Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Mons. Johannes Baptista Sproll (1870-1949) «Fortiter in Fide»

  1. #1
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470

    Mons. Johannes Baptista Sproll (1870-1949) «Fortiter in Fide»

    Un vescovo “eroe”

    Fu l’unico vescovo cattolico tedesco ad esporsi così pubblicamente, sfidando apertamente i nazisti, accanto al beato cardinale di Münster, Clemens August von Galen.

    Vescovo cattolico della diocesi tedesca di Rottenburg-Stuttgart dal 1927 alla sua morte, nel 1949. Per via delle sue prese di posizione contro l’ideologia nazionalsocialista fu costretto all’esilio nell’agosto del 1938. Le SS circondarono la sua casa bersagliandola con delle pietre e distruggendone le vetrate. Il primo agosto del 1940 l’arcivescovo di Friburgo e il vicario generale di Rottenburg-Stuttgart condannano pubblicamente, anche a nome del vescovo Sproll il programma di eutanasia condotto dal regime di Hitler.

    Il suo motto episcopale «Fortiter in Fide» era per lui un impegno a cui non si sottrasse in tempi bui e violenti. Poco prima che le SS prendessero a sassate la sua casa aveva detto a un gruppo di fedeli:

    «Abbiamo il coraggio di confessare la nostra fede?

    O temiamo il terrore di questo mondo?

    Temiamo la derisione di questo mondo?

    Sì, questo mondo è un’arma potente. Chi è profondamente convinto della sua fede cristiana e chi vive veramente secondo la sua fede, chi ha una forza di fede intangibile ed è una persona pura otterrà l’attenzione e il rispetto di questo mondo. Egli non deve aver paura, non deve temere gli uomini».

    Fonte




  2. #2
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,560
    Scelse un motto meraviglioso, e soprattutto non si sottrasse mai alla sua sofferente applicazione nella vita quotidiana. Un meraviglioso esempio di cristianità e di affidamento filiale alla potenza del Signore!
    «Vox clamantis in deserto: “Parate viam Domini, rectas facite semitas eius”».
    (Luc. 3, 4).



Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •