Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 55 di 89 PrimaPrima ... 545535455565765 ... UltimaUltima
Risultati da 541 a 550 di 885

Discussione: Le nomine di Papa Francesco

  1. #541
    Fedelissimo di CR L'avatar di Cavariese
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Cavaria con Premezzo, decanato di Gallarate arcidiocesidi Milano
    Età
    46
    Messaggi
    4,440
    Citazione Originariamente Scritto da Cardinale Bellarmino Visualizza Messaggio
    Mi permetto di fare una considerazione a margine, concordando con ciò che diceva Vox.
    Chi è causa del suo mal pianga se stesso: di fronte alla possibilità di una elezione al modo delle altre CE, hanno scelto questa prassi, con tutti i rischi del caso (dalla scelta del meno votato, ad una scelta obtorto collo [cioè il Papa sceglie uno che comunque non gli va a genio], ad una scelta fatta dai Vescovi che non li soddisfa ma pensano che vada bene al Papa... e poi magari cambia il Papa...). Tutto molto rischioso, però accettato dall'Episcopato.

    Sul mobbing (permettete il termine) papale sulla scelta, mi è sembrato abbastanza evidente... anche se forse (permettete ancora) un po' fuori luogo. Però auguri al nuovo Presidente... vedremo chi verrà scelto come Segretario... e speriamo in una CEI sinodale non solo "per riempirsi la bocca di questa parola" ma nella realtà.
    A volte credo che la CEI dovrebbe prendere come inno il ritornello della canzone di Mina con Alberto Lupo.
    Non vorrei sembrare eccessivamente critico, ma mi pare che la qualità della Conferenza Episcopale non si sia elevata molto dalla famosa mail di congratulazioni al cardinale Scola per l'elezione a Papa. Fu grossolana per l'errore di nome, ovviamente intempestiva, e aliena alla realtà nel valutare papabile l'allora mio eruditissimissimo arcivescovo.
    Anche in ambito Covid, IL problema dell'umanità negli ultimi due anni, hanno fatto poco, cincischiato mesi, magari per non inimicarsi qualche povera stella fetal microcippata (san Carlo avrebbe mandato i reverendi a fare OSS in reparto) o il lamentevole piagnone romagnolo (Camisasca).
    Il cardinale Zuppi mi pare uomo capace, giustamente politico e costruttivo, preghiamo per lui.

  2. #542
    Veterano di CR L'avatar di Card.Luciani
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    (RM)
    Messaggi
    1,481
    Citazione Originariamente Scritto da Carpense Visualizza Messaggio
    Pur essendo tagliato fuori a priori per il fatto di non essere cardinale, mi pare altamente significativo il numero dei suffragi ottenuti in prima battuta dal mio vescovo diocesano Don Erio Castellucci: segno inequivocabile di stima e fiducia da parte dei suoi confratelli vescovi.
    ----------
    Penso che, umanamente parlando, gli abbia fatto piacere. Magari le sue competenze pastorali e teologiche potranno essere utili altrove, magari in Curia vicino al Cupolone?!
    Vere tutte le considerazioni dei forumisti, ma aggiungo anch'io un forte rammarico per le pressioni esercitate dal Papa. Di cattivo gusto, visto che, se la terna non gli fosse piaciuta, avrebbe anche potuto ignorarla...
    Mi auguro che le norme vengano chiare e che i Vescovi si decidano ad eleggere il loro Presidente, e che non debba essere per forza cardinale.
    Certo ormai la riforma arriverà con il prossimo...futuro!:-)
    In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus charitas!

