 17.30 a Mirabello Messa nella chiesa provvisoria.

    DOMENICA 31
    Alle 11 nella parrocchia dei Santi Giuseppe e Ignazio Messa per la Decennale eucaristica.
    Alle 16.30 conferisce a don Paolo Marabini la cura pastorale delle parrocchie di San Biagio e San Pietro di Cento.
    Alle 21 nella chiesa di San Girolamo della Certosa Veglia alla vigilia della solennità di Ognissanti.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 7

  9. #199
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313

    Nomine

    CANONICI CATTEDRALE. L’arcivescovo ha nominato i nuovi canonici della Cattedrale. Canonici statutari: don Marco Bonfiglioli, don Fabio Fornalè, don Adriano Pinardi; monsignor Roberto Macciantelli rimane Canonico statutario. Canonici onorari: don Arrigo Chieregatti, don Paolo Marabini, don Roberto Parisini, don Gabriele Porcarelli, don Lino Stefanini.
    NOMINA. L’arcivescovo ha nominato don Alberto Mazzanti amministratore parrocchiale di Santa Maria del Carmine di Rigosa.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 7

  10. #200
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    57
    Messaggi
    2,313
    Una Messa inedita per S. Petronio

    L’Associazione culturale «Messa in Musica» presieduta da Annalisa Lubich, in collaborazione col Teatro Comunale di Bologna, ha commissionato la composizione di un’opera inedita, omaggio alla città, dedicata alla figura del patrono san Petronio. L’incarico è andato a Marco Taralli, compositore internazionalmente conosciuto, attivo in tutti i campi musicali, compreso quello della musica sacra. La prima esecuzione assoluta durante la celebrazione liturgica dell’opera «Cantus Bononiae. Messa per San Petroni» per soli, coro, coro di voci bianche e orchestra sarà mercoledì 3 novembre alle 18,30 naturalmente nella Basilica di San Petronio; presiede la celebrazione l’arcivescovo Matteo Zuppi. Interpreti: Orchestra, Coro e Coro di voci bianche del Teatro Comunale, Atonino Fogliani direttore; Veronica Simeoni, mezzo soprano, Simone Alberghini, baritono. La prima esecuzione assoluta è stata realizzata al Teatro Comunale il 22 settembre, per consentire la pubblicazione in compact disc da parte della casa discografica Tactus. L’organico completo è un coro di 50 elementi, un coro di voci bianche, orchestra e due voci soliste di baritono e mezzosoprano. La musica possiede la caratteristica di essere fruibile da un pubblico vasto, non solo specialistico. Alla stesura del testo di parti della Messa ha contribuito il poeta Davide Rondoni.

    Fonte: Bologna7 di oggi, p. 3

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •