Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Quale scritture ai tempi di Gesù

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2020
    Località
    Puglia
    Messaggi
    38

    Quale scritture ai tempi di Gesù

    Nel Vangelo di Matteo, Gesù dice: “In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto” (Mt 5, 18). Immagino che iota o un segno della legge si riferisca all'Antico Testamento (AT). Ma ai tempi di Gesù quale AT si leggeva? Faccio questa domanda perchè da Gesù, fino ai nostri giorni, l'AT è stato "tradotto" in vari modi, quindi immagino che la Genesi ai tempi di Gesù non sia (almeno non è pari pari) la Genesi della CEI2008 (per dirne una). O sbaglio?

  2. #2
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    53
    Messaggi
    4,242
    Citazione Originariamente Scritto da Ipparcos Visualizza Messaggio
    Nel Vangelo di Matteo, Gesù dice: “In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto” (Mt 5, 18). Immagino che iota o un segno della legge si riferisca all'Antico Testamento (AT). Ma ai tempi di Gesù quale AT si leggeva? Faccio questa domanda perchè da Gesù, fino ai nostri giorni, l'AT è stato "tradotto" in vari modi, quindi immagino che la Genesi ai tempi di Gesù non sia (almeno non è pari pari) la Genesi della CEI2008 (per dirne una). O sbaglio?
    Bella domanda ma con una risposta complicata. Che possiamo dividere in tre diverse domande: quali libri? quale testo? e quale traduzione?

    Relativamente a quali libri erano considerati legge, dipendeva dai vari "partiti". Gli ebrei allora, a differenza di oggi, erano divisi in gruppi con teologie assai differnenti: i sadducei (che erano i sommi sacerdoti, e quindi l'ebraismo formale), i farisei (da cui discende il moderno ebraismo rabbinico), gli esseni nelle loro forme più varie, da Qumran ai seguaci di Giovanni il Battista, ai seguaci di tale Gesù di Nazaret etc., oltre poi i samaritani etc.

    Per i sadducei (l'ebraismo ufficiale di allora), la Legge iniziava da Esodo 12 e finiva con la fine del Deuteronimio. I samaritani consideravano da Genesi a Deuteronomio. I farisei includevano anche profeti e i salmi e altri libri storici (per un totale di 22 libri secondo Flavio Giuseppe, che però purtroppo non li elenca nel dettaglio). Gli esseni di Qumran includevano anche altri testi ora fuori dalla Bibbia, tra cui il libro di Enoch (dichiarato espressamente "profezia" nel Nuovo Testamamento) e altri testi loro. La traduzione dei LXX (come il conseguente AT della CEI) usa una canone più ampio di quello dei farisei ma più ristretto di quello di Qumran.

    Relativamente al testo purtroppo l'analisi filologia dei testi ebraici è proco sviluppata, ma ci sono buoni manuali (come quