Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 32 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 311

Discussione: TESTI LITURGICI DELLA MESSA in Rito Romano

  1. #11
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    7 dicembre 2021
    Sant’Ambrogio, vescovo e dottore della Chiesa
    Memoria

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Sir 15, 5
    In mezzo alla Chiesa gli ha aperto la bocca,
    il Signore lo ha colmato dello spirito di sapienza e d’intelligenza;
    gli ha fatto indossare una veste di gloria.

    Colletta
    O Dio, che nel vescovo sant’Ambrogio
    ci hai dato un maestro della fede cattolica
    e un esempio di apostolica fortezza,
    suscita nella tua Chiesa uomini secondo il tuo cuore
    che la governino con coraggio e sapienza.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Is 40, 1-11
    Dio consola il suo popolo.


    Dal libro del profeta Isaìa
    «Consolate, consolate il mio popolo
    – dice il vostro Dio.
    Parlate al cuore di Gerusalemme
    e gridatele che la sua tribolazione è compiuta,
    la sua colpa è scontata,
    perché ha ricevuto dalla mano del Signore
    il doppio per tutti i suoi peccati».
    Una voce grida:
    «Nel deserto preparate la via al Signore,
    spianate nella steppa la strada per il nostro Dio.
    Ogni valle sia innalzata,
    ogni monte e ogni colle siano abbassati;
    il terreno accidentato si trasformi in piano
    e quello scosceso in vallata.
    Allora si rivelerà la gloria del Signore
    e tutti gli uomini insieme la vedranno,
    perché la bocca del Signore ha parlato».
    Una voce dice: «Grida»,
    e io rispondo: «Che cosa dovrò gridare?».
    Ogni uomo è come l’erba
    e tutta la sua grazia è come un fiore del campo.
    Secca l’erba, il fiore appassisce
    quando soffia su di essi il vento del Signore.
    Veramente il popolo è come l’erba.
    Secca l’erba, appassisce il fiore,
    ma la parola del nostro Dio dura per sempre.
    Sali su un alto monte,
    tu che annunci liete notizie a Sion!
    Alza la tua voce con forza,
    tu che annunci liete notizie a Gerusalemme.
    Alza la voce, non temere;
    annuncia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio!
    Ecco, il Signore Dio viene con potenza,
    il suo braccio esercita il dominio.
    Ecco, egli ha con sé il premio
    e la sua ricompensa lo precede.
    Come un pastore egli fa pascolare il gregge
    e con il suo braccio lo raduna;
    porta gli agnellini sul petto
    e conduce dolcemente le pecore madri».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 95 (96)
    Ecco, il nostro Dio viene con potenza.

    Cantate al Signore un canto nuovo,
    cantate al Signore, uomini di tutta la terra.
    Cantate al Signore, benedite il suo nome,
    annunciate di giorno in giorno la sua salvezza.

    In mezzo alle genti narrate la sua gloria,
    a tutti i popoli dite le sue meraviglie.
    Dite tra le genti: «Il Signore regna!».
    Egli giudica i popoli con rettitudine.

    Gioiscano i cieli, esulti la terra,
    risuoni il mare e quanto racchiude;
    sia in festa la campagna e quanto contiene,
    acclamino tutti gli alberi della foresta.

    Esultino davanti al Signore che viene:
    sì, egli viene a giudicare la terra;
    giudicherà il mondo con giustizia
    e nella sua fedeltà i popoli.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Il giorno del Signore è vicino:
    egli viene a salvarci.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 18, 12-14
    Dio non vuole che i piccoli si perdano.


    Dal Vangelo secondo Matteo.
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
    «Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita?
    In verità io vi dico: se riesce a trovarla, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite.
    Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda».

    Sulle Offerte
    O Signore, lo Spirito Santo infonda in noi,
    che celebriamo i divini misteri,
    la stessa luce di fede
    che illuminò sempre sant’Ambrogio
    per la diffusione della tua gloria.
    Per Cristo nostro Signore.

    Antifona alla Comunione Cf. Sal 1, 2. 3
    Chi medita la legge del Signore giorno e notte, darà frutto a suo tempo.

    Dopo la Comunione
    O Dio,
    che ci hai fortificati con la potenza di questo sacramento,
    fa’ che progrediamo
    sull’esempio di sant’Ambrogio,
    per camminare forti nelle tue vie
    e prepararci a gustare la dolcezza del banchetto eterno.
    Per Cristo nostro Signore.

  2. #12
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    8 dicembre 2021
    IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA
    Solennità

    Antifona d'Ingresso
    Is 61, 10
    Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio:
    mi ha rivestito delle vesti di salvezza, mi ha avvolto con il manto della giustizia,
    come una sposa si adorna di gioielli.

    S dice il Gloria.

    Colletta

    O Padre, che nell’Immacolata Concezione della Vergine
    hai preparato una degna dimora per il tuo Figlio,
    e in previsione della morte di lui
    l’hai preservata da ogni macchia di peccato,
    concedi anche a noi, per sua intercessione,
    di venire incontro a te in santità e purezza di spirito.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Gen 3, 9-15.20
    Porrò inimicizia tra la tua stirpe e la stirpe della donna.


    Dal libro della Genesi
    [Dopo che l’uomo ebbe mangiato del frutto dell’albero,] il Signore Dio lo chiamò e gli disse: «Dove sei?». Rispose: «Ho udito la tua voce nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». Riprese: «Chi ti ha fatto sapere che sei nudo? Hai forse mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?». Rispose l’uomo: «La donna che tu mi hai posto accanto mi ha dato dell’albero e io ne ho mangiato». Il Signore Dio disse alla donna: «Che hai fatto?». Rispose la donna: «Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato».
    Allora il Signore Dio disse al serpente:
    «Poiché hai fatto questo,
    maledetto tu fra tutto il bestiame
    e fra tutti gli animali selvatici!
    Sul tuo ventre camminerai
    e polvere mangerai
    per tutti i giorni della tua vita.
    Io porrò inimicizia fra te e la donna,
    fra la tua stirpe e la sua stirpe:
    questa ti schiaccerà la testa
    e tu le insidierai il calcagno».
    L’uomo chiamò sua moglie Eva, perché ella fu la madre di tutti i viventi.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 97 (98)
    Cantate al Signore un canto nuovo, perché ha compiuto meraviglie.

    Cantate al Signore un canto nuovo,
    perché ha compiuto meraviglie.
    Gli ha dato vittoria la sua destra
    e il suo braccio santo.

    Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza,
    agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
    Egli si è ricordato del suo amore,
    della sua fedeltà alla casa d’Israele.

    Tutti i confini della terra hanno veduto
    la vittoria del nostro Dio.
    Acclami il Signore tutta la terra,
    gridate, esultate, cantate inni!

    Seconda Lettura Ef 1, 3-6.11-12
    In Cristo Dio ci ha scelti prima della creazione del mondo.


    Dalla lettera di san Paolo apostolo agli Efesini
    Benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
    che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo.
    In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo
    per essere santi e immacolati di fronte a lui nella carità,
    predestinandoci a essere per lui figli adottivi
    mediante Gesù Cristo,
    secondo il disegno d’amore della sua volontà,
    a lode dello splendore della sua grazia,
    di cui ci ha gratificati nel Figlio amato.
    In lui siamo stati fatti anche eredi,
    predestinati – secondo il progetto di colui
    che tutto opera secondo la sua volontà –
    a essere lode della sua gloria,
    noi, che già prima abbiamo sperato nel Cristo.

    Canto al Vangelo Cf. Lc 1, 28
    Alleluia, alleluia.
    Rallègrati, piena di grazia,
    il Signore è con te,
    benedetta tu fra le donne.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 1, 26-38
    Ecco concepirai un figlio e lo darai alla luce.


    Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
    A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
    Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
    Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

    Si dice il Credo.

    Sulle Offerte

    Accetta con benevolenza, o Signore, il sacrificio di salvezza
    che ti offriamo nella solennità dell’Immacolata Concezione
    della beata Vergine Maria,
    e come noi la riconosciamo preservata per tua grazia
    da ogni macchia di peccato, così, per sua intercessione,
    fa’ che siamo liberati da ogni colpa.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio
    Il mistero di Maria e della Chiesa

    È veramente cosa buona e giusta,
    nostro dovere e fonte di salvezza,
    rendere grazie sempre e in ogni luogo
    a te, Signore, Padre santo,
    Dio onnipotente ed eterno.
    Tu hai preservato la beata Vergine Maria da ogni macchia di peccato originale,
    per fare di lei, colmata di grazia,
    la degna Madre del tuo Figlio
    e segnare l’inizio della Chiesa,
    sposa di Cristo senza macchia e senza ruga, splendente di bellezza.
    Da lei vergine purissima doveva nascere il tuo Figlio,
    Agnello innocente che toglie i nostri peccati
    e sopra ogni altra creatura
    l’hai predestinata, per il tuo popolo,
    sublime modello di santità e avvocata di grazia.
    E noi,
    uniti ai cori degli angeli,
    proclamiamo esultanti
    la tua lode

    Antifona alla Comunione
    Grandi cose di te si cantano, o Maria:
    da te è nato il sole di giustizia, Cristo, nostro Dio.

    Dopo la Comunione
    I sacramenti che abbiamo ricevuto, Signore Dio nostro,
    guariscano in noi le ferite di quella colpa
    da cui, in modo singolare,
    hai preservato la beata Vergine Maria
    nella sua Immacolata Concezione.
    Per Cristo nostro Signore.

    Si può utilizzare la formula della benedizione solenne Nelle feste della Beata Vergine Maria.

  3. #13
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    9 dicembre 2021
    Giovedì della II settimana di Avvento

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Sal 118, 151-152
    Tu sei vicino, o Signore, e tutte le tue vie sono verità;.
    fin dal principio, dalle tue testimonianze
    ho conosciuto che in eterno tu sei.

    Colletta
    Ridesta i nostri cuori, o Padre,
    a preparare le vie del tuo Figlio unigenito,
    e fa’ che, per la sua venuta,
    possiamo servirti con purezza di spirito.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Is 41, 13-20
    Io sono il tuo redentore, il Santo d'Israele.


    Dal libro del profeta Isaìa
    Io sono il Signore, tuo Dio,
    che ti tengo per la destra
    e ti dico: «Non temere, io ti vengo in aiuto».
    Non temere, vermiciattolo di Giacobbe,
    larva d’Israele;
    io vengo in tuo aiuto – oràcolo del Signore –,
    tuo redentore è il Santo d’Israele.
    Ecco, ti rendo come una trebbia acuminata, nuova,
    munita di molte punte;
    tu trebbierai i monti e li stritolerai,
    ridurrai i colli in pula.
    Li vaglierai e il vento li porterà via,
    il turbine li disperderà.
    Tu, invece, gioirai nel Signore,
    ti vanterai del Santo d’Israele.
    I miseri e i poveri cercano acqua ma non c’è;
    la loro lingua è riarsa per la sete.
    Io, il Signore, risponderò loro,
    io, Dio d’Israele, non li abbandonerò.
    Farò scaturire fiumi su brulle colline,
    fontane in mezzo alle valli;
    cambierò il deserto in un lago d’acqua,
    la terra arida in zona di sorgenti.
    Nel deserto pianterò cedri,
    acacie, mirti e ulivi;
    nella steppa porrò cipressi,
    olmi e abeti;
    perché vedano e sappiano,
    considerino e comprendano a un tempo
    che questo ha fatto la mano del Signore,
    lo ha creato il Santo d’Israele.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 144 (145)
    Il Signore è misericordioso e grande nell’amore.

    O Dio, mio re, voglio esaltarti
    e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.
    Buono è il Signore verso tutti,
    la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

    Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
    e ti benedicano i tuoi fedeli.
    Dicano la gloria del tuo regno
    e parlino della tua potenza.

    Facciano conoscere agli uomini le tue imprese
    e la splendida gloria del tuo regno.
    Il tuo regno è un regno eterno,
    il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.

    Canto al Vangelo Cf. Is 45, 8
    Alleluia, alleluia.
    Stillate, cieli, dall’alto
    e le nubi facciano piovere il Giusto;
    si apra la terra
    e germogli il Salvatore.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 11, 11-15
    Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista.


    Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse alle folle:
    «In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
    Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
    Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
    Chi ha orecchi, ascolti!».

    Sulle Offerte
    Accogli, o Signore, il pane e il vino,
    dono della tua benevolenza,
    e concedi che il nostro sacrificio spirituale
    compiuto nel tempo
    sia per noi pegno della redenzione eterna.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    L’offerta che ti presentiamo, o Signore,
    ottenga ai tuoi fedeli i doni dell’unità e della pace.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Cf. Tt 2, 12-13

    Viviamo in questo mondo con giustizia e pietà,
    nell’attesa che si compia la beata speranza
    e venga nella gloria il nostro Dio.

    Oppure: Mt 11, 12
    Il regno dei cieli subisce violenza
    e i violenti se ne impadroniscono.

    Dopo la Comunione
    La partecipazione a questo sacramento,
    che a noi pellegrini sulla terra
    rivela il senso cristiano della vita,
    ci sostenga, o Signore, nel nostro cammino
    e ci guidi ai beni eterni.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    O Signore, che ci nutri di Cristo, pane vivo,
    formaci alla scuola di Cristo maestro,
    perché conosciamo la tua verità
    e la viviamo nella carità fraterna.
    Per Cristo nostro Signore.

    _________________________________

    Memoria facoltativa:
    San Giovanni Diego Cuauhtlatoatzin


    Dal Comune dei santi: per un santo.

    Colletta

    O Dio, che per mezzo di san Giovanni Diego
    hai mostrato l’amore della santissima Vergine Maria
    per il tuo popolo, fa’ che, per sua intercessione,
    seguendo le esortazioni della nostra Madre di Guadalupe,
    possiamo compiere sempre la tua volontà.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.
    Ultima modifica di Vox Populi; 09-12-2021 alle 20:41

  4. #14
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    10 dicembre 2021
    Venerdì della II settimana di Avvento

    Antifona d'Ingresso

    Ecco, il Signore verrà con splendore
    a visitare il suo popolo nella pace
    per fargli dono della vita eterna.

    Colletta
    Rafforza, o Padre, la nostra vigilanza
    nell’attesa del tuo Figlio,
    perché, illuminati dalla sua parola di salvezza,
    andiamo incontro a lui con le lampade accese.
    Egli è Dio, e vive e regna con te,
    nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Is 48, 17-19
    Se tu avessi prestato attenzione ai miei comandi!


    Dal libro del profeta Isaìa
    Così dice il Signore tuo redentore,
    il Santo di Israele:
    «Io sono il Signore tuo Dio
    che ti insegno per il tuo bene,
    che ti guido per la strada su cui devi andare.
    Se avessi prestato attenzione ai miei comandi,
    il tuo benessere sarebbe come un fiume,
    la tua giustizia come le onde del mare.
    La tua discendenza sarebbe come la sabbia
    e i nati dalle tue viscere come i granelli d’arena;
    non sarebbe mai radiato né cancellato
    il tuo nome davanti a me».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 1
    Chi ti segue, Signore, avrà la luce della vita.

    Beato l’uomo che non entra nel consiglio dei malvagi,
    non resta nella via dei peccatori
    e non siede in compagnia degli arroganti,
    ma nella legge del Signore trova la sua gioia,
    la sua legge medita giorno e notte.

    È come albero piantato lungo corsi d’acqua,
    che dà frutto a suo tempo:
    le sue foglie non appassiscono
    e tutto quello che fa, riesce bene.

    Non così, non così i malvagi,
    ma come pula che il vento disperde;
    poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti,
    mentre la via dei malvagi va in rovina.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Il Signore viene, andiamogli incontro:
    egli è il principe della pace.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 11, 16-19
    Non ascoltano né Giovanni né il Figlio dell'uomo.


    Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse alle folle:
    «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano:
    “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato,
    abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!”.
    È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: “Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori”.
    Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».

    Sulle Offerte
    Guarda con benevolenza, o Signore,
    alle preghiere e al sacrificio
    che umilmente ti presentiamo:
    all’estrema povertà dei nostri meriti
    supplisca l’aiuto della tua misericordia.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Il sacrificio che offriamo alla tua maestà, Signore,
    giovi alla nostra salvezza
    e sia gradito al tuo amore di Padre.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Cf. Fil 3, 20-21

    Aspettiamo il nostro Salvatore Gesù Cristo:
    egli trasfigurerà il nostro corpo mortale
    a immagine del suo corpo glorioso.

    Oppure: Mt 11, 19
    Il Figlio dell’uomo è amico di pubblicani e di peccatori.
    La sapienza è stata riconosciuta giusta
    per le opere che essa compie.

    Dopo la Comunione
    Saziati del cibo spirituale, o Signore,
    a te innalziamo la nostra supplica:
    per la partecipazione a questo sacramento,
    insegnaci a valutare con sapienza i beni della terra
    e a tenere fisso lo sguardo su quelli del cielo.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Nutriti con il pane del cielo,
    umilmente ti preghiamo, Signore:
    fa’ che otteniamo il perdono delle colpe,
    la salute del corpo,
    la grazia e la gloria eterna dell’anima.
    Per Cristo nostro Signore.

    _________________________________

    Memoria facoltativa:
    Beata Vergine Maria di Loreto


    Dal Comune della beata Vergine Maria, nel Tempo di Avvento, oppure dalle Messe votive, con la seguente Colletta:
    O Dio, che raccogli nella tua Chiesa
    la moltitudine dei credenti
    perché ti riconoscano, ti amino e ti servano,
    concedi a noi,
    per intercessione della beata Vergine Maria,
    di celebrare con viva fede il mistero dell’incarnazione,
    fonte della nostra salvezza.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

  5. #15
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    11 dicembre 2021
    Sabato della II settimana di Avvento

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Sal 79, 4.2
    Vieni, e fa’ splendere il tuo volto su di noi,
    o Signore, che siedi nei cieli, e noi saremo salvi.

    Colletta
    Sorga nei nostri cuori, Dio onnipotente,
    lo splendore della tua gloria,
    perché, vinta ogni oscurità della notte,
    la venuta del tuo Figlio unigenito
    manifesti al mondo che siamo figli della luce.
    Egli è Dio, e vive e regna con te,
    nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Sir 48, 1-4.9-11 (NV) [gr. 48, 1-4.9-11b]
    Elia ritornerà.


    Dal libro di Siràcide
    In quei giorni, sorse Elìa profeta, come un fuoco;
    la sua parola bruciava come fiaccola.
    Egli fece venire su di loro la carestia
    e con zelo li ridusse a pochi.
    Per la parola del Signore chiuse il cielo
    e così fece scendere per tre volte il fuoco.
    Come ti rendesti glorioso, Elìa, con i tuoi prodigi!
    E chi può vantarsi di esserti uguale?
    Tu sei stato assunto in un turbine di fuoco,
    su un carro di cavalli di fuoco;
    tu sei stato designato a rimproverare i tempi futuri,
    per placare l’ira prima che divampi,
    per ricondurre il cuore del padre verso il figlio
    e ristabilire le tribù di Giacobbe.
    Beati coloro che ti hanno visto
    e si sono addormentati nell’amore.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 79 (80)
    Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

    Tu, pastore d’Israele, ascolta.
    Seduto sui cherubini, risplendi.
    Risveglia la tua potenza
    e vieni a salvarci.

    Dio degli eserciti, ritorna!
    Guarda dal cielo e vedi
    e visita questa vigna,
    proteggi quello che la tua destra ha piantato,
    il figlio dell’uomo che per te hai reso forte.

    Sia la tua mano sull’uomo della tua destra,
    sul figlio dell’uomo che per te hai reso forte.
    Da te mai più ci allontaneremo,
    facci rivivere e noi invocheremo il tuo nome.

    Canto al Vangelo Lc 3, 4,6
    Alleluia, alleluia.
    Preparate la via del Signore,
    raddrizzate i suoi sentieri!
    Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 17, 10-13
    Elia è già venuto, e non l'hanno riconosciuto.


    Dal Vangelo secondo Matteo
    Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?».
    Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro».
    Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.

    Sulle Offerte
    Sempre si rinnovi, o Signore,
    l’offerta di questo sacrificio
    che attua il santo mistero da te istituito,
    e con la sua divina potenza
    renda efficace in noi l’opera della salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Portando all’altare i nostri doni,
    supplichiamo la tua clemenza, o Signore,
    perché da questo sacrificio salga a te la lode perfetta
    e scenda su di noi la pienezza della tua grazia.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Ap 22, 12

    «Ecco, io vengo presto e ho con me il mio salario», dice il Signore,
    «per rendere a ciascuno secondo le sue opere».

    Oppure: Mt 17, 12
    Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto.
    Così anche il Figlio dell’uomo.

    Dopo la Comunione
    Imploriamo, o Signore, la tua misericordia:
    la forza divina di questo sacramento
    ci purifichi dal peccato
    e ci prepari alle feste del Natale.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Custodisci in noi il tuo dono, o Signore,
    e il sacramento che abbiamo ricevuto dalla tua bontà
    diventi per noi sorgente di salvezza e di pace.
    Per Cristo nostro Signore.

    _________________________________

    Memoria facoltativa:
    San Damaso I, papa


    Dal Comune dei pastori: per un papa.

