Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 69 di 127 PrimaPrima ... 1959676869707179119 ... UltimaUltima
Risultati da 681 a 690 di 1268

Discussione: Le nomine di Papa Francesco

  1. #681
    Saggio del Forum L'avatar di Laus Deo
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Bologna
    Età
    58
    Messaggi
    2,473

    In realtà, più che le norme della singola abbazia occorrerebbe conoscere quelle della Congregazione benedettina di cui la comunità fa parte (che sono poi, di conseguenza, anche il diritto proprio di ogni singolo monastero della Congregazione).
    Io non so quale sia la normativa successiva all'unificazione delle Congregazioni Sublacense e Cassinese; in passato sia Montecassino sia San Paolo erano della Congregazione Cassinese, mentre Ogliari era monaco sublacense (a Noci). Ho però sotto mano la normativa propria della Provincia Sublacense Italiana (precedente all'unificazione), e vi si dice che l'unico limite all'elezione, quale abate, di un monaco di un altro monastero è quando egli è Superiore di quella comunità. In tal caso, la comunità che procede all'elezione non lo può eleggere ma solo postulare, e la designazione è soggetta all'approvazione dell'Abate Presidente della Congregazione Sublacense, il quale «prima di ammettere la postulazione, ascolti il Capitolo conventuale del monastero che viene privato del Superiore» (Ordinamenti dei Capitoli generali, n. 10).
    Se ne deduce pertanto che l'elezione di un monaco di un altro monastero è [o quanto meno era, sotto la vigenza delle norme che ho appena richiamato] normalmente possibile senza alcun vincolo, e solo quando l'eletto è il Superiore del monastero di provenienza l'elezione ha valore di postulazione e deve essere ammessa dall'Abate Presidente; oltre che, ovviamente, accettata dall'interessato.

  2. #682
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano/Lodi
    Età
    43
    Messaggi
    595
    Citazione Originariamente Scritto da Laus Deo Visualizza Messaggio
    In realtà, più che le norme della singola abbazia occorrerebbe conoscere quelle della Congregazione benedettina di cui la comunità fa parte (che sono poi, di conseguenza, anche il diritto proprio di ogni singolo monastero della Congregazione). Io non so quale sia la normativa successiva all'unificazione delle Congregazioni Sublacense e Cassinese; in passato sia Montecassino sia San Paolo erano della Congregazione Cassinese, mentre Ogliari era monaco sublacense (a Noci). Ho però sotto mano la normativa propria della Provincia Sublacense Italiana (precedente all'unificazione), e vi si dice che l'unico limite all'elezione, quale abate, di un monaco di un altro monastero è quando egli è Superiore di quella comunità. In tal caso, la comunità che procede all'elezione non lo può eleggere ma solo postulare, e la designazione è soggetta all'approvazione dell'Abate Presidente della Congregazione Sublacense, il quale «prima di ammettere la postulazione, ascolti il Capitolo conventuale del monastero che viene privato del Superiore» (Ordinamenti dei Capitoli generali, n. 10). Se ne deduce pertanto che l'elezione di un monaco di un altro monastero è [o quanto meno era, sotto la vigenza delle norme che ho appena richiamato] normalmente possibile senza alcun vincolo, e solo quando l'eletto è il Superiore del monastero di provenienza l'elezione ha valore di postulazione e deve essere ammessa dall'Abate Presidente; oltre che, ovviamente, accettata dall'interessato.
    Grazie della spiegazione. Molto interessante. Quindi, se così fosse, i monaci di San Paolo avrebbero eletto Dom Ogliari come loro abate, essendo superiore di Montecassimo avrebbero dovuto ottenere il placet dell'abate presidente e, presumo, della Santa Sede in quanto abate territoriale. Mi sembra un po' ingarbugliata come cosa, più probabile che la scelta sia direttamente della Santa Sede.

  3. #683
    Nuovo iscritto L'avatar di Matteo
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    49
    Credo che sia tutto ben spiegato nel comunicato stampa diffuso dall'Abbazia di Montecassino:"Sua Eccellenza Reverendissima Dom Donato Ogliari, dal 24 ottobre 2014 Arciabate e Ordinario di Montecassino, è stato chiamato da Sua Santità Papa Francesco a guidare la Comunità monastica dell’Abbazia di San Paolo Fuori le Mura a Roma"."E' stato chiamato da Sua Santità", appunto.

  4. #684
    CierRino
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,398
    Tutte le nomine episcopali e di abati territoriali sono su chiamata del Santo Padre. Il comunicato non chiarisce niente.

    La nomina ha gli effetti del sollevamento da un incarico ordinario.

  5. #685
    Cronista di CR
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano/Lodi
    Età
    43
    Messaggi
    595
    Citazione Originariamente Scritto da Marco123 Visualizza Messaggio
    La nomina ha gli effetti del sollevamento da un incarico ordinario.
    Infatti il punto alla fine è proprio questo.

  6. #686
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    civitavecchia
    Età
    61
    Messaggi
    140
    Citazione Originariamente Scritto da Matteo Visualizza Messaggio
    Credo che sia tutto ben spiegato nel comunicato stampa diffuso dall'Abbazia di Montecassino:"Sua Eccellenza Reverendissima Dom Donato Ogliari, dal 24 ottobre 2014 Arciabate e Ordinario di Montecassino, è stato chiamato da Sua Santità Papa Francesco a guidare la Comunità monastica dell’Abbazia di San Paolo Fuori le Mura a Roma"."E' stato chiamato da Sua Santità", appunto.
    Sul bollettino non c' è scritto Sua Ecc., perchè dom Ogliari non è Vescovo. Ma il precedente Abate di S. Paolo, dom Roberto Dotta, si sà dov'è adesso?

  7. #687
    Cronista di CR L'avatar di Carpense
    Data Registrazione
    Nov 2014
    Località
    Carpi
    Messaggi
    3,189
    Citazione Originariamente Scritto da fabricius Visualizza Messaggio
    Sul bollettino non c' è scritto Sua Ecc., perchè dom Ogliari non è Vescovo. Ma il precedente Abate di S. Paolo, dom Roberto Dotta, si sà dov'è adesso?
    Dom Roberto Dotta si trova a Subiaco, che pare essere divenuto l’approdo degli esuli ….
    Virtus ex Alto

  8. #688
    Partecipante a CR L'avatar di Doctor Subtilis
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Agrigento
    Messaggi
    649
    Eh niente, io oggi mi aspettavo la nomina del nuovo prefetto delle Chiese Orientali e invece non c'è stata. Bisognerà attendere in un tempo non precisato, nel frattempo però la Santa Sede potrebbe comunicare entro questo sabato chi sono i dimessi e chi i confermati.

    P.S. Noto comunque che oggi il Papa ha ricevuto in Udienza il card. Tagle, senza che venisse specificato nulla su quale potesse essere ora il suo attuale ufficio, dato che la Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli è stata soppressa.
    In spiritu et veritate oportet adorare.

  9. #689
    Saggio del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    10,556
    Nelle udienze odierne, al Card. Tagle non è associata nessuna carica. Dovrebbe essere una conferma che le cariche precedenti sono decadute e quelle nuove nono sono state assegnate, nemmeno automaticamente. Quanto meno per quei dicasteri che sono sostanzialmente cambiati.

  10. #690
    Vecchia guardia di CR L'avatar di westmalle
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,593

    Post

    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio

    Credo si tratti dell'ennesima perla del bollettino. Infatti, dato che dal 2005 l'Abbazia di San Paolo FLM non è più territoriale, eleggere l'Abate è compito dei monaci, per cui al massimo si ssrebbe dovuto parlare di conferma della nomina da parte del Papa.
    A quanto pare, leggendo questo articolo, dom Ogliari non è stato eletto dai monaci ma, come si accennava in modo non chiarissimo nel comunicato, si tratta di una nomina diretta pontificia:

    https://www.alessioporcu.it/articoli...fuori-le-mura/

    Resto comunque perplesso dal fatto che, anche se si cerca di far passare tutto in sordina, siano parecchie le cose fuori posto a s.Paolo FLM perchè prima è stato nominato un visitatore apostolico per la struttura della basilica e ora si nomina direttamente l'abate bypassando i monaci.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>