  3. #543
    Veterano di CR L'avatar di Card.Luciani
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    (RM)
    Messaggi
    1,481
    Citazione Originariamente Scritto da Cavariese Visualizza Messaggio
    A volte credo che la CEI dovrebbe prendere come inno il ritornello della canzone di Mina con Alberto Lupo.
    Non vorrei sembrare eccessivamente critico, ma mi pare che la qualità della Conferenza Episcopale non si sia elevata molto dalla famosa mail di congratulazioni al cardinale Scola per l'elezione a Papa. Fu grossolana per l'errore di nome, ovviamente intempestiva, e aliena alla realtà nel valutare papabile l'allora mio eruditissimissimo arcivescovo.
    Anche in ambito Covid, IL problema dell'umanità negli ultimi due anni, hanno fatto poco, cincischiato mesi, magari per non inimicarsi qualche povera stella fetal microcippata (san Carlo avrebbe mandato i reverendi a fare OSS in reparto) o il lamentevole piagnone romagnolo (Camisasca).
    Il cardinale Zuppi mi pare uomo capace, giustamente politico e costruttivo, preghiamo per lui.
    Osservazioni molto coraggiose..grazie.
    In necessariis unitas, in dubiis libertas, in omnibus charitas!

  4. #544
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,379
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Che possano essere scelti solamente vescovi diocesani è vero (cfr l'Art. 26 §1 dello Statuto della CEI), ma che il vicario generale del Papa sia escluso dalla scelta non corrisponde al vero, come dimostrano le presidenze esercitate dai Cardinali Poletti e Ruini.
    Grazie per averlo ricordato, mi ricordavo del Card. Ruini ma pensavo che da allora ad oggi fosse cambiata qualche regola. Quindi se non ho capito male sia il Cardinale Vicario sia i Vescovi ausiliari rientrano tra i “vescovi diocesani”?

    In pratica Avvenire ha di fatto boicottato il Card. De Donatis. Tra l’altro non avrebbe avuto bisogno di un nuovo Vescovo ausiliare avendone a disposizione già sei (di cui due in età pensionabile).

    Citazione Originariamente Scritto da SantoSubito Visualizza Messaggio
    Che poi l'assemblea voti quello che il Papa suggerisce, quello è un altro discorso. Contento infatti che Mons. Raspanti abbia fatto parte della terna.
    Anche io. Ho avuto modo di conoscerlo e posso testimoniare che ha lasciato il segno nella mia diocesi in qualità di amministratore apostolico durante un lungo periodo di sede vacante.

    Citazione Originariamente Scritto da Carpense Visualizza Messaggio
    Pur essendo tagliato fuori a priori per il fatto di non essere cardinale, mi pare altamente significativo il numero dei suffragi ottenuti in prima battuta dal mio vescovo diocesano Don Erio Castellucci: segno inequivocabile di stima e fiducia da parte dei suoi confratelli vescovi.
    Nota di colore: secondo diverse fonti il Papa ha detto ai vescovi: “So che è un bravo vescovo e che è il candidato di Bassetti ma io preferisco un cardinale” riferendosi a Mons. Castellucci. Mi chiedo come avrebbe fatto trovandosi a gestire già due diocesi.

    ___________

    A parte le modalità che hanno portato alla nomina del nuovo presidente - che sono sempre migliorabili - il Card. Zuppi mi sembra l’uomo giusto al posto giusto, nutro profonda stima nei suoi confronti e gli auguro ogni bene.
    Ultima modifica di Salvator mundi; 24-05-2022 alle 22:17

  5. #545
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,978
    A me invece pare che la modalità con la quale si sceglie il Presidente sia ottima.
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  6. #546
    Iscritto L'avatar di Augustinus Hipponensis
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Domodossola
    Età
    37
    Messaggi
    234
    Credo che nella situazione attuale il presidente della CEI conti veramente poco. O comunque un abisso meno dei tempi di Ruini. Il peso dei vescovi in Italia nel confronto pubblico è pressoché nullo, forse anche colpa del livello dei vescovi italiani che è al ribasso. Comunque auguri a S. e.za Zuppi

  7. #547
    CierRino
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,213
    Io non ho nostalgia dell'interventismo del card. Ruini. Il compito della CEI non è dare una guida politica all'Italia ma contribuire al governo della Chiesa in Italia.

    Il compito più gravoso ora è riscrivere la mappa della Chiesa e ristrutturarla secondo le sue più ridotte dimensioni , sia della sua struttura pastorale che delle risorse finanziarie.

    I 5 anni anni del card. Bassetti sono stati di passaggio dopo i 17 di interventismo di Ruini ed i 10 di Bagnasco, che ne aveva seguito le orme.

    Con Bassetti la Chiesa italiana è più rientrata nell'ambito pastorale che le è proprio, affrontando i problemi di una società in declino demografico, ribadendo che l'immigrazione è un fenomeno strutturale di un mondo in movimento, affrontando gli effetti della pandemia.

    Purtroppo non si è voluto affrontare in nessun modo il problema degli abusi sessuali del clero. E questo è un grave limite delle guide della CEI, da Ruini in poi. Mettere la testa sotto la sabbia è anzitutto una mancanza di carità cristiana alle vittime. Dimostra l'assenza di una linea dei vescovi nel prevenire gli abusi ed impedire complicità e connivenze tra i colleghi.

    La rotta della separazione tra Stato e Chiesa è stata ben percorsa con Bassetti. Molte timidezze invece nel percorrere una riforma delle elefantiache burocrazie curiali.

    Ci voleva un presidente giovane. Con Lojudice sarebbe andata meglio? Non potremo mai saperlo. Ci auguriamo che il card. Zuppi sappia raccogliere la sfida dei tempi nuovi con Papa Francesco che pare mostrare sempre più stanchezze ed anche timidezze nella riforma della Curia e della Chiesa universale.
    Ultima modifica di Marco123; 25-05-2022 alle 03:29

  8. #548
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,164
    Citazione Originariamente Scritto da Salvator mundi Visualizza Messaggio
    Grazie per averlo ricordato, mi ricordavo del Card. Ruini ma pensavo che da allora ad oggi fosse cambiata qualche regola. Quindi se non ho capito male sia il Cardinale Vicario sia i Vescovi ausiliari rientrano tra i “vescovi diocesani”?
    Gli ausiliari no; il Vicario di Roma, invece rientra tra gli eleggibili in quanto non è un semplice ausiliare, ma ha potestà ordinaria sulla Diocesi nonostante non ne sia propriamente il vescovo (cfr Cost. Ap. Ecclesia in Urbe, Art. 10).
    Oboedientia et Pax

  9. #549
    Iscritto L'avatar di Doctor Subtilis
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Agrigento
    Messaggi
    454
    Citazione Originariamente Scritto da Salvator mundi Visualizza Messaggio
    Grazie per averlo ricordato, mi ricordavo del Card. Ruini ma pensavo che da allora ad oggi fosse cambiata qualche regola.
    Ricordi benissimo, perché nel 2014 sono state modificate alcune norme dello Statuto della CEI, tra cui proprio l'art. 26, cioè quello dell'elezione del Presidente. Infatti se prima la formulazione era - «In considerazione dei particolari vincoli dell’Episcopato d’Italia con il Papa, vescovo di Roma, la nomina del Presidente della Conferenza è riservata al Sommo Pontefice» nel 2014 venne aggiunto la seguente parte: «su proposta dell’Assemblea Generale che elegge, a maggioranza assoluta, una terna di vescovi diocesani»
    Questo penso spiegherebbe perché fino ad allora era possibile al Cardinale Vicario di essere presidente...
    In spiritu et veritate oportet adorare.

  10. #550
    Iscritto L'avatar di Doctor Subtilis
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Agrigento
    Messaggi
    454
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Gli ausiliari no; il Vicario di Roma, invece rientra tra gli eleggibili in quanto non è un semplice ausiliare, ma ha potestà ordinaria sulla Diocesi nonostante non ne sia propriamente il vescovo (cfr Cost. Ap. Ecclesia in Urbe, Art. 10).
    Scusami Vox, ma il fatto che abbia potestà ordinaria non significa che sia un vescovo diocesano... comunque nello Statuto credo che l'aver specificato "vescovo diocesano" può significare 2 cose: o un certo decentramento da Roma e quindi anche dal suo Vescovo, per non coinvolgere troppo il Papa nelle vicende italiane anche tramite il suo Vicario, oppure semplicemente che il 99% dei vescovi italiani sono o diocesani o ausiliari e quindi l'unica eccezione era proprio quella del Cardinale Vicario e di conseguenza è stato scritto "vescovi diocesani"
    Ultima modifica di Doctor Subtilis; 25-05-2022 alle 14:28
    In spiritu et veritate oportet adorare.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>