Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 69

Discussione: Cronache dell’Arcidiocesi di Messina - Lipari - Santa Lucia del Mela - anno 2022

  1. #21
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Giusi Campagna riceverà il Lettorato

    Una messinese istituita lettrice da Papa Francesco

    Domenica 23 gennaio a San Pietro per la Domenica della Parola di Dio



    Domenica 23 gennaio 2022, nella Celebrazione Eucaristica che si svolgerà alle 9.30 a San Pietro a Roma, Papa Francesco conferirà il lettorato anche ad alcune donne in occasione della Domenica della Parola di Dio. Tra queste ci sarà anche Giusi Campagna, giovane studentessa di Pace del Mela.

    Giusi, classe 1991, esprime tutta la sua gioia per questo evento inatteso ed emozionante, che definisce un grande dono. Proveniente dalla Parrocchia di Maria Santissima della Visitazione a Pace del Mela, racconta la sua vita di fede semplice e quotidiana, fede che ha ricevuto dalla famiglia, piccola Chiesa domestica in cui si respirava aria di Dio, e dalla nonna che è stata la sua prima catechista. In modo naturale ha vissuto poi il suo coinvolgimento in parrocchia, guidata dal parroco mons. Giuseppe Trifirò, come parte del coro e catechista; inoltre prestava il suo servizio come lettrice durante le celebrazioni, all’inizio un po’ intimidita, ma piano piano con sempre maggior confidenza, imparando a prepararsi alla lettura la sera prima.

    Studentessa in storia dell’arte all’Università La Sapienza di Roma, risiede nel Collegio Teologico Femminile S. Cecilia a Roma. In questa realtà, piccola esperienza di vita comunitaria, offre il suo contributo nel gruppo che si occupa della sacrestia e dell’animazione liturgica. Nei giorni scorsi, con grande sorpresa, viene proposta, con altre quattro ragazze, come candidata per ricevere il ministero del lettorato.

    Papa Francesco, con il Motu proprio Spiritus Domini (11.01.2021), ha stabilito che i ministeri del Lettorato e dell’Accolitato siano d’ora in poi aperti anche alle donne, in forma stabile e istituzionalizzata con un apposito mandato e che essi vengano attribuiti anche attraverso un atto liturgico che li istituzionalizza. Anche se le donne svolgevano già tale servizio, però tutto ciò avveniva senza un mandato istituzionale vero e proprio. Domenica per la prima volta Papa Francesco conferirà il lettorato ad alcune donne.

    È significativo che ciò avvenga in questa domenica che, con la Lettera apostolica Aperuit illis (30.09.2019), Papa Francesco ha decretato per tutta la Chiesa come la Domenica della Parola di Dio, fissandola alla III Domenica del Tempo Ordinario. La Parola è dono e compito per ogni cristiano.

    Commenta Giusi: “Porto con me al Signore sull’altare tutte le mie preoccupazioni e le mie paure. Sono spaventata dal ministero della Parola, perché lo vivo con reverenza; ma porto anche la speranza che questo ministero faccia in me assaporare e meditare sempre di più tutti i giorni la Parola, e che tramite me, strumento imperfetto, la Parola possa arrivare al cuore e alla vita di tutti i fedeli. Vorrei portare frutto anche a servizio dell’Arcidiocesi di Messina e della mia comunità, del territorio in cui vivo”.


    fonte: www.diocesimessina.it

  2. #22
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti

    Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo




    In occasione della memoria liturgica di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, l’UCSI (Unione Cattolica della Stampa Italiana) sez. Messina e l’Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Messina - Lipari - S. Lucia del Mela, hanno organizzato per lunedì 24 gennaio alle ore 11.00 un seminario di formazione per i giornalisti.

    «Quest’anno - ha detto Laura Simoncini, presidente UCSI Messina “Carmelo Garofalo” - ricorrono i 400 anni dalla morte del nostro Santo patrono, avvenuta il 28 dicembre del 1622 a Lione. San Francesco di Sales ci parla del cuore e ci invita a recuperare l’amorevolezza e la sana affettività che sono al centro del “sistema preventivo” nell’educazione dei giovani che don Bosco ci ha lasciato, giacché “chi ha guadagnato il cuore dell’uomo ha guadagnato tutto l’uomo”. La nostra professione - ha aggiunto - ci vede quotidianamente in prima linea nello “spezzare il pane dell’informazione”, dell’andare incontro alle notizie e ripartire ogni giorno con l’impegno di leggere la realtà così com’è».

    Anche il presidente dell’UCSI Sicilia, il messinese Domenico Interdonato, afferma con convinzione che «bisogna avere il coraggio di cambiare, di stare al passo con i tempi, per rigenerarsi e continuare il nostro importante servizio di giornalisti cattolici. Il Santo Padre con la creazione del “Dicastero per la Comunicazione” ha riformato i suoi media e di riflesso ha incoraggiato noi giornalisti, a “portare avanti questa missione, attingendo sempre linfa dalle radici che ci hanno fatto nascere”».

    Il seminario seguirà alla Celebrazione Eucaristica, presieduta da S.E. l’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, che si terrà alle ore 10.00 presso la Parrocchia di Santa Caterina in Messina.


    fonte: www.diocesimessina.it

  3. #23
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    2 febbraio 2022

    Giornata Mondiale della Vita Consacrata

    Appuntamenti in Diocesi e intervista

    Il prossimo 2 febbraio, festa della Presentazione del Signore, si celebrerà la XXVI Giornata Mondiale della Vita Consacrata.

    Per celebrare insieme questa ricorrenza si terrà lunedì 24 gennaio 2022 alle ore 21.00 nel Monastero di Montevergine una solenne veglia di preghiera. Inoltre martedì 1 febbraio 2022 il Vescovo ausiliare, Mons. Cesare Di Pietro, presiederà la Celebrazione Eucaristica alle ore 17.00 nella Basilica Cattedrale S. Maria Assunta, per dare la possibilità ai consacrati giorno 2 febbraio di celebrare nelle parrocchie e nelle rispettive comunità la festa della Presentazione del Signore.

    La giornata ricorre ogni anno, ma è bello che tutta la Chiesa locale accompagni nel ricordo e nella preghiera le tante comunità religiose presenti nella nostra Arcidiocesi di Messina - Lipari - Santa Lucia del Mela, loro che sono, come Simeone e Anna nel Vangelo di Luca, profezia del Signore che viene, sentinelle che accolgono l’altro, mani alzate nella lode e segno di servizio concreto per le necessità degli uomini e delle donne del nostro tempo nella nostra realtà.

    Quest’anno essa si inserisce all’interno del cammino da poco intrapreso da tutta la Chiesa che la condurrà nell’ottobre 2023, per volere di Papa Francesco, alla celebrazione del Sinodo dei Vescovi sul tema Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione.

    In questa occasione sr. Maria Tirendi, delegata episcopale per la Vita Consacrata, e padre Orazio Anastasi, segretario CISM, desiderano condividere con tutte le comunità, i consacrati e le consacrate, ma anche con chiunque voglia saperne di più, una piccola intervista che hanno rilasciato all’Ufficio Comunicazioni Sociali e che verrà trasmessa in diretta martedì 25 gennaio alle ore 19.30 sui canali ufficiali dell’Arcidiocesi.




    fonte: www.diocesimessina.it

  4. #24
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    In preghiera per don Cesare D’Angiò Cafeo

    Il Signore ha chiamato a sé don Cesare D’Angiò Cafeo, parroco della Parrocchia di “S. Mauro” in Giampilieri Marina.

    Don Cesare D’Angiò Cafeo, nato a Ponte Schiavo - Messina il 9 giugno 1942, è stato ordinato presbitero l’8 agosto 1966.
    Dal 1967 al 1989 è stato parroco di “S. Maria Annunziata e Assunta” in Forza d’Agrò e, successivamente, dal 1989 fino al 2009, parroco di “S. Nicolò di Bari” in Taormina. Dal 1993 al 2004 è stato membro del Consiglio presbiterale diocesano e dal 2009 era parroco di “S. Mauro” in Giampilieri Marina.

    I funerali si svolgeranno mercoledì 26 gennaio alle ore 15.30 nella Chiesa di “S. Mauro” in Giampilieri Marina nel rispetto della normativa anti Covid 19 e tenendo conto del numero massimo di posti disponibili.

    Ci uniamo in preghiera.


    fonte: www.diocesimessina.it

  5. #25
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Celebrazione ecumenica della Parola di Dio

    Il 25 gennaio, la comunità parrocchiale S. Maria di Gesù di Ritiro - Messina, nel rispetto delle norme in vigore, ha accolto e partecipato attivamente alla celebrazione ecumenica della Parola di Dio, che ha riunito i rappresentanti della Chiesa Anglicana, Cattolica, Luterana, Ortodossa e Valdese.

    Nonostante le attuali difficoltà, è stato interessante vivere, anche quest’anno, l’appuntamento della preghiera che raccoglie voci diverse, ma sintonizzate sull’unica Parola. L’incontro ha avuto come tema la Luce: sorta a Oriente è dilagata nel mondo ed è per tutti.

    Durante il sermone, il rappresentante della Chiesa Valdese ha fatto emergere il costante richiamo della Scrittura, alla novità portata dalla Luce della Parola dentro la vita cristiana, personale e comunitaria, il suo appello a custodire e difendere la libertà, contro i compromessi e le rigidità con cui si mantiene ogni forma di potere.

    A conclusione della celebrazione è stato consegnato a tutti i partecipanti un piccolo calendario tascabile, perché possa ricordare a ciascuno che pregare e agire per l’unità della Chiesa di Cristo non è riducibile ad eventi, ma è compito di sinodalità per ogni giorno dell’anno.

    Galleria fotografica




    fonte: www.diocesimessina.it

  6. #26
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    L’Arcivescovo: «Noi siamo testimoni di speranza»

    Auguri a tutti i consacrati e le consacrate!

    La lettera dell’Arcivescovo e l’augurio della neo delegata episcopale sr. Maria Tirendi


    Mentre la Chiesa, domani, ci fa celebrare la festa della Presentazione di Gesù al Tempio, celebriamo anche la XXVI Giornata Mondiale della Vita Consacrata.

    Sua Eccellenza l’Arcivescovo, in tale circostanza, ha voluto rivolgere, con una sua lettera, un pensiero augurale e di preghiera a tutti i consacrati e le consacrate della nostra Arcidiocesi di Messina - Lipari - S. Lucia del Mela ringraziando il Signore per il dono prezioso della Vita Consacrata.

    Anche la delegata episcopale per la Vita Consacrata, suor Maria Tirendi, si è resa presente con una lettera in cui, tra l’altro, scrive: «Non finiremo mai di scoprire le meraviglie che il Signore compie in noi e attraverso di noi».

    Auguri a tutti!


    fonte: www.diocesimessina.it

  7. #27
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Ai consacrati e alle consacrate dell’Arcidiocesi di Messina - Lipari - S. Lucia del Mela

    +
    Mons. Giovanni Accolla
    Arcivescovo Metropolita di Messina - Lipari - S. Lucia del Mela
    Archimandrita del SS. Salvatore

    Messina, 1 febbraio 2022

    Prot. n. 55/22/8

    “Voi siete il sale della terra … Voi siete la luce del mondo …
    Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini,
    perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli”.


    (Mt 5, 13-14.16)


    Carissimi consacrati e consacrate,

    domani 2 febbraio, festa della “Presentazione di Gesù al Tempio”, celebreremo la XXVI Giornata Mondiale della Vita Consacrata: il mio pensiero, accompagnato dalla preghiera, è per tutti voi.

    Intendo esprimere un grazie al Signore e a ognuno di voi per il dono della vostra consacrazione e nello stesso tempo desidero invitarvi e sollecitarvi a vivere la vostra consacrazione, consolidando ancor più la gioia della fraternità, quale segno e testimonianza di comunione con il Signore, con il Santo Padre, Papa Francesco, e con la nostra Chiesa locale.

    Il tempo che stiamo vivendo non è scevro da preoccupazioni che minacciano la nostra vita fisica e spirituale: pandemia e, a volte, instabilità della vita comunitaria. Noi siamo testimoni di “speranza”.

    Il tempo che stiamo vivendo è ricco di “grazie”, piccoli semi che “caduti in terra” producono molto frutto.

    Com’è bello sentirsi in comunione con tutta la Chiesa; com’è bello prendere consapevolezza che siamo chiamati a renderci partecipi e responsabili della vita dei nostri fratelli, credenti e non credenti; com’è bello scoprire ogni giorno di essere “amplificatori” della Parola di Dio: strumenti preziosi, solo se credibili, per annunciare il Vangelo.

    I versetti di Matteo che ho citato mi sembrano esprimere l’augurio più autentico per questa ricorrenza: possano risuonare nel cuore e nella mente di ognuno per rimotivare e arricchire il senso della nostra consacrazione.

    A imitazione di Papa Francesco, mentre invoco la benedizione sulle vostre Comunità e su ognuno di voi, vi chiedo la bontà di una preghiera per me, per la santificazione dei sacerdoti e di tutta la nostra Chiesa di Messina - Lipari - Santa Lucia del Mela.

    La Vergine Maria, Madre della Lettera, interceda per tutti noi.

    + Giovanni Accolla
    Arcivescovo


    fonte: www.diocesimessina.it

  8. #28
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Nomine 2 febbraio 2022

    Si rende noto che S.E. l’Arcivescovo ha provveduto alla seguente nomina:

    - mons. Giovanni Scimone, parroco della Parrocchia S. Mauro in Giampilieri Marina.


    fonte: www.diocesimessina.it

  9. #29
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    Giornata Internazionale della Fratellanza Umana

    Venerdì 4 febbraio 2022 alle ore 19.00, in occasione della Giornata Internazionale della Fratellanza Umana indetta dall’ONU, ci ritroveremo nella Chiesa di Sant’Elia (via S. Elia, 45 - Messina), Centro diocesano per la pastorale delle migrazioni, per pregare, riflettere e promuovere i temi della fraternità, della solidarietà, del rispetto e della comprensione reciproca.

    Con la Celebrazione Eucaristica, presieduta da p. Medard Aboue M.I., affideremo al Signore i nostri propositi di Chiesa che si vuole impegnare per la promozione dell’uomo e della fraternità universale.

    La scelta della data è ricaduta sul 4 febbraio in virtù dello storico incontro avvenuto, nel medesimo giorno del 2019, tra Papa Francesco e il Grande Imam di al-Azhar Ahmad al-Tayyib - una delle principali autorità dell’Islam sunnita - al termine del quale i due hanno sottoscritto il “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”: un appello congiunto a porre fine alla violenza e all’intolleranza, in particolar modo di matrice religiosa, basato sul principio per cui “la fede porta il credente a vedere nell’altro un fratello da sostenere e da amare”.

    La partecipazione alla celebrazione nella Chiesa di Sant’Elia, a causa delle restrizioni sanitarie, è consentita solo a 52 fedeli nel rispetto dei protocolli nazionali e regionali di prevenzione del contagio da SARS-CoV-2.




    fonte: pagina Facebook Ufficio Migrantes Messina
    (cfr. Comunicato stampa)

  10. #30
    Cronista di CR L'avatar di Salvator mundi
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,335
    11 febbraio 2022

    XXX Giornata Mondiale del Malato

    “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso” (Lc 6, 36). Porsi accanto a chi soffre in un cammino di carità

    Venerdì 11 febbraio 2022 celebreremo la XXX Giornata Mondiale del Malato, istituita da San Giovanni Paolo II ben trent’anni fa al fine di sensibilizzare il popolo di Dio all’attenzione verso i malati e verso quanti se ne prendono cura. Papa Francesco, nel messaggio di quest’anno, ci offre tanti spunti per riflettere attentamente su tutto ciò che ruota attorno al mistero della sofferenza.

    In questi anni si è fatta molta strada nella nostra Chiesa particolare, anche se molta strada rimane ancora da percorrere, come ci indica il nostro Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, per assicurare ai malati, anche nei luoghi e nelle situazioni di maggiore povertà ed emarginazione, le cure sanitarie di cui hanno bisogno; come pure l’accompagnamento pastorale, perché possano vivere il tempo della malattia uniti a Cristo crocifisso e risorto.

    Il tema scelto per questa XXX Giornata Mondiale del Malato “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso” (Lc 6, 36), ci fa anzitutto volgere lo sguardo a Dio “ricco di misericordia” (Ef 2, 4), il quale guarda sempre i suoi figli con amore di padre, anche quando si allontanano da Lui. Quando una persona sperimenta nella propria carne fragilità e sofferenza a causa della malattia, anche il suo cuore si appesantisce, la paura cresce, gli interrogativi si moltiplicano, la domanda di senso per tutto quello che succede si fa più urgente.

    Come non ricordare, a questo proposito, i numerosi ammalati che, durante questo tempo di pandemia, hanno vissuto nella solitudine di un reparto di terapia intensiva l’ultimo tratto della loro esistenza, certamente curati da generosi operatori sanitari, ma lontani dagli affetti più cari e dalle persone più importanti della loro vita terrena?

    Ecco, allora, l’importanza di avere accanto dei testimoni della carità di Dio che, sull’esempio di Gesù, misericordia del Padre, versino sulle ferite dei malati l’olio della consolazione e il vino della speranza. A Maria, salute degli infermi, aiuto dei cristiani, affidiamo tutti i malati e le loro famiglie. Uniti a Cristo, che porta su di sé il dolore del mondo, possano trovare senso, consolazione e fiducia; affidiamo al Signore tutti gli operatori sanitari, i cappellani, i volontari affinché, ricchi di misericordia, offrano ai pazienti, insieme alle cure adeguate, la loro vicinanza fraterna.

    Quest’anno, infine, è in campo un’iniziativa per pregare per quanti in questi mesi si sono prodigati per la cura dei malati. Si tratta di un’Adorazione Eucaristica per ringraziare Dio del dono di tutti i curanti che oltre all’ordinario lavoro da due anni sono impegnati a seguire l’evolversi della pandemia, dedicandosi in scienza e coscienza alla persona malata.
    Tale celebrazione è anticipata di una settimana rispetto alla celebrazione della Giornata Mondiale del Malato, per permettere una migliore partecipazione alle diverse iniziative previste.

    Il titolo dell’evento proposto è “Invece un samaritano. Preghiera di ringraziamento a Dio per i curanti”; la data fissata è venerdì 4 febbraio prossimo, dalle ore 16.00 alle ore 17.00.

    Tutti potranno unirsi alla preghiera attraverso i canali social dell’Ufficio nazionale (…)




    fonte: www.diocesimessina.it

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>