Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 24 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 233

Discussione: Seminario "tradizionale" o "Ecclesia Dei" in Italia.

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    11

    Seminario tradizionale in Italia

    Alla Pontificia Commissione Ecclesia Dei sono già arrivate richieste di informazioni per un seminario tradizionale italiano.
    Come sappiamo la realtà italiana è alquanto carente nel settore del clero di formazione tradizionale.
    L'unico seminario tradizionale presente in Italia, quello dell'Istituto di Cristo Re a Gricigliano è comunque di madrelingua francese, l'insegnamento vi è impartito in francese e i sacerdoti che vi si preparano sono destinati ai vari apostolati che questo Istituto svolge fuori dall'Italia.
    Anche la Fraternità San Pietro e la Fraternità San Giovanni non hanno sacerdoti di madrelingua italiana e questo impedisce non poco il loro apostolato qui in Italia.
    L'Istituto del Buon Pastore ha un solo sacerdote di madrelingua italiana e comunque neppure questo giovane e piccolo Istituto attualmente può svolgere apostolato in Italia.

    In alcuni ambienti ecclesiastici si sta riflettendo sulla possibilità, certamente di non facile realizzazione, di costituire un Istituto tradizionale italiano, con un seminario rivolto alle vocazioni italiane, per venire incontro alla nascente richiesta di clero tradizionale che anche in Italia si sta registrando dopo la pubblicazione del motu proprio Summorum Pontificum.

    Esite qualche sacerdote interessato ad approfondire questa idea?
    C'è qualche seminarista che sarebbe interessato a prendervi parte?

  2. #2
    Partecipante a CR L'avatar di Nunc scio vere
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Archidiocaesis Turritana
    Età
    82
    Messaggi
    575
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Conoscerei un futuro seminarista pronto in uno/due anni a frequentare l'istituto in questione.
    Forza Marcus.
    Non sarebbe possibile togliere quel condizionale, sempre che l'istituto in questione "partisse" prima?

  3. #3
    DOMINVS IN PRIMIS
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Marcus Visualizza Messaggio
    Non è per me nunc, io ti sono coetaneo, è per un mio nipote che ha bisogno di un anno per completare gli studi.
    dai Marcus, so che tu puoi dargli dei buoni consigli.... fallo innamorare della sana tradizione.

  4. #4
    Partecipante a CR L'avatar di Nunc scio vere
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Archidiocaesis Turritana
    Età
    82
    Messaggi
    575
    Pregherò per voi, Marcus e perché questa bellissima idea dell'Istituto, apra quanto prima ai giovani la possibilità di conoscere anche la bellezza della vecchia liturgia.

    Certo che la vedo dura, però.

    Troppi "importanti uomini della chiesa" lo combatterebbero.

    (Vi prego di non leggere giudizi negativi sulle persone. Non ne sto dando.)

  5. #5
    moscape
    visitatore
    Ho già segnalato un sito americano (?) che si propone di aiutare le persone interessate alla realizzazione pratica del motu proprio tramite un "network"; è interessante notare che nella sezione italiana (sui pochi - 20 - iscritti ) ci sono già 2 seminaristi e un sacerdote - forse sarebbero persone da contattare? Vi ripeto il link infra

    Una domanda: cos'è la fraternità S. Giovanni?

    Peter M


    http://www.lumengentleman.com/motucontacts.asp

  6. #6
    Nuovo Mondo
    visitatore
    o che bello! Finalmente sento parlare di comunità tradizionale anche in Italia!.Io sono un sacerdote ed insieme ad un giovane viviamo la sperienza di vita religiosa qui a Firenze. Vi assicuro che è molto dura.Cerchiamo un convento o casa o monastero da ristaurare e finalmente partire.

  7. #7
    Freddi
    visitatore
    Io credo che sia un'ottima idea. Va bene che il motu proprio deve essere applicato in tutti i seminari del mondo, ma credo sia necessario creare altri seminari su modello di quelli della FSSP per poter rispondere alle esigenze più "tradizionali".

  8. #8
    pippobruco
    visitatore
    Cosa si intende per seminario tradizionale?
    E' una questione solo liturgica o ha qualche altro aspetto?

  9. #9
    VTR
    visitatore
    Sinceramente non capisco il tentativo di taluni (chiamiamoli progressisti) che vogliono a tutti i costi mettere i bastoni tra le ruote a chi ha desiderio di organizzarsi o fare cose per far emergere il VO oppure organizzarsi in un Istiutto o Seminario che rispecchi i valori e la formazione di stampo tradizionale.

    Mi pare che si faccia un pessimo serizio alla Chiesa e ripercorrere, al contrario, certi errori del passato (conciliari e post conciliari) quando certi tadizionalisti mettevano ostacoli al cammino del Vat. II.

    Ma dico: ma è mai possibile che non si riesca a conciliare entrambe le cose?
    Ognuno si organizzi (nell'ambito di ciò che la Chiesa permette) come meglio crede.

    Una riflessione a Marcus.

    Vedo positivamente che alcuni giovani (e non sono pochi) tendono a formarsi in modo, diciamo, di stampo tradizionale. E' bene coltivare questa loro aspirazione. Oggi è necessario che i sacerdoti siano sacerdoti sotto tutti i punti di vista. Nella mia esperienza noto come un sacerdote di stile tradizionale è visto con più ammirazione e "devozione" rispetto ad altri che tante volte appaiono "uguali ai laici".
    Faccio un esempio concreto: un sacerdote vestito da prete è diverso da uno che si presenta malandato, con geans e maglietta.
    Sembra una stupidaggine ma anche dall'abbigliamento si puo avere o non avere fiducia verso un sacerdote.
    E poi, la formazione è fondamentale: un sacerdote che si forma su basi solide della tradizione acquista uno stile diverso e condurrà una pastorale sicura e fruttuosa.
    Sarà che io ho a che fare con tanti preti: diocesani e religiosi ma, per esempio, i Legionari di Cristo per stile, formazione, affabilità, certezza di dottrina, etc. sono una spanna (ed anche di più) oltre a tanti altri sacerdoti.

    Quindi, Marcus, coltiva tuo nipote e che diventi un santo sacerdote secondo i disegni fruttuosi del Signore.

  10. #10
    VTR
    visitatore
    Citazione Originariamente Scritto da Cristoforo Visualizza Messaggio
    Io invece credo che ogni cristiano "serva" a diffondere la Parola.
    Scusa Cristoforo, ma cosa ti cambia se uno vuole seguire il rito antico o ritagliarsi uno spazio di "tradizionale"?
    Perchè questo essere "bastian contrario" a tutti i costi?

    Certo, ogni cristiano deve essere evangelizzatore come disse San Paolo: guai a me se non evangelizzassi... ma che cetra con il discorso di Marcus?

    Mi pare che sei un tantino confuso, Ok?

Discussioni Simili

  1. Pontificio Istituto Di Musica Sacra (varie)
    Di Organista nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 18-01-2017, 20:51
  2. Vocazioni e Chiamata
    Di piero.s nel forum Dottrina della Fede
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 11-07-2006, 23:14

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>