Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 23 PrimaPrima 1234513 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 230

Discussione: Circa l'accesso delle donne ai ministeri: Motu Proprio del Papa

  1. #21
    Gran CierRino di Platino e Diamanti L'avatar di sere85
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Località
    provincia Brescia
    Età
    36
    Messaggi
    10,496
    Citazione Originariamente Scritto da Antocerimoniere Visualizza Messaggio
    Per la prima volta mi trovo d'accordo con te
    Non esattamente.....
    La mia risposta pessimistica data a SantoSubito e Abbas è che tra gli ignor@nti (perché ignorano) come i geni dei giornalisti dei tg1 che non sanno cosa fanno un lettore e un accolito e gli ignor@nti (per convenienza) che fanno finta di non saperlo, dubito che si risolverà e si metterà una parola fine come da loro auspicato alla questione sul sacerdozio delle donne.
    Nonostante il Santo Padre sia stato di una chiarezza lapalissiana.
    Io nulla da dire invece verso il fatto che sono state ufficialmente istituite di fatto le donne come lettori e accoliti, cosa che facevano già....

  2. #22
    Veterano di CR L'avatar di Antocerimoniere
    Data Registrazione
    Oct 2020
    Località
    Manocalzati (AV)
    Età
    20
    Messaggi
    1,347
    Citazione Originariamente Scritto da sere85 Visualizza Messaggio
    Non esattamente.....
    La mia risposta pessimistica data a SantoSubito e Abbas è che tra gli ignor@nti (perché ignorano) come i geni dei giornalisti dei tg1 che non sanno cosa fanno un lettore e un accolito e gli ignor@nti (per convenienza) che fanno finta di non saperlo, dubito che si risolverà e si metterà una parola fine come da loro auspicato alla questione sul sacerdozio delle donne.
    Nonostante il Santo Padre sia stato di una chiarezza lapalissiana.
    Io nulla da dire invece verso il fatto che sono state ufficialmente istituite di fatto le donne come lettori e accoliti, cosa che facevano già....
    Allora almeno in parte siamo d'accordo.
    Comunque se poi vogliamo dirla tutta da me come in altre Diocesi non viene nemmeno conferito il lettorato e l'accolitato a laici , ma solo a chi cammina vedro il sacerdozio o diaconato perm.

  3. #23
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2020
    Località
    Peseggia
    Messaggi
    7
    ci sono Diocesi che non istituiscono lettori ed accoliti al di fuori dei candidati al sacerdozio, e che quindi hanno solo lettori ed accoliti 'di fatto', con tutte le problematiche che questo comporta per la qualità e la dignità delle liturgie
    in questi casi non si fa altro che normare ciò che accadeva di fatto in tutte le parrocchie, ma si spera possa far scaturire una rivalutazione di questi ministeri, far istituire persone preparate che coordino e formino i 'ministri di fatto' e ridiano dignità alle nostre liturgie

  4. #24
    Veterano di CR L'avatar di Antocerimoniere
    Data Registrazione
    Oct 2020
    Località
    Manocalzati (AV)
    Età
    20
    Messaggi
    1,347
    Capisco, ma purtroppo quasi di sicuro non accaddrá, anzi peggiorera il tutto e aumenterá il caos.

  5. #25
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Località
    Sestri Levante
    Messaggi
    293
    Secondo me non si tratta tanto di caos, perché di fatto cambierà poco nelle parrocchie. Però io prevedo che questa decisione non bloccherà, ma anzi darà nuovo impulso alle richieste di ordinazioni diaconali femminili. Nella nostra epoca è inevitabile che sia così, piaccia o non piaccia. E si dirà che il motu proprio, con annessa lettera esplicativa, va inteso come tappa di un “percorso” ...

  6. #26
    CierRino L'avatar di Verbum Domini
    Data Registrazione
    Jul 2020
    Località
    Casa mia
    Età
    20
    Messaggi
    5,719
    Ma scusate... la possiamo smettere di parlare di questo motu proprio quasi come la fine della Chiesa o come il caos più totale? Semplicemente il Papa ha confermato e convalidato quello che da anni si fa nelle nostre Chiese. Il Papa mi sembra chiaro e fermo sul fatto delle ordinazioni all'Ordine Sacro delle Donne e per me personalmente questo fatto con questo Motu Proprio è fuori discussione e l'autorizzazione all'ordine dell'accolitato e del lettorato da parte delle donne non mi sembra un "passo in avanti" verso - appunto - l'Ordine Sacro.
    Cantate al Signore un canto nuovo perchè ha compiuto meraviglie! (Salmo 97)

  7. #27
    P.Willigisius carm
    visitatore
    Credo che occorre attendere un poco. Il tempo ci dirà se i timori di Sere e di Antocerimoniere siano fondati. Io sono ottimista,anche se comprendo questi timori, data l'ignoranza diffusa in questa materia. Comunque almeno le Suore potranno essere accontentate, per dire così, ricordando come Santa Teresa del Bambino Gesù poco più di cento anni fa, disse che invidiava il chierichetto che,per ultimo tra gli inservienti, era il portatore della navetta per l'incenso.
    Anche io ho svolto, ,diciamo fino a quindici anni fa, le funzioni e di Accolito e di Lettore, (e per un permesso dato a Voce , Servire la Divina Liturgia anche in Rito bizantino,avolgendo le funzioni di Ipodiacono (= Suddiacono) che credo di conoscere abbastanza,ma il paramento non certo economico l'ho danato da tempo ad un mio amico per suo figli ora più che ventenne e che ho perduto di vista, e a seconda delle circostanze, facendo parte di un gruppo di preghiera. Conservo ancora il camice e il cingolo, lavati accuratamente e stirati e messi in una busta di plastica. Desidererei, se ,possibile, ma dubito, essere sepolto con quegli indumenti

  8. #28
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,467
    Io non vedo nulla di disastroso: quindi affermare ad esempio "la Barca di Pietro vacilla", mi preoccupa alquanto rispetto alla concezione che abbiamo di Chiesa, di ministero Petrino e di ministero (sia esso laicale o ordinato).
    Il Papa è stato chiaro nel Motu Proprio (che invito a leggere, soprattutto a chi svolge un ministero vario ed eventuale, così da mettersi nel solco della Chiesa: diaconia, cioè servizio nella responsabilità, non comandare) e soprattutto nella Lettera di accompagnamento al Prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede.
    Intanto, quindi, almeno nella testa del Papa (e nella testa nostra che obbediamo al Santo Padre, o almeno ci proviamo) è scongiurato il "pericolo" dell'Ordinazione femminile, non perchè sia un pericolo in sè, ma perchè non è tradizione, e per di più abbiamo un pronunciamento definitivo. Stop.

    Per quanto riguarda i ministeri, io dico finalmente! Abbiamo l'opportunità di guardare a questi ministeri non come un trampolino di lancio, ma come un riconoscere nel candidato una volontà di Dio, un carisma, che viene ratificato dalla Madre Chiesa e svolto a vantaggio dei fratelli. Non tappiamoci gli occhi: nel 99% delle parrocchie ci sono lettori donne, ministri e accoliti de facto donne, e l'assemblea che, svuotata delle donne, sarebbe zero, inesistente.
    Riconoscere questo, è capire che il ministero laicale non è legato al sesso: è legato, appunto, allo status battesimale. Anzi, auspico che si faccia una riflessione seria perchè vedo ancora gente che, per diventare accolito, deve ancora passare per il lettorato. Si riconosca quel carisma di quella determinata persona, si cammini, si istituisca.​ Non siamo in un cursus honorum, siamo a servizio dei fratelli.
    Ultima modifica di SantoSubito; 11-01-2021 alle 16:12
    Crediamo in un solo Dio, non in un Dio solo!

  9. #29
    Lisandro
    visitatore
    Tolta la Messa della domenica mattina, nella mia parrocchia il lettorato consta di piccole spinte, come invito ad andare, fra le pie donne delle prime file, precedute da un gesto imperioso del parroco che significa esattamente "Mandatemene su una." Nelle piccole realtà non cambierà nulla.

  10. #30
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Località
    Friuli Venezia Giulia
    Messaggi
    159
    Citazione Originariamente Scritto da SantoSubito Visualizza Messaggio
    Io non vedo nulla di disastroso: quindi affermare ad esempio "la Barca di Pietro vacilla", mi preoccupa alquanto rispetto alla concezione che abbiamo di Chiesa, di ministero Petrino e di ministero.
    Il Papa è stato chiaro nel Motu Proprio (che invito a leggere, soprattutto a chi svolge un ministero vario ed eventuale, così da mettersi nel solco della Chiesa: diaconia, cioè servizio nella responsabilità, non comandare) e soprattutto nella Lettera di accompagnamento al Prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede.
    Intanto, quindi, almeno nella testa del Papa (e nella testa nostra che obbediamo al Santo Padre, o almeno ci proviamo) è scongiurato il "pericolo" dell'Ordinazione femminile, non perchè sia un pericolo in sè, ma perchè non è tradizione, e per di più abbiamo un pronunciamento definitivo. Stop.

    Per quanto riguarda i ministeri, io dico finalmente! Abbiamo l'opportunità di guardare a questi ministeri non come un trampolino di lancio, ma come un riconoscere nel candidato una volontà di Dio, un carisma, che viene ratificato dalla Madre Chiesa e svolto a vantaggio dei fratelli. Non tappiamoci gli occhi: nel 99% delle parrocchie ci sono lettori donne, ministri e accoliti de facto donne, e l'assemblea che, svuotata delle donne, sarebbe zero, inesistente.
    Riconoscere questo, è capire che il ministero laicale non è legato al sesso: è legato, appunto, allo status battesimale. Anzi, auspico che si faccia una riflessione seria perchè vedo ancora gente che, per diventare accolito, deve ancora passare per il lettorato. Si riconosca quel carisma di quella determinata persona, si cammini, si istituisca.​ Non siamo in un cursus honorum, siamo a servizio dei fratelli.

    Comunque, almeno qui in Italia-Europa, i problemi sono ben altri rispetto alla tematica di questo motu proprio...pensiamo - generalizzo, beninteso - al progressivo abbandono della pratica nelle parrocchie, all'interruzione della trasmissione della fede, alla necessità di (ri)evangelizzare quel 90% che attualmente è fuori... Dalle mie parti, sono quasi spariti anche quei (pochi) giovani che venivano a messa, e fra qualche anno...

    Ad ogni modo, dalle mie parti, le chierichette-ancelle da quando sono state introdotte, hanno preso del tutto il posto dei maschietti...sono troppo brave, diligenti e perseveranti...e quello era un buon bacino vocazionale...

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>