Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 10 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 93

Discussione: L’applicazione del Motu Proprio “Traditionis Custodes” di Papa Francesco all’estero.

  1. #11
    Fidei Depositum
    visitatore
    Segnalo come curiosità che il titolo dell'agenzia SIR è quantomeno equivoco: preso letteralmente ("non autorizzato l'uso del Missale Romanum nel paese") comporterebbe l'interdetto sul Costa Rica o, se vogliamo, il passaggio a qualche altro rito. Infatti, come noto, il Missale Romanum è la denominazione tanto del libro liturgico di san Pio V quanto di quello di san Paolo VI. Titolo scorretto quindi, basato probabilmente sull'equazione latino=preconciliare, che, se è comprensibile nei media laici, lo è molto meno nell'agenzia informativa della CEI.
    Citazione Originariamente Scritto da Abbas S:Flaviae Visualizza Messaggio
    Mi stupisce il fatto che un sito come Agensir, citando parti del documento, salti proprio la parte più importante, ovvero il numero 2.a, che così dice (traduzione mia):
    "Oltre ad essere del tutto estranei al problema lefebvriano, non abbiamo mai avuto un gruppo di fedeli che 'aderisse e continua ad aderire con tanto amore e affetto alle precedenti forme liturgiche'".

    Quindi, come disposto dal Motu Proprio, non si permette la nascita di nuovi gruppi e, non essendocene di già costituiti, si stabilisce come unica forma del Rito Romano il NO. Di fatto non hanno "vietato" nulla, hanno solo reso ufficiale una situazione già costituita.
    Non conosco lo spagnolo, per cui non posso andare al documento originale. Però vorrei chiedere chiarimenti, perché non sto capendo molto bene il ragionamento dei vescovi costaricani. Essi affermano di non avere gruppi di fedeli riconducibili alla FSSPX, come neppure di avere gruppi di fedeli che mostrano adesione ("amore e affetto", riprendendo la traduzione di Abbas) ai libri liturgici più antichi (i c.d. "gruppi stabili"). Parrebbe dunque che il problema, semplicemente, non sussistesse. Eppure, i vescovi dicono di occuparsi da tempo del problema, ascoltando "voci e preoccupazioni" (ma di chi, se nessuno era interessato?). Temo quindi di non aver ben capito la situazione.

  2. #12
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,542
    Citazione Originariamente Scritto da Fidei Depositum Visualizza Messaggio
    Eppure, i vescovi dicono di occuparsi da tempo del problema, ascoltando "voci e preoccupazioni" (ma di chi, se nessuno era interessato?). Temo quindi di non aver ben capito la situazione.
    Credo che questa legittima domanda trovi risposta in un altro punto del documento, il 2.b, in cui si dice (traduzione mia):
    "Alcuni hanno pensato che queste forme liturgiche antiche risultavano 'particolarmente adeguate per loro'. Ma, in realtà, non avevano un 'livello di formazione liturgica e conoscenza della lingua latina' che permettesse loro 'la partecipazione piena, cosciente e attiva alle celebrazioni liturgiche che esige la natura della liturgia stessa'".

    Quindi, dovendo interpretare questa affermazione con quella al punto 2.a, e con quella da te citata, mi pare di capire che hanno avuto delle richieste da parte di alcuni fedeli ma che, analizzando le loro richieste hanno evinto che esse non erano dettate da un'effettiva esigenza spirituale (infatti dicono chiaramente che non avendo un'adeguata formazione liturgica e linguistica la partecipazione al VO non avrebbe dato loro nulla).
    Io credo, ma questa è una mia opinione, che la questione del VO in Costa Rica sia stata più una cosa di alcuni sacerdoti, che hanno cercato di coinvolgere anche dei fedeli, che, tuttavia, non erano adeguatamente preparati a tale rito.

    D'altra parte dobbiamo anche dire che in alcune persone più che un'esigenza spirituale è il gusto dell'esotismo (qui nella forma di antiquitas) che spinge alla partecipazione e questa non può certamente essere una valida ragione, come non possono esserlo i pizzi e i broccati.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  3. #13
    Iscritto L'avatar di Sacro Collegio
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Monza
    Età
    34
    Messaggi
    233
    Alcune Diocesi francesi hanno addirittura un Vicario Episcopale destinato ai gruppi legati alla Messa vetus ordo: si tratta di numeri notevoli.
    Questi Vescovi avranno notevoli problemi, per esempio per celebrare i sacramenti, se la forma straordinaria non può più essere usata nelle Parrocchie, tutta questa gente dove andrà?