    Colletta

    Concedi a noi, o Signore,
    di celebrare sempre i meriti dei tuoi martiri
    che il santo papa Damaso ci insegnò ad amare e custodire.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

  6. #16
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    12 dicembre 2021
    III DOMENICA DI AVVENTO Gaudete

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Fil 4, 4.5
    Rallegratevi sempre nel Signore, ve lo ripeto:
    rallegratevi. Il Signore è vicino!

    Non si dice il Gloria.

    Colletta

    Guarda, o Padre, il tuo popolo,
    che attende con fede il Natale del Signore,
    e fa’ che giunga a celebrare con rinnovata esultanza
    il grande mistero della salvezza.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Oppure:
    O Dio, fonte di vita e di gioia,
    rinnovaci con la potenza del tuo Spirito,
    perché, affrettandoci sulla via dei tuoi comandamenti,
    portiamo a tutti gli uomini
    il lieto annuncio del Salvatore,
    Gesù Cristo tuo Figlio.
    Egli è Dio, e vive e regna con te,
    nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Sof 3, 14-17
    Il Signore esulterà per te con grida di gioia.


    Dal libro del profeta Sofonìa
    Rallegrati, figlia di Sion,
    grida di gioia, Israele,
    esulta e acclama con tutto il cuore,
    figlia di Gerusalemme!
    Il Signore ha revocato la tua condanna, ha disperso il tuo nemico.
    Re d'Israele è il Signore in mezzo a te,
    tu non temerai più alcuna sventura.
    In quel giorno si dirà a Gerusalemme:
    «Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia!
    Il Signore, tuo Dio, in mezzo a te è un salvatore potente.
    Gioirà per te, ti rinnoverà con il suo amore,
    esulterà per te con grida di gioia».

    Salmo Responsoriale Da Is 12, 2-6
    Canta ed esulta, perché grande in mezzo a te è il Santo d'Israele.

    Ecco, Dio è la mia salvezza;
    io avrò fiducia, non avrò timore,
    perché mia forza e mio canto è il Signore;
    egli è stato la mia salvezza.

    Attingerete acqua con gioia
    alle sorgenti della salvezza.
    Rendete grazie al Signore e invocate il suo nome,
    proclamate fra i popoli le sue opere,
    fate ricordare che il suo nome è sublime.

    Cantate inni al Signore, perché ha fatto cose eccelse,
    le conosca tutta la terra.
    Canta ed esulta, tu che abiti in Sion,
    perché grande in mezzo a te è il Santo d'Israele.

    Seconda Lettura Fil 4, 4-7
    Il Signore è vicino!


    Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippesi
    Fratelli, siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto: siate lieti. La vostra amabilità sia nota a tutti. Il Signore è vicino!
    Non angustiatevi per nulla, ma in ogni circostanza fate presenti a Dio le vostre richieste con preghiere, suppliche e ringraziamenti.
    E la pace di Dio, che supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e le vostre menti in Cristo Gesù.

    Canto al Vangelo Is 61, 1 (cit. in Lc 4, 18)
    Alleluia, alleluia.
    Lo Spirito del Signore è sopra di me,
    mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annunzio.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 3, 10-18
    E noi che cosa dobbiamo fare?


    Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, le folle interrogavano Giovanni, dicendo: «Che cosa dobbiamo fare?». Rispondeva loro: «Chi ha due tuniche, ne dia a chi non ne ha, e chi ha da mangiare, faccia altrettanto».
    Vennero anche dei pubblicani a farsi battezzare e gli chiesero: «Maestro, che cosa dobbiamo fare?». Ed egli disse loro: «Non esigete nulla di più di quanto vi è stato fissato».
    Lo interrogavano anche alcuni soldati: «E noi, che cosa dobbiamo fare?». Rispose loro: «Non maltrattate e non estorcete niente a nessuno; accontentatevi delle vostre paghe».
    Poiché il popolo era in attesa e tutti, riguardo a Giovanni, si domandavano in cuor loro se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. Tiene in mano la pala per pulire la sua aia e per raccogliere il frumento nel suo granaio; ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».
    Con molte altre esortazioni Giovanni evangelizzava il popolo.

    Si dice il Credo.

    Sulle Offerte

    Sempre si rinnovi, o Signore,
    l’offerta di questo sacrificio
    che attua il santo mistero da te istituito,
    e con la sua divina potenza
    renda efficace in noi l’opera della salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Cf. Is 35, 4

    Dite agli smarriti di cuore: «Coraggio, non temete!
    Ecco il vostro Dio. Egli viene a salvarvi».

    Oppure: Lc 3, 17
    Tiene in mano la pala per pulire la sua aia
    e per raccogliere il frumento nel suo granaio.

    Dopo la Comunione
    Imploriamo, o Signore, la tua misericordia:
    la forza divina di questo sacramento
    ci purifichi dal peccato
    e ci prepari alle feste ormai vicine.
    Per Cristo nostro Signore.

    Si può utilizzare la formula della benedizione solenne Nell'Avvento.

  7. #17
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    13 dicembre 2021
    Santa Lucia, vergine e martire
    Memoria


    Dal Comune dei martiri: per una vergine martire, o dal Comune delle vergini: per una vergine.

    Colletta

    Riempi di gioia e di luce il tuo popolo, o Signore,
    per l’intercessione gloriosa della santa vergine e martire Lucia,
    perché noi, che festeggiamo qui in terra
    la sua nascita al cielo,
    possiamo contemplare con i nostri occhi la tua gloria.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Nm 24, 2-7.15-17b
    Una stella spunta da Giacobbe.


