Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 10 di 10 PrimaPrima ... 8910
Risultati da 91 a 97 di 97

Discussione: Cronache della Diocesi di Prato

  1. #91
    Veterano di CR L'avatar di Pikachu95
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Località
    Prato
    Età
    26
    Messaggi
    1,371

    Chiesa della Santissima Trinità a Viaccia



    La chiesa della Santissima Trinità a Viaccia si trova nel comune di Prato.


    Storia e descrizione


    Il complesso di chiesa, canonica e opere parrocchiali (completato nel 2004 dall'impresa di costruzioni Co.e.g. di Ivan Galotta s.n.c. su progetto di Teo Giorgi e Dania Brogi) è ricollegato da uno spazio aperto porticato. L'aula liturgica ha pianta quadrangolare e copertura a doppia falda con colmo inclinato.

    Fonte: wikipedia

  2. #92
    Veterano di CR L'avatar di Pikachu95
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Località
    Prato
    Età
    26
    Messaggi
    1,371

    Chiesa di San Martino a Vergaio



    La piccola chiesa di San Martino a Vergaio si trova nel comune di Prato. Essa è documentata dal 1006, fu ricostruita nel Duecento e trasformata nel 1788-1790 e nel 1825 nelle attuali forme, come mostra il classicheggiante interno.


    Sull'altar maggiore è una tela con San Martino e il povero (1593), forse del pratese Giovanni Galli. Per necessità di maggiori spazi, su progetto di Guido Guasti è stata costruita la nuova parrocchiale (1997), con dinamica copertura paraboloide e mossa zona basamentale rivestita in pietra. Il suggestivo interno si arricchisce di vetrate (Fiamme, Via Crucis, San Martino).

    Fonte: wikipedia

  3. #93
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,387

    Post

    Buricchi, il tabaccaio "santo"
    Il vescovo di Prato ha intenzione di aprire la causa di beatificazione


    Una storia straordinaria e una ricca eredità. Così il vescovo Giovanni Nerbini descrive la vita e la figura di Renzo Buricchi, conosciuto come il "Tabaccaio di Prato", uomo di umili origini divenuto "strumento per un’opera più grande di lui". Questa parole sono contenute nella prefazione che monsignor Nerbini ha scritto nell’ultimo libro dedicato a Buricchi, scritto da Marcello Pierucci, principale testimone delle vicende e del pensiero del barista di piazza del Comune e di come quell’uomo, definito un "contadino semianalfabeta", non soltanto lo abbia riportato alla fede e all’amore per la Chiesa, ma abbia dato vita a una rete di uomini e donne che portano avanti il suo messaggio cristiano.
    La scrittura del libro, intitolato "La Capanna dei Piccoli Cerchi" - i "punti luce", sparsi in Italia e nel mondo, nessuno ha contezza di quanti siano e continuano nella incessante attività di preghiera tipica del carisma di Buricchi – è dovuta alla volontà della Diocesi di Prato di aprire la causa di beatificazione del Tabaccaio. Monsignor Giovanni Nerbini ha l’intenzione di iniziare l’inchiesta diocesana, la prima fase del processo che serve per arrivare, in caso di accoglimento da parte della Congregazione per le cause dei Santi, alla beatificazione.

    fonte

  4. #94
    Veterano di CR L'avatar di Pikachu95
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Località
    Prato
    Età
    26
    Messaggi
    1,371

    Bacheca Chiesa San Giovanni Battista di Prato

    Annunci importanti in bacheca della Chiesa San Giovanni Battista di Prato

  5. #95
    Veterano di CR L'avatar di Pikachu95
    Data Registrazione
    Mar 2018
    Località
    Prato
    Età
    26
    Messaggi
    1,371

    Annunci importanti in bacheca della Chiesa San Giovanni Battista di Prato

    Annunci importanti in bacheca della Chiesa San Giovanni Battista di Prato










  6. #96
    CierRino L'avatar di S.Stefano
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Estero
    Età
    65
    Messaggi
    5,206
    Citazione Originariamente Scritto da Pikachu95 Visualizza Messaggio
    Annunci importanti in bacheca della Chiesa San Giovanni Battista di Prato









    Quali ?
    Andate in tutto il mondo ad annunziare il Vangelo.

  7. #97
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2021
    Località
    Prato
    Messaggi
    32
    Essendo di questa città posso aggiungere anche altre informazioni inerenti a queste Chiese, al sacro e ai loro abitanti.
    C'è una storia che alcuni pensano sia una leggenda mentre altri che sia vera (e altri una via di mezzo) inerente alla Sacra Cintola della Madonna e al suo tentato furto. Si narra che il ladro sacrilego, chiamato Musciattino, entrato nell'allora Pieve di Santo Stefano (l'attuale duomo), «Sconficcato l'usciolino che chiudeva la Reliquia» e afferrata la Cintura, cercò di fuggire. Antiche cronache narrano come egli divenisse improvvisamente cieco – per divina punizione - mentre tentava di uscire dalla chiesa e come, girando intorno ai muri del duomo, ma credendo di essere alle mura di Pistoia, gridasse «Aprite Pistoiesi, ecco la cintola de' Pratesi!». Acciuffato dai canonici della pieve, a nulla valsero l'immediata restituzione della Cintola e la confessione amara del furto. L'enormità del delitto suscitò nella popolazione sentimenti di orrore e di sdegno e Musciattino fu condannato ad una pena orribile. In realtà, come ci spiega lo storico don Renzo Fantappiè nell'articolo nel numero di Toscana Oggi di questa settimana, Musciattino - in base agli atti del processo - avrebbe voluto vendere la reliquia ai fiorentini. Quella vicenda è rimasta nei secoli emblema delle dispute con Pistoia e Firenze ma soprattutto fra Prato e Pistoia.
    Chi è Toscano lo sa. Le città della Toscana hanno tutte una città che non sopportano e a volte anche due. Nonostante siano passati i secoli le rivalità Medievali fra le città sono rimaste le stesse, rinnovate anche da diverbi più recenti e di altri argomento. Io ormai sono andato oltre a queste inutili diatribe.
    Un'altra leggenda medievale dice che a Iolo, quando era ragazzino, Leonardo da Vinci andò in vacanza da due suoi nonni che vivevano lì e la domenica era solito ad andare alla Messa nella Pieve di San Pietro. Si dice che Leonardo da Vinci frequentasse messa, quando veniva a Iolo a trovare la nonna materna. Questo, almeno, attesterebbe la documentazione storica, come ricorda Isabella Tasselli nel suo libro sulla pieve di San Pietro a Iolo. La credenza popolare poi, attribuisce al piccolo Leonardo una scenetta tratteggiata sulla parete sinistra della chiesa per chi entra, l'episodio biblico di Tobiolo accompagnato dall'arcangelo, un'immagine frequente nella pittura del Quattrocento. Ma è giusto una credenza, per quanto suggestiva.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •