Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 35

Discussione: La Chiesa Cattolica e i cattolici in Africa.

  1. #1
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    18,944

    La Chiesa Cattolica e i cattolici in Africa.

    Discussione dedicata alla Chiesa Cattolica e ai cattolici nel continente dell’Africa.


    Essendo andata perduta la discussione dedicata, a causa della cancellazione dell’utente che l’aveva aperta, provvedo io a ricrearla in questo thread, nel quale possiamo possiamo postare notizie sulla Chiesa Cattolica e i cattolici nel suddetto Continente, ad eccezione di quelle che riguardano dei Paesi che hanno già una discussione propria (Egitto e Sudan e Sudan del Sud), nonché discutere dei medesimi argomenti.
    Ultima modifica di Vox Populi; 06-09-2021 alle 17:46
    «Mandatum novum do vobis, ut diligatis invicem;
    sicut dilexi vos, ut et vos diligatis inviceme»
    (Io. 13, 34).




  2. #2
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,332
    Mi sembra bello poter dare a questo thread un incipit alla luce della santità, che si è espressa con delle bellissime figure nella storia cristiana del Continente.
    In particolare oggi il Martirologio Romano ricorda:

    Nel villagio di Paimol presso la missione Kalongi in Uganda, beati Davide Okelo e Gildo Irwa, catechisti e martiri, che, trafitti con la lancia dai pagani del luogo per essersi adoperati spontaneamente nell'opera di evangelizzazione del popolo, manifestarono con il loro intrepido martirio la potenza di Cristo.
    Questi due giovanissimi martiri (12 e 14 anni) vennero beatificati durante la Giornata Missionaria Mondiale del 2002 da san Giovanni Paolo II, che così si espresse nell'omelia:
    Rivolgo i miei pensieri prima di tutto ai due giovani catechisti ugandesi, Daudi Okelo e Jildo Irwa. Questi due coraggiosi testimoni erano poco più che ragazzi quando, con fede e umiltà, versarono il proprio sangue per Cristo e per la Sua Chiesa. Con gioioso entusiasmo per la propria missione di insegnamento della fede ai loro concittadini, nel 1918 partirono per l'Uganda settentrionale. Fu lì, poiché l'evangelizzazione era appena agli inizi in quella regione, che scelsero di abbracciare la morte piuttosto che abbandonare l'area e i loro doveri di catechisti. Realmente nella loro vita e nella loro testimonianza possiamo appurare che erano "amati da Dio ed eletti da Lui" (cfr 1 Ts 1, 4).
    Oggi Daudi e Jildo vengono elevati agli onori degli altari. Vengono offerti a tutta la comunità cristiana quali esempi di santità e virtù e quali modelli e intercessori per i catechisti di tutto il mondo, in particolare in luoghi nei quali i catechisti soffrono ancora per la fede, subendo a volte l'emarginazione sociale e correndo persino rischi personali. Che la vita e la testimonianza di questi due devoti servi del Vangelo ispirino molti uomini e molte donne in Uganda, in Africa e ovunque, a rispondere con generosità alla chiamata a essere catechisti, portando la conoscenza di Cristo agli altri e rafforzando la fede di quelle comunità che hanno ricevuto di recente il Vangelo della salvezza.
    Una breve biografia di questi semplici e coraggiosi figli dell'Africa, si può trovare QUI.

    Affidiamo l'Africa, terra martoriata e sanguinante, all'intercessione di questi due giovani beati e di tanti suoi figli che, per nascita o per scelta, hanno donato la loro vita per portare il Nome e la Pace di Cristo a quelle popolazioni.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  3. #3
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    18,944
    Citazione Originariamente Scritto da Abbas S:Flaviae Visualizza Messaggio
    Affidiamo l'Africa, terra martoriata e sanguinante, all'intercessione di questi due giovani beati e di tanti suoi figli che, per nascita o per scelta, hanno donato la loro vita per portare il Nome e la Pace di Cristo a quelle popolazioni.
    Amen!
    «Mandatum novum do vobis, ut diligatis invicem;
    sicut dilexi vos, ut et vos diligatis inviceme»
    (Io. 13, 34).




  4. #4
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    60,960


    La gioia per la liberazione di suor Narvaez, rapita in Mali oltre quattro anni fa
    Sollievo per il rilascio della religiosa, francescana colombiana, ieri in Mali, dopo anni di prigionia, molti dei quali trascorsi assieme al missionario padre Gigi Maccalli. La suora è in buone condizioni fisiche ed è arrivata in Italia. Suor Narvaez ha incontrato Francesco subito dopo la messa per l'apertura del Sinodo
    «Sicut dilexi vos, ut et vos diligatis invicem».
    (Io. 13,34)

  5. #5

  6. #6

  7. #7

  8. #8

  9. #9

  10. #10

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>