Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 53 di 67 PrimaPrima ... 343515253545563 ... UltimaUltima
Risultati da 521 a 530 di 663

Discussione: Commenti al Motu Proprio "Traditionis Custodes"

  1. #521
    Veterano di CR L'avatar di Pivialista
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Età
    22
    Messaggi
    1,630
    Citazione Originariamente Scritto da S.Stefano Visualizza Messaggio
    Ho appena letto un articolo di una certa ******. Non metto il link perché penso che punti su un sito (giustamente) proibito. Trattando delle risposte ai dubia dice, anzi scrive: Bisogna mantenere le posizioni pubbliche il più possibile, certamente. Ma nel contempo bisogna creare e rafforzare la rete di Messe clandestine, far conoscere il Rito antico, parlarne, così che altri imparino ad amarne la peculiarità
    Caspita, davvero un programma da terroristi! Mandiamo l'Inquisizione a scovare questi maledetti scismatici!!Io dico che non ci trovo nulla di male, anzi. Voi proibite una cosa lecita? Ripeto, lecita. Allora aspettatevi una reazione, perché non avete autorità per impedirlo, veramente nessuno. Cari vescovi, la liturgia non è vostra proprietà. Siete custodi della Tradizione, non padroni o possessori. Se vi va bene è così, altrimenti è così lo stesso, però poi non lamentatevi che i fedeli si rivolgono alle "Messe clandestine" che ricordano molto l'Unione Sovietica.

  2. #522
    CierRino L'avatar di S.Stefano
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Estero
    Età
    66
    Messaggi
    5,151
    Citazione Originariamente Scritto da Pivialista Visualizza Messaggio
    Caspita, davvero un programma da terroristi! Mandiamo l'Inquisizione a scovare questi maledetti scismatici!!Io dico che non ci trovo nulla di male, anzi. Voi proibite una cosa lecita? Ripeto, lecita. Allora aspettatevi una reazione, perché non avete autorità per impedirlo, veramente nessuno. Cari vescovi, la liturgia non è vostra proprietà. Siete custodi della Tradizione, non padroni o possessori. Se vi va bene è così, altrimenti è così lo stesso, però poi non lamentatevi che i fedeli si rivolgono alle "Messe clandestine" che ricordano molto l'Unione Sovietica.
    Mamma mia!!!

    Tu fai per dire, ma sei ai tempi che certi oppositori di TC (anche tu ? non lo so) rimpiangono tanto, una cosa del genere sarebbe costatata molto, molto cara. A quei tempi non scherzavano: chi fomentava rivolte contro il Papa e il Magistero rischiava grosso, e non solo spiritualmente!

    La tua giovane età spero ti sia di almeno parziale giustificazione.
    Andate in tutto il mondo ad annunziare il Vangelo.

  3. #523
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,899
    Citazione Originariamente Scritto da Pivialista Visualizza Messaggio
    […] non avete autorità per impedirlo, veramente nessuno […].
    Così come sulle precauzioni legate a prevenire l’infezione da COVID-19 (in primis la norma che vieta la Comunione in bocca), anche vedendo questa frase, permettimi di dirtelo, rimango sbigottito. E non è la prima volta che leggo aberrazioni simili.
    Questa volta, Pivialista, voglio parlarti con durezza, ma al contempo con rammarico: quale autorità ritieni d’avere nel momento in cui scrivi certe cose? Il Papa (a ciò credi, spero) ha il potere di proclamare un nuovo dogma, ossia una verità di fede, e, secondo te, non di limitare (perché, ribadisco, è stata limitata, non vietata, anche se a taluni par essere il contrario) la celebrazione della Messa secondo l’usus antiquior? Ma stai scherzando? La Chiesa Cattolica non è una democrazia. L’obbedienza e l’umiltà sono virtù fondamentali del cattolico e nelle tue recenti esternazioni io onestamente scorgo l’esatto contrario di esse. E non credo d’essere l’unico a notare che da certi tuoi interventi traspare un’acida e presuntuosa saccenteria. Adesso non ti basta più ritenerti superiore ad un’intera Conferenza Episcopale (il riferimento è sempre alla faccenda della Comunione in bocca), ma ti ritieni addirittura più in alto del Papa. Complimenti, davvero, permettimi il commento! Mi rattrista dirlo, credimi, ma ancora una volta dalla mia mente tenta d’uscire il termine «scisma» per commentare quest’affermazione. Ripeto, mi dispiace per te, per il modo in cui vivi la tua fede. E se ciò che scrivo io conta quanto il due di briscola, come sicuramente è, mi permetto di ricordarti quest’antiche ma sempre attuali parole di San Paolo:

    Ciascuno sia sottomesso alle autorità costituite. Infatti non c'è autorità se non da Dio: quelle che esistono sono stabilite da Dio. Quindi chi si oppone all'autorità, si oppone all'ordine stabilito da Dio. E quelli che si oppongono attireranno su di sé la condanna.

    (Rm 13, 1-2 - da: La Sacra Bibbia, Libreria Editrice Vaticana, Conferenza Episcopale Italiana, © Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, 2008).
    Ultima modifica di Laudato Si’; 22-12-2021 alle 21:42
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  4. #524
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    92
    Citazione Originariamente Scritto da Pivialista Visualizza Messaggio
    Caspita, davvero un programma da terroristi! Mandiamo l'Inquisizione a scovare questi maledetti scismatici!!Io dico che non ci trovo nulla di male, anzi. Voi proibite una cosa lecita? Ripeto, lecita. Allora aspettatevi una reazione, perché non avete autorità per impedirlo, veramente nessuno. Cari vescovi, la liturgia non è vostra proprietà. Siete custodi della Tradizione, non padroni o possessori. Se vi va bene è così, altrimenti è così lo stesso, però poi non lamentatevi che i fedeli si rivolgono alle "Messe clandestine" che ricordano molto l'Unione Sovietica.
    Temo che il Pivialista non abbia ben chiaro il concetto di "cosa lecita". Comunque suppongo che le messe clandestine a cui fa riferimento siano sacrileghe, quindi invito i lettori a non dare retta a questo strano anarcotridentinoprotestante e di frequentare solo le messe lecitamente celebrate. Le altre piacciono a Belzebù.

  5. #525
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    92
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio

    E sei i vescovi devono essere "Traditionis Custodes", non si capisce perchè debbano cancellare tutta la tradizione latina (ed alessandrina) dell'Anafora a favore di ricreazioni letterarie, e questo in aperta disubbedienza ai limiti imposti dal CVIILa

    Questo ragazzo non sa che il messale con le ricreazioni letterarie è promulgato dal Papa che non è affatto vincolato a decisioni conciliari (che peraltro danno direttive ma non impongono limiti, che il papa potrebbe comunque non rispettare non trattandosi di indicazioni intangibili)??? Diffidate dai protestanti che si fingono cattolici per raccontarci di papi disubbidienti ai concili. Preghiamo per la loro conversione!

  6. #526
    Partecipante a CR
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    616
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    Così come sulle precauzioni legate a prevenire l’infezione da COVID-19 (in primis la norma che vieta la Comunione in bocca), anche vedendo questa frase, permettimi di dirtelo, rimango sbigottito. E non è la prima volta che leggo aberrazioni simili.
    Questa volta, Pivialista, voglio parlarti con durezza, ma al contempo con rammarico: quale autorità ritieni d’avere nel momento in cui scrivi certe cose? Il Papa (a ciò credi, spero) ha il potere di proclamare un nuovo dogma, ossia una verità di fede, e, secondo te, non di limitare (perché, ribadisco, è stata limitata, non vietata, anche se a taluni par essere il contrario) la celebrazione della Messa secondo l’usus antiquior? Ma stai scherzando? La Chiesa Cattolica non è una democrazia. L’obbedienza e l’umiltà sono virtù fondamentali del cattolico e nelle tue recenti esternazioni io onestamente scorgo l’esatto contrario di esse. E non credo d’essere l’unico a notare che da certi tuoi interventi traspare un’acida e presuntuosa saccenteria. Adesso non ti basta più ritenerti superiore ad un’intera Conferenza Episcopale (il riferimento è sempre alla faccenda della Comunione in bocca), ma ti ritieni addirittura più in alto del Papa. Complimenti, davvero, permettimi il commento! Mi rattrista dirlo, credimi, ma ancora una volta dalla mia mente tenta d’uscire il termine «scisma» per commentare quest’affermazione. Ripeto, mi dispiace per te, per il modo in cui vivi la tua fede. E se ciò che scrivo io conta quanto il due di briscola, come sicuramente è, mi permetto di ricordarti quest’antiche ma sempre attuali parole di San Paolo:

    Ciascuno sia sottomesso alle autorità costituite. Infatti non c'è autorità se non da Dio: quelle che esistono sono stabilite da Dio. Quindi chi si oppone all'autorità, si oppone all'ordine stabilito da Dio. E quelli che si oppongono attireranno su di sé la condanna.

    (Rm 13, 1-2 - da: La Sacra Bibbia, Libreria Editrice Vaticana, Conferenza Episcopale Italiana, © Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, 2008).
    Ho finora evitato di intervenire in questa allucinante discussione, dove, in ordine sparso, abbiamo la rassegna delle principali fallaci aristoteliche, dall'ignoratio elenchi all'ad misericordiam, dall'ad hominem alla brutta china, senza contare l'ab auctoritate ripetuto ad nauseam. Abbiamo qualcuno (moderatori!) che finge di ignorare dozzine di messaggi miei nei mesi passati in cui ho spiegato con argomenti scientifici che la riforma di Paolo VI e la risistemazione di Pio V sono cose totalmente diverse, e continua nella medesima infondata leggenda... abbiamo giovinetti che per ansia di mostrarsi dicono "questi provvedimenti sono troppo poco restrittivi" (cioè, dobbiamo fustigarli e appenderli sulla pubblica piazza, questi folli che vogliono pregare come si è fatto per 1500 anni!)... abbiamo gente che dice che le messe tridentine piacciono a Belzebù, trattando gli altri con aria di sufficienza indicibile! Nemmeno nel forum degli ateisti più incalliti si incappa in tanto astio e tanta mancanza d'argomentazione!

    Scrivo questo messaggio solo perché quello di Laudato si in epigrafe è veramente da far accapponare la pelle. Il Papa ha il potere di proclamare un nuovo dogma, tu dici. Intendi, cioè, di cambiare la dottrina e la tradizione? Se non erro, l'interpretazione antica di questo (discutibile) privilegio papale è che egli può proclamare solennemente definito qualcosa di già creduto ma che finora non era stato dogmatizzato in una proposizione. Quindi, può confermare e sistemare in una forma logico-dialettica definita il patrimonio della Chiesa, non può modificarlo. Lo stesso si dà per la Liturgia (che è la fonte della dottrina! Legem credendi lex statuat supplicandi, dice Prospero d'Aquitania). Il Papa, come il concilio dei vescovi, come chiunque altro.
    Perché se cambia la dogmatica, se cambia la liturgia, cambia la fede, e non è più il cristianesimo ma qualcos'altro. E questa è stata una riflessione che ho personalmente fatto anni fa e mi ha portato a delle scelte, ma devo dire che all'epoca per capire che la pericolosità del papismo/papolatria era questa dovetti leggere molto "tra le righe", perché quasi nessuno affermava palesemente l'eresia che il Papa possa cambiare la dottrina (frasi molto vicine a questo concetto le avevo sentite solo da qualche apologeta estremo della FSSPX). E invece oggi viene dichiarato così spudoratamente. A quanto pare, secondo le parole di un brillante ma un po' fanatico e integralista ragazzino (che però, pur non con la medesima veemenza, non pochi membri di questo forum condividono), il Papa può cambiare la dottrina (e la liturgia che ne è fonte), fondando dunque ogni volta una nuova religione secondo la sua interpretazione: e dunque, come si suol dire da noi, "il Papa è il primo protestante".

    Mi arriverà sicuramente un ban, ma è poco rilevante, visto che intervenire in certe discussioni è demoralizzante.

  7. #527
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,390
    E si, menomale che abbiamo la Sedes Sapientiae, che viene qui a propagare le ideologie spacciandole per scienza, semplicemente basandosi sull'autorità di un gruppo di studi che lui stesso dirige.
    Non credo vi siano motivi per bannare, perché non si banna la gente perché racconta favolette con linguaggio forbito per farle apparire scienza.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  8. #528
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    11,759
    Scusa, ma perchè dovrebbe arrivare un ban?

    Hai detto e spiegato quel che pensi. Lo hai fatto con proprietà di linguaggio e senza offendere nessuno.

    Quel che sostieni può esssere condiviso o meno. Qualcuno avrà argomenti per confermare o ribattere.
    Il Forum è fatto per questo.

    Mi chiedo solo se tutto ciò sia in tema con quello che dovrebbe essere il contenuto della discussione e cioè il MP Traditiones custodes.
    Ma tant'è. Nel caso sposterò.....

  9. #529
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    92
    Citazione Originariamente Scritto da Traditio Marciana Visualizza Messaggio
    Ho finora evitato di intervenire in questa allucinante discussione, dove, in ordine sparso, abbiamo la rassegna delle principali fallaci aristoteliche, dall'ignoratio elenchi all'ad misericordiam, dall'ad hominem alla brutta china, senza contare l'ab auctoritate ripetuto ad nauseam. Abbiamo qualcuno (moderatori!) che finge di ignorare dozzine di messaggi miei nei mesi passati in cui ho spiegato con argomenti scientifici che la riforma di Paolo VI e la risistemazione di Pio V sono cose totalmente diverse, e continua nella medesima infondata leggenda... abbiamo giovinetti che per ansia di mostrarsi dicono "questi provvedimenti sono troppo poco restrittivi" (cioè, dobbiamo fustigarli e appenderli sulla pubblica piazza, questi folli che vogliono pregare come si è fatto per 1500 anni!)... abbiamo gente che dice che le messe tridentine piacciono a Belzebù, trattando gli altri con aria di sufficienza indicibile! Nemmeno nel forum degli ateisti più incalliti si incappa in tanto astio e tanta mancanza d'argomentazione!

    Scrivo questo messaggio solo perché quello di Laudato si in epigrafe è veramente da far accapponare la pelle. Il Papa ha il potere di proclamare un nuovo dogma, tu dici. Intendi, cioè, di cambiare la dottrina e la tradizione? Se non erro, l'interpretazione antica di questo (discutibile) privilegio papale è che egli può proclamare solennemente definito qualcosa di già creduto ma che finora non era stato dogmatizzato in una proposizione. Quindi, può confermare e sistemare in una forma logico-dialettica definita il patrimonio della Chiesa, non può modificarlo. Lo stesso si dà per la Liturgia (che è la fonte della dottrina! Legem credendi lex statuat supplicandi, dice Prospero d'Aquitania). Il Papa, come il concilio dei vescovi, come chiunque altro.
    Perché se cambia la dogmatica, se cambia la liturgia, cambia la fede, e non è più il cristianesimo ma qualcos'altro. E questa è stata una riflessione che ho personalmente fatto anni fa e mi ha portato a delle scelte, ma devo dire che all'epoca per capire che la pericolosità del papismo/papolatria era questa dovetti leggere molto "tra le righe", perché quasi nessuno affermava palesemente l'eresia che il Papa possa cambiare la dottrina (frasi molto vicine a questo concetto le avevo sentite solo da qualche apologeta estremo della FSSPX). E invece oggi viene dichiarato così spudoratamente. A quanto pare, secondo le parole di un brillante ma un po' fanatico e integralista ragazzino (che però, pur non con la medesima veemenza, non pochi membri di questo forum condividono), il Papa può cambiare la dottrina (e la liturgia che ne è fonte), fondando dunque ogni volta una nuova religione secondo la sua interpretazione: e dunque, come si suol dire da noi, "il Papa è il primo protestante".

    Mi arriverà sicuramente un ban, ma è poco rilevante, visto che intervenire in certe discussioni è demoralizzante.
    Per favore segnalate a questo utente che io ho scritto che le messe celebrate clandestinamente (= illecitamente/in volontaria violazione della volontà della Chiesa) piacciono a Belzebù NON che le Messe tridentine piacciono a Belzebù.
    Anche gli imbroglioni piacciono a Belzebù così come quelli che mettono in dubbio l'autorità della Chiesa.
    Grazie.

  10. #530
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    92
    Citazione Originariamente Scritto da Ambrosiano Visualizza Messaggio
    Scusa, ma perchè dovrebbe arrivare un ban?

    Hai detto e spiegato quel che pensi. Lo hai fatto con proprietà di linguaggio e senza offendere nessuno.

    Quel che sostieni può esssere condiviso o meno. Qualcuno avrà argomenti per confermare o ribattere.
    Il Forum è fatto per questo.

    Mi chiedo solo se tutto ciò sia in tema con quello che dovrebbe essere il contenuto della discussione e cioè il MP Traditiones custodes.
    Ma tant'è. Nel caso sposterò.....
    Il ban lo escluderei. Però visto che contesta la possibilità che il Papa proclami dogmi, forse va spostato nella sezione ecumenismo. Penso sia ortodosso o qualcosa del genere.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>