Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Ipotesi su san Paolo

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Padova
    Età
    23
    Messaggi
    12

    Ipotesi su san Paolo

    Salve a tutti,
    Recentemente mi è capitato, mentre cercavo un certo libro online, di imbattermi nel libro di tal Francesco Esposito intitolato "san Paolo e l invenzione del cristianesimo" o qualcosa del genere. Cosa pensate di libri del genere? Da qualche parte avevo letto che questa ipotesi "paolina" del cristianesimo fosse roba vecchia e superata ma lo è davvero? Cosa me pensate di questa teoria e come è vista essa al di fuori dei circoli religiosi (ad esempio da storici)?
    Ultima modifica di Gerensis; 20-05-2021 alle 00:04

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Pollo
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    808
    L’ipotesi che s. Paolo abbia “fondato” il cristianesimo è vecchia tanto che se ne parla già nel 19° secolo. Le motivazioni del suo revival negli ultimi decenni forse risiedono nelle correnti di pensiero che tentano di rivalutare la ebraicità di Gesù.
    Sulla questione ho trovato che ne parlò addirittura Benedetto XVI in una sua udienza (vedi qui soprattutto nel settimo paragrafo).
    In ogni caso, non conosco il libro di cui chiedi, quindi non posso risponderti nello specifico.
    Su s. Paolo posso però consigliarti i libri di d. Romano Penna, uno studioso apprezzato in ambito internazionale proprio per la sua sensibilità storica e la sua vasta cultura dell’ambiente del cristianesimo nascente.

  3. #3
    Iscritto L'avatar di Veritasvosliberat
    Data Registrazione
    Aug 2020
    Località
    .
    Età
    25
    Messaggi
    401
    I libri che hanno già per titolo "L' invenzione del cristianesimo",
    " Il lato oscuro della chiesa cattolica", "Il gesù segreto"e similari sono scritti da anticlericali con le solite tesi. Bisognerebbe guardare perlomeno cosa scrivono storici che non hanno la predilezione per la distruzione sistematica del cattolicesimo.

  4. #4
    Iscritto L'avatar di Almanova
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    Rodello (CN), Piemonte
    Età
    32
    Messaggi
    233
    Non vi chiamo più servi… ma amici. Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla.

  5. #5
    Iscritto L'avatar di cattoliciromani333
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Località
    Pianeta Terra
    Messaggi
    97
    Citazione Originariamente Scritto da Veritasvosliberat Visualizza Messaggio
    I libri che hanno già per titolo "L' invenzione del cristianesimo",
    " Il lato oscuro della chiesa cattolica", "Il gesù segreto"e similari sono scritti da anticlericali con le solite tesi. Bisognerebbe guardare perlomeno cosa scrivono storici che non hanno la predilezione per la distruzione sistematica del cattolicesimo.

    Quoto... non conviene leggere quei libri dal titolo 'l'invenzione del cristianesimo' e simili, perchè creano 'chimere' e raffreddano la Grazia (testato).

  6. #6
    Iscritto L'avatar di Macchia Nera
    Data Registrazione
    Jun 2021
    Località
    Diocesi Pinerolo
    Messaggi
    178
    Citazione Originariamente Scritto da GematriaDaGeometra Visualizza Messaggio
    Se non stanno minano la tua fede fai bene a leggerli secondo me.
    Perché leggere dei libri che sono palesemente di parte?
    Lo si capisce già dal titolo che sono palesemente anticristiani.

    Se fossero libri, anche contrari al cristianesimo, ma scritti in maniera obiettiva, magari varrebbe anche la pena leggerli: per costruirsi una fede più matura, o comunque aiuterebbero ad approfondire certi argomenti.
    Ma se già dal titolo vedi un forte pregiudizio anticristiano, secondo me non vale proprio la pena leggerli.
    Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto.

  7. #7
    P.Willigisius carm
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da GematriaDaGeometra Visualizza Messaggio
    Perché se non lo fai non saprai mai trovare una risposta alle loro critiche "destruens".
    Per esempio, anni fa, un Cappuccino, tale Padre Teobaldo Ricci, scrisse un libro dove rispondeva punto per punto alle tesi di Augias & Pesce. L'atteggiamento giusto verso certe opere è questo secondo me, cioè leggerle e confutarle.
    Se mi posso permettere, caro Fratello, il tuo consiglio, giusto teoricamente e in linea di massima, non tiene conto della inadeguata eventuale non sufficiente preparazione per controbattere le tesi di coloro che sono avvezzi al contraddittorio e usano le parole con molta abilità da poter mettere in imbarazzo qualsiasi Credente,a meno che non abbia una preparazione specifica. Personalmente, ma è solo la mia idea opinabile, eviterei certe letture perchè potrebbero insinuare dei dubbi nella anime semplici. Anche io mi sentirei notevolmente imbarazzato,lo confesso e credo di avere una preparazione Cristiana e Cattolica di base ,ma poi potrei, perchè mi conosco, farmi insinuare dei dubbi e per non rovinarmi la vita, lo confesso, preferisco non leggere certi scritti ,che non sono di alcun giovamento al mio Spirito (già soffro di scrupoli ,figuriamoci!). Ma certo questo è solo il mio sommesso pensiero.