  4. #14
    Iscritto L'avatar di Sacro Collegio
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Monza
    Età
    34
    Messaggi
    233
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Un giornalista di cui è universalmente nota l'imparzialità nel giudizio e la capacità di non farsi condizionare dalle opinioni personali...
    Anche un ladro può dire che rubare è sbagliato, non é meno vero l'assunto.

  5. #15
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,542
    Citazione Originariamente Scritto da Sacro Collegio Visualizza Messaggio
    tutta questa gente dove andrà?
    Andrà in parrocchia come fanno tutti gli altri cristiani. Sinceramente se io devo strappare mio figlio dalle grinfie del demonio, liberandolo dal peccato originale, non mi importa se la formula è in latino, in greco, in italiano o in mandarino. La cosa importante è essere in comunione con il Signore e con la sua Chiesa.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  6. #16
    Fidei Depositum
    visitatore
    Per restare alla Francia, i gruppi di cui parliamo sono "in comunione con il Signore e con la sua Chiesa" - e questo lo si deduce dai rapporti che hanno coi loro vescovi. Sono gestiti da sacerdoti diocesani (in comunione col vescovo) a loro dedicati (come succede peraltro ad altri gruppi) o, in altri casi, il vescovo invita in diocesi le c.d. comunità Ecclesia Dei e affida loro quest'apostolato. Laddove sorgano problemi (come a Digione), il vescovo può benissimo affidare l'apostolato a qualcun altro. Non stiamo parlando di appartenenti alla FSSPX, che sono separati dalle strutture diocesane. Anzi, in alcune diocesi - credo di dover dar ragione a Sacro Collegio - i c.d. "tradizionalisti" sono parte importante delle strutture diocesane (anche perché, banalmente, sembrano fare offerte generose - in denaro ed energie - per il sostentamento della Chiesa locale), per cui diventa più comprensibile come mai la reazione ufficiale della Conferenza Episcopale francese sia stata piuttosto guardinga.
    La mia esperienza personale (che come tale può non essere rappresentativa) è questa: i gruppi stabili francesi erano tendenzialmente abbastanza moderati (mentre quelli statunitensi, per esempio, mi parevano decisamente più scontrosi e radicali). Sono in contatto con alcuni di loro e, ad essere sincero, ricordo ben poche critiche a vescovi o comunque atti di ribellione o anti-comunionali. Invece, da una settimana a questa parte anche i moderati stanno cominciando ad alzare i toni. Per cui, per quello che vedo io, TC rischia di rinverdire vecchie ferite o, addirittura, di creare nuove spaccature.
    Segnalo come curiosità, peraltro, che la cerimonia del battesimo nella forma straordinaria si può compiere in lingua parlata (non è obbligatorio il latino).

  7. #17
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,542
    Citazione Originariamente Scritto da Fidei Depositum Visualizza Messaggio
    Per restare alla Francia, i gruppi di cui parliamo sono "in comunione con il Signore e con la sua Chiesa"
    Nessuno afferma il contrario, il discorso, in mancanza della possibilità oggettiva di conoscere tutti quanti, rimane a livello generale, non si accusa specificamente quel gruppo o quell'altro, anche perché certamente all'interno degli stessi gruppi esistono persone moderate e persone estremiste, si accusa invece certa eterodossia sistematica portata avanti da alcuni e insinuatasi nel cuore di molti fedeli, che crea gran danno all'unità della Chiesa.
    Quello che davvero non riesco a capire è perché i gruppi moderati si sentono attaccati, se loro sono nella piena comunione con la Chiesa non hanno nulla da temere, e se dovessero essere vittima di un abuso di potere da parte dei loro vescovi, potranno tranquillamente ricorrere alla Santa Sede, tanto più che il Papa ha chiaramente rimesso alla Santa Sede ogni decisione, anche quelle inerenti i singoli sacerdoti.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  8. #18
    Amministratore L'avatar di Raffaele
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    4,762
    Si sentono attaccati perché l'ottica del documento è quella della transitoria tolleranza in attesa di una prossima eradicazione. Non si tratta solo di riconoscere un ruolo ai vescovi, ma di contenere, scoraggiare e, in prospettiva, sopprimere. Una misura particolarmente dura che in molti -comprensibilmente - fanno fatica a capire.
    In Cristo l'universo è creato e tutto sussiste in lui.

  9. #19
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Località
    Roma
    Età
    52
    Messaggi
    1,640
    https://www.catholicnewsagency.com/n...nal-latin-mass

    Springfield bishop dispenses parishes from restrictions on the Traditional Latin Mass
    Traduz mia: il Vescovo di Springfield dispensa alcune parrocchie dalle restrizioni alla Messa della Tradizione

  10. #20
    Veterano di CR
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Località
    Roma
    Età
    52
    Messaggi
    1,640


    Messaggio al Papa e ai Vescovi dai giovani cattolici di tutto il mondo


Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>