    Dal libro dei Numeri
    In quei giorni, Balaam alzò gli occhi e vide Israele accampato, tribù per tribù. Allora lo spirito di Dio fu sopra di lui. Egli pronunciò il suo poema e disse:
    «Oracolo di Balaam, figlio di Beor,
    e oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante;
    oracolo di chi ode le parole di Dio,
    di chi vede la visione dell’Onnipotente,
    cade e gli è tolto il velo dagli occhi.
    Come sono belle le tue tende, Giacobbe,
    le tue dimore, Israele!
    Si estendono come vallate,
    come giardini lungo un fiume,
    come àloe, che il Signore ha piantato,
    come cedri lungo le acque.
    Fluiranno acque dalle sue secchie
    e il suo seme come acque copiose.
    Il suo re sarà più grande di Agag
    e il suo regno sarà esaltato».
    Egli pronunciò il suo poema e disse:
    «Oracolo di Balaam, figlio di Beor,
    oracolo dell’uomo dall’occhio penetrante,
    oracolo di chi ode le parole di Dio
    e conosce la scienza dell’Altissimo,
    di chi vede la visione dell’Onnipotente,
    cade e gli è tolto il velo dagli occhi.
    Io lo vedo, ma non ora,
    io lo contemplo, ma non da vicino:
    una stella spunta da Giacobbe
    e uno scettro sorge da Israele».

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 24 (25)
    Fammi conoscere, Signore, le tue vie.
    Oppure:
    Sei tu, Signore, la via della vita.

    Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
    insegnami i tuoi sentieri.
    Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
    perché sei tu il Dio della mia salvezza.

    Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
    e del tuo amore che è da sempre.
    Ricòrdati di me nella tua misericordia,
    per la tua bontà, Signore.

    Buono e retto è il Signore,
    indica ai peccatori la via giusta;
    guida i poveri secondo giustizia,
    insegna ai poveri la sua via.

    Canto al Vangelo Sal 85, 8
    Alleluia, alleluia.
    Mostraci, Signore, la tua misericordia
    e donaci la tua salvezza.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 21, 23-27
    Il battesimo di Giovanni da dove veniva?


    Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?».
    Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?».
    Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta».
    Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

  8. #18
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    14 dicembre 2021
    San Giovanni della Croce, presbitero e dottore della Chiesa

    Memoria

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Gal 6, 14
    Non ci sia per me altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo,
    per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo.

    Colletta
    O Dio, che hai reso il santo presbitero Giovanni [della Croce]
    maestro della rinuncia perfetta di sé
    e appassionato discepolo della croce,
    concedi a noi di restare sempre saldi nella sua imitazione
    per giungere alla contemplazione eterna della tua gloria.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Sof 3, 1-2.9-13
    La salvezza messianica è promessa a tutti i popoli.


    Dal libro del profeta Sofonia
    Così dice il Signore:
    «Guai alla città ribelle e impura,
    alla città che opprime!
    Non ha ascoltato la voce,
    non ha accettato la correzione.
    Non ha confidato nel Signore,
    non si è rivolta al suo Dio».
    «Allora io darò ai popoli un labbro puro,
    perché invochino tutti il nome del Signore
    e lo servano tutti sotto lo stesso giogo.
    Da oltre i fiumi di Etiopia
    coloro che mi pregano,
    tutti quelli che ho disperso, mi porteranno offerte.
    In quel giorno non avrai vergogna
    di tutti i misfatti commessi contro di me,
    perché allora allontanerò da te
    tutti i superbi gaudenti,
    e tu cesserai di inorgoglirti
    sopra il mio santo monte.
    Lascerò in mezzo a te
    un popolo umile e povero».
    Confiderà nel nome del Signore
    il resto d’Israele.
    Non commetteranno più iniquità
    e non proferiranno menzogna;
    non si troverà più nella loro bocca
    una lingua fraudolenta.
    Potranno pascolare e riposare
    senza che alcuno li molesti.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 33 (34)
    Il povero grida e il Signore lo ascolta.
    Oppure:
    Il Signore è vicino a chi lo cerca.

    Benedirò il Signore in ogni tempo,
    sulla mia bocca sempre la sua lode.
    Io mi glorio nel Signore:
    i poveri ascoltino e si rallegrino.

    Guardate a lui e sarete raggianti,
    i vostri volti non dovranno arrossire.
    Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
    lo salva da tutte le sue angosce.

    Il volto del Signore contro i malfattori,
    per eliminarne dalla terra il ricordo.
    Gridano i giusti e il Signore li ascolta,
    li libera da tutte le loro angosce.

    Il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato,
    egli salva gli spiriti affranti.
    Il Signore riscatta la vita dei suoi servi;
    non sarà condannato chi in lui si rifugia.

    Canto al Vangelo
    Alleluia, alleluia.
    Vieni, Signore, non tardare:
    perdona i peccati del tuo popolo.
    Alleluia.

    Vangelo Mt 21, 28-32
    E' venuto Giovanni e i peccatori gli hanno creduto.


    Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».
    E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

    Sulle Offerte
    Accogli, Dio onnipotente,
    il sacrificio che ti offriamo nella memoria di san Giovanni,
    e donaci di testimoniare nella santità della vita
    la passione del Signore che celebriamo nel mistero.
    Per Cristo nostro Signore.

    Antifona alla Comunione Mt 16, 24
    «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso,
    prenda la sua croce e mi segua», dice il Signore.

    Dopo la Comunione
    O Dio, che in san Giovanni
    ci hai dato un mirabile testimone del mistero della Croce
    concedi che, rinvigoriti dalla comunione
    a questo sacrificio,
    aderiamo con piena fedeltà a Cristo
    e operiamo nella Chiesa per la salvezza di tutti.
    Per Cristo nostro Signore.

  9. #19
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    15 dicembre 2021
    Mercoledì della III settimana di Avvento

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Ab 2, 3; 1 Cor 4, 5
    Il Signore viene, non tarderà:
    metterà in luce i segreti delle tenebre
    e si rivelerà a tutte le genti.

    Colletta
    Dio onnipotente,
    concedi che la festa ormai vicina del tuo Figlio
    risani le ferite della vita presente
    e ci dia il possesso dei beni eterni.
    Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
    e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Is 45, 6b-8.18.21b-25
    Stillate, cieli, dall'alto.


    Dal libro del profeta Isaìa
    «Io sono il Signore, non ce n’è altri.
    Io formo la luce e creo le tenebre,
    faccio il bene e provoco la sciagura;
    io, il Signore, compio tutto questo.
    Stillate, cieli, dall’alto
    e le nubi facciano piovere la giustizia;
    si apra la terra e produca la salvezza
    e germogli insieme la giustizia.
    Io, il Signore, ho creato tutto questo».
    Poiché così dice il Signore,
    che ha creato i cieli,
    egli, il Dio che ha plasmato
    e fatto la terra e l’ha resa stabile,
    non l’ha creata vuota,
    ma l’ha plasmata perché fosse abitata:
    «Io sono il Signore, non ce n’è altri.
    Non sono forse io, il Signore?
    Fuori di me non c’è altro dio;
    un dio giusto e salvatore
    non c’è all’infuori di me.
    Volgetevi a me e sarete salvi,
    voi tutti confini della terra,
    perché io sono Dio, non ce n’è altri.
    Lo giuro su me stesso,
    dalla mia bocca esce la giustizia,
    una parola che non torna indietro:
    davanti a me si piegherà ogni ginocchio,
    per me giurerà ogni lingua».
    Si dirà: «Solo nel Signore
    si trovano giustizia e potenza!».
    Verso di lui verranno, coperti di vergogna,
    quanti ardevano d’ira contro di lui.
    Dal Signore otterrà giustizia e gloria
    tutta la stirpe d’Israele.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 84 (85)
    Stillate cieli dall’alto e le nubi facciano piovere il giusto.
    Oppure:
    Vieni, Signore, re di giustizia e di pace.

    Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore:
    egli annuncia la pace.
    Sì, la sua salvezza è vicina a chi lo teme,
    perché la sua gloria abiti la nostra terra.

    Amore e verità s’incontreranno,
    giustizia e pace si baceranno.
    Verità germoglierà dalla terra
    e giustizia si affaccerà dal cielo.

    Certo, il Signore donerà il suo bene
    e la nostra terra darà il suo frutto;
    giustizia camminerà davanti a lui:
    i suoi passi tracceranno il cammino.

    Canto al Vangelo Cf. Is 40, 9-10
    Alleluia, alleluia.
    Alza la tua voce con forza,
    tu che annunci liete notizie;
    ecco, il Signore Dio viene con potenza.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 7, 19-23
    Riferite a Giovanni ciò che avete visto e udito.


    Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, Giovanni chiamati due dei suoi discepoli li mandò a dire al Signore: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?».
    Venuti da lui, quegli uomini dissero: «Giovanni il Battista ci ha mandati da te per domandarti: “Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?”».
    In quello stesso momento Gesù guarì molti da malattie, da infermità, da spiriti cattivi e donò la vista a molti ciechi. Poi diede loro questa risposta: «Andate e riferite a Giovanni ciò che avete visto e udito: i ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciata la buona notizia. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!».

    Sulle Offerte
    Sempre si rinnovi, o Signore,
    l’offerta di questo sacrificio
    che attua il santo mistero da te istituito,
    e con la sua divina potenza
    renda efficace in noi l’opera della salvezza.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Ti presentiamo, o Signore, il sacrificio di lode:
    concedi che per questo santo scambio di doni
    maturino in noi i frutti della redenzione.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Cf. Is 40, 10; 35, 5

    Ecco, il Signore nostro viene con potenza,
    perché si aprano gli occhi dei suoi servi.

    Oppure: Cf. Lc 7, 22
    Andate e riferite ciò che avete visto e udito:
    ai poveri è annunciata la buona notizia.

    Dopo la Comunione
    Imploriamo, o Signore, la tua misericordia:
    la forza divina di questo sacramento
    ci purifichi dal peccato
    e ci prepari alle feste ormai vicine.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Per la partecipazione ai tuoi sacramenti
    salvaci, o Signore,
    e confermaci nella luce della tua verità.
    Per Cristo nostro Signore.

  10. #20
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,571
    16 dicembre 2021
    Giovedì della III settimana di Avvento

    Antifona d'Ingresso
    Cf. Sal 118, 151-152
    Tu sei vicino, o Signore, e tutte le tue vie sono verità;
    fin dal principio, dalle tue testimonianze
    ho conosciuto che in eterno tu sei.