  8. #8
    Iscritto L'avatar di Macchia Nera
    Data Registrazione
    Jun 2021
    Località
    Diocesi Pinerolo
    Messaggi
    178
    Citazione Originariamente Scritto da GematriaDaGeometra Visualizza Messaggio
    Perché se non lo fai non saprai mai trovare una risposta alle loro critiche "destruens".
    Per esempio, anni fa, un Cappuccino, tale Padre Teobaldo Ricci, scrisse un libro dove rispondeva punto per punto alle tesi di Augias & Pesce. L'atteggiamento giusto verso certe opere è questo secondo me, cioè leggerle e confutarle.
    Concordo con il tuo pensiero, nel senso che bisogna conoscere il "nemico" ed essere in grado di controbattere a quello che dicono.
    Però un discorso diverso è consigliarne la lettura, di chi li legge deve essere consapevole di cosa sta leggendo ed avere gli strumenti per affrontarne la lettura senza rimanerne turbato o peggio (l'hai sottolineato tu stesso "se non minano la tua fede").
    Chi intraprende un tipo di lettura per capire cosa dicono gli oppositori del cristianesimo, non ha bisogno di consigli su cosa leggere, e chi chiede consigli su cosa leggere, probabilmente non ha la preparazione per affrontare tale tipo da lettura senza conseguenze.
    Per questi motivi eviterei di consigliare la lettura di questo genere di libri, ma è solo la mia opinione.
    Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto.

  9. #9
    Iscritto L'avatar di Macchia Nera
    Data Registrazione
    Jun 2021
    Località
    Diocesi Pinerolo
    Messaggi
    178
    Citazione Originariamente Scritto da GematriaDaGeometra Visualizza Messaggio
    Il fatto è, che quando entri in una libreria "normale", trovi soprattutto 4ugias e 0djfreddy. Ci sono anche altri autori che cercano di monetizzare la figura di Gesù screditando la sua autenticità e mettendo in dubbio l'ispirazione del Vangelo. C'è poco da fare, è un dato di fatto. Allora possiamo fare come lo struzzo e leggere solo Vittorio Messori e Enzo Bianchi oppure avere anche il coraggio di buttare il cuore oltre la linea (finché, appunto, non ci accorgiamo che la lettura è troppo "velenosa" o manipolatrice). E se, leggendo queste opere, ci viene un dubbio che non sappiamo risolvere, approcciamo educatamente un prete: "La mia fede è messa alla prova da questa, questa e quest'altra cosa che ho letto, mi può aiutare?"... Ci sono Preti con una laurea e in alcuni casi addirittura un dottorato tenuti a prendere muffa in un cassetto. Sono lì anche per questo, secondo me, cioè fronteggiare le sfide di una certa "Intellighenzia" che cerca di andare contro alla fede.
    Con il discorso di evitare di fare come gli struzzi, sfondi una porta aperta, sono pienamente d'accordo che è una politica da evitare che non porta nulla di buono.

    Introduci però il tema della preparazione dei presbiteri, teologica e non solo.
    Purtroppo se mi guardo intorno (riporto la mia esperienza personale, non una legge universale) non vedo molti presbiteri con una formazione tale da controbattere senza problemi gli autori che hai citato (e che sembra non si possano nominare ).
    Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto.

  10. #10
    Gran CierRino
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    vinci
    Età
    61
    Messaggi
    8,042
    Ragazzi, siamo o no fedeli della Chiesa cattolica romana apostolica? La Chiesa, retta dallo Spirito Santo, si riconosce nelle sue due colonne San Pietro e San Paolo o no? Proprio quest'ultimo scrive:

    "6 Mi meraviglio che così in fretta da colui che vi ha chiamati con la grazia di Cristo passiate ad un altro vangelo. 7 In realtà, però, non ce n'è un altro; solo che vi sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo. 8 Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema! 9 L'abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anàtema!" (Galati 1)

    E ancora:

    "Dovrebbero farsi mutilare, coloro che vi turbano"

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •