Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 67 di 67 PrimaPrima ... 1757656667
Risultati da 661 a 663 di 663

Discussione: Commenti al Motu Proprio "Traditionis Custodes"

  1. #661
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Bari
    Messaggi
    92
    Citazione Originariamente Scritto da Pivialista Visualizza Messaggio
    Vorrei cortesemente chiedere quali siano questi insulti, tanto evocati ma mai dimostrati. Davvero: qualche esempio di insulto. Il linguaggio usato è sicuramente tagliente, ma così come fu tagliente quello usato da S. Paolo nei confronti di S. Pietro, da S. Atanasio, da S. Nicola...la nostra fede non è il mondo delle fiabe!A me fa sorridere la parte sulla Congregazione che non avrebbe tempo per dei ragazzini anarchici e libertarii: anzitutto, cosa dovrebbe fare la congregazione? Il mito di zelanti sacerdoti sempre al lavoro è...un mito; provate a prendere appuntamento con una qualunque congregazione: verrete ricevuti (forse) dopo mesi, con orari assurdi ("Possiamo dalle 10 alle 12 solo il mercoledì ed il giovedì"). Poi, non è questa l'epoca della sinodalità? Del camminare insieme ai laici? Dell'ascolto ai giovani (non ragazzini, come si può vedere nella presentazione dello staff)? E poi, dove sarebbe l'anarchia e l'essere libertario (termine che ha una precisa connotazione politica)?
    Salve Pivialista, al di là degli insulti (sulla cui definizione forse avete opinioni divergenti), sopra Le ho indicato alcuni elementi che mi rendono quel sito inaccettabile.
    Vorrei anche aggiungere che accedendo alla sezione liturgia (https://www.ecclesiadei.it/liturgia/), l'articolo in questione (est modus in rebus) viene introdotto con le seguenti parole: "La pazienza dei fedeli sta finendo, siamo stati vessati, umiliati e ancora lo saremo. E' il momento di alzare la voce".
    Ora, a prescindere dal tono un po' "muscolare" del messaggio (che poco si addice ai gracili curatori del sito), qualificarsi come "I" fedeli, significa considerare gli altri (che non hanno perso la pazienza, non si sentono umiliati né vessati e magari nemmeno sanno del vecchio rito) come se NON fossero anch'essi "fedeli".
    Chiaramente bisogna presumere la buona fede e considerare questo modo di scrivere una "svista" dettata da passione disordinata, tuttavia è purtroppo in linea con analoghe espressioni che si leggono frequentemente nella pubblicistica di un certo ambiente.
    Pertanto, prima di occuparsi dei massimi sistemi, a questi ragazzi sarebbe da consigliare di curare un po' il linguaggio, perché è anche a causa di atteggiamenti "esclusivisti" come questi che il resto della cristianità romana (quella porzione che conosce l'esistenza del fenomeno) li accetta con fatica. Meno boria e più umiltà agevolerebbero una distensione di rapporti e magari qualche concessione in più.

  2. #662
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    60,976
    Citazione Originariamente Scritto da Pivialista Visualizza Messaggio
    Vorrei cortesemente chiedere quali siano questi insulti, tanto evocati ma mai dimostrati. Davvero: qualche esempio di insulto. Il linguaggio usato è sicuramente tagliente, ma così come fu tagliente quello usato da S. Paolo nei confronti di S. Pietro, da S. Atanasio, da S. Nicola
    Frose avrò poca stima nei confronti di me stesso, ma di certo nè alla vostra età né ora che ne ho più del doppio non ho mai avuto l'ardire di paragonarmi ai santi.
    «Spiritus Sanctus, quem mittet Pater in nomine meo, ille vos docebit omnia».
    (Io. 13, 26)

  3. #663
    Nuovo iscritto L'avatar di Arvel
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Bergamo
    Età
    31
    Messaggi
    41

    Valutazione personale

    Buonasera a tutti, scrivo da praticante della messa cosi detta tridentina. Il mio amore per la messa VO sta da un punto di vista totalmente personale e spirituale, la preferisco al NO per svariati motivi ma ciò nonostante frequento anche la messa NO non sono come si dice "inquadrato". Per tutto il resto CV II o varie non sono di mia competenza nel senso che in materia sono ignorante e non ne voglio neanche sapere perchè ho già tanti problemi miei nella testa che mi bastano e avanzano. Da una parte capisco le perplessità del Papa ma da una parte sono molto rattristato per aver delle limitazioni spirituali. Avendo conosciuto certi gruppi posso capire la scelta del Papa ma anche io ho subito forti attacchi e critiche "non sapendo ancora adesso il perchè" solo per un mio apprezzamento al VO. Tanti ne fanno una questione "politica" per me ripeto è solo spirituale. Un abbraccio in Cristo a tutti.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>