    Colletta
    La coscienza della nostra colpa, o Padre,
    ci rattrista e ci fa sentire indegni di servirti;
    donaci la tua gioia e salvaci
    con la venuta del tuo Figlio unigenito.
    Egli è Dio, e vive e regna con te,
    nell’unità dello Spirito Santo,
    per tutti i secoli dei secoli.

    Prima Lettura Is 54, 1-10
    Come una donna abbandonata ti ha richiamata il Signore.


    Dal libro del profeta Isaìa
    Esulta, o sterile che non hai partorito,
    prorompi in grida di giubilo e di gioia,
    tu che non hai provato i dolori,
    perché più numerosi sono i figli dell’abbandonata
    che i figli della maritata, dice il Signore.
    Allarga lo spazio della tua tenda,
    stendi i teli della tua dimora senza risparmio,
    allunga le cordicelle, rinforza i tuoi paletti,
    poiché ti allargherai a destra e a sinistra
    e la tua discendenza possederà le nazioni,
    popolerà le città un tempo deserte.
    Non temere, perché non dovrai più arrossire;
    non vergognarti, perché non sarai più disonorata;
    anzi, dimenticherai la vergogna della tua giovinezza
    e non ricorderai più il disonore della tua vedovanza.
    Poiché tuo sposo è il tuo creatore,
    Signore degli eserciti è il suo nome;
    tuo redentore è il Santo d’Israele,
    è chiamato Dio di tutta la terra.
    Come una donna abbandonata
    e con l’animo afflitto, ti ha richiamata il Signore.
    Viene forse ripudiata la donna sposata in gioventù?
    - dice il tuo Dio.
    Per un breve istante ti ho abbandonata,
    ma ti raccoglierò con immenso amore.
    In un impeto di collera
    ti ho nascosto per un poco il mio volto;
    ma con affetto perenne
    ho avuto pietà di te,
    dice il tuo redentore, il Signore.
    Ora è per me come ai giorni di Noè,
    quando giurai che non avrei più riversato
    le acque di Noè sulla terra;
    così ora giuro di non più adirarmi con te
    e di non più minacciarti.
    Anche se i monti si spostassero e i colli vacillassero,
    non si allontanerebbe da te il mio affetto,
    né vacillerebbe la mia alleanza di pace,
    dice il Signore che ti usa misericordia.

    Salmo Responsoriale Dal Salmo 29 (30)
    Ti esalterò, Signore, perché mi hai risollevato.

    Ti esalterò, Signore, perché mi hai risollevato,
    non hai permesso ai miei nemici di gioire su di me.
    Signore, hai fatto risalire la mia vita dagli inferi,
    mi hai fatto rivivere perché non scendessi nella fossa.

    Cantate inni al Signore, o suoi fedeli,
    della sua santità celebrate il ricordo,
    perché la sua collera dura un istante,
    la sua bontà per tutta la vita.
    Alla sera è ospite il pianto
    e al mattino la gioia.

    Ascolta, Signore, abbi pietà di me,
    Signore, vieni in mio aiuto!
    Hai mutato il mio lamento in danza,
    Signore, mio Dio, ti renderò grazie per sempre.

    Canto al Vangelo Cf. Lc 3, 4.6
    Alleluia, alleluia.
    Preparate la via del Signore,
    raddrizzate i suoi sentieri!
    Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio.
    Alleluia.

    Vangelo Lc 7, 24-30
    Giovanni è il messaggero che prepara la via al Signore.


    Dal Vangelo secondo Luca
    Quando gli inviati di Giovanni furono partiti, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle:
    «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo vestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che portano vesti sontuose e vivono nel lusso stanno nei palazzi dei re. Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto:
    “Ecco, dinanzi a te mando il mio messaggero,
    davanti a te egli preparerà la tua via”.
    Io vi dico: fra i nati da donna non vi è alcuno più grande di Giovanni, ma il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui.
    Tutto il popolo che lo ascoltava, e anche i pubblicani, ricevendo il battesimo di Giovanni, hanno riconosciuto che Dio è giusto. Ma i farisei e i dottori della Legge, non facendosi battezzare da lui, hanno reso vano il disegno di Dio su di loro».

    Sulle Offerte
    Accogli, o Signore, il pane e il vino,
    dono della tua benevolenza,
    e concedi che il nostro sacrificio spirituale
    compiuto nel tempo
    sia per noi pegno della redenzione eterna.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Accetta, o Signore,
    i doni del nostro servizio deposti sul tuo altare,
    e fa’ che, liberi dagli affanni del mondo,
    diventiamo ricchi di te, unico nostro bene.
    Per Cristo nostro Signore.

    Prefazio dell’Avvento I oppure IA.

    Antifona alla Comunione Cf. Tt 2, 12-13

    Viviamo in questo mondo con giustizia e pietà,
    nell’attesa che si compia la beata speranza
    e venga nella gloria il nostro Dio.

    Oppure: Lc 7, 28
    Non vi è alcuno più grande di Giovanni,
    ma il più piccolo nel regno di Dio è più grande di lui.

    Dopo la Comunione
    La partecipazione a questo sacramento,
    che a noi pellegrini sulla terra
    rivela il senso cristiano della vita,
    ci sostenga, o Signore, nel nostro cammino
    e ci guidi ai beni eterni.
    Per Cristo nostro Signore.

    Oppure:
    Questo santo convito ci sostenga, o Dio onnipotente,
    perché testimoniamo nelle intenzioni e nelle opere
    la luce della tua verità e l’amore verso i fratelli.
    Per Cristo nostro Signore.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>