Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Tribunale per chi insulta un fratello?

  1. #1
    Veterano di CR L'avatar di Restauratore
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Altamura
    Età
    46
    Messaggi
    1,893

    Tribunale per chi insulta un fratello?

    Perché nel discorso della montagna Gesù ordina di processare nel Sinedrio chi dà dello stolto a qualcuno?
    Mi accusano di essere preconciliare ma mi consolo pensando che anche Gesù lo era

  2. #2
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    15,266
    Subito prima del passo che citi Gesù dice: «Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio» (Mt 5, 22). Quando si parla del «giudizio» si intende il tribunale cittadino (formato da 23 persone) che giudicava le piccole cause; il Sinedrio, invece, era formato da 70 persone ed era il supremo tribunale dei Giudei: era riservato alle pene più severe e ai delitti più importanti.
    Si comprende quindi che Gesù con questa affermazione vuole far capire la gravità e l’importanza dei peccati contro la virtù della carità e contro il prossimo. È questo ben chiaro quando ritiene questi peccati commessi direttamente su di Lui (cfr. Mt 25, 40).
    È chiaro che il Signore non si riferisce alla parola «stupido» detta quasi come scherzo o quasi per ridere, come sinonimo di disavvedutezza, cosa che spesso accade nel nostro tempo, ma a quando si insulta il fratello in maniera inequivocabile e con grande pesantezza. Gesù vuol far capire quanto grave sia l’atto di insultare e di ingiuriare il proprio prossimo.


    Citazione biblica da: La Sacra Bibbia, Libreria Editrice Vaticana, Conferenza Episcopale Italiana, © Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, 2008.
    «Inter persecutiones mundi et consolationes Dei peregrinando procurrit Ecclesia».
    (Sant’Agostino, De civitate Dei, XVIII, 51, 2).




  3. #3
    Iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2021
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    142
    Citazione Originariamente Scritto da Laudato Si’ Visualizza Messaggio
    È chiaro che il Signore non si riferisce alla parola «stupido» detta quasi come scherzo o quasi per ridere, come sinonimo di disavvedutezza, cosa che spesso accade nel nostro tempo, ma a quando si insulta il fratello in maniera inequivocabile e con grande pesantezza. Gesù vuol far capire quanto grave sia l’atto di insultare e di ingiuriare il proprio prossimo.Citazione biblica da: La Sacra Bibbia, Libreria Editrice Vaticana, Conferenza Episcopale Italiana, © Fondazione di Religione Santi Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, 2008.
    Oggigiorno, insultare il prossimo, credo sia diventato sport nazionale.

  4. #4
    Partecipante a CR L'avatar di Fone
    Data Registrazione
    Jul 2016
    Località
    Bologna
    Età
    29
    Messaggi
    834
    Un detto dice: bisogna camminare tre lune nelle scarpe di un altro per capirlo appieno
    I carri di Dio sono miriadi, migliaia gli arcieri: il Signore è tra loro, sul Sinai, in santità. (Salmo 68, 18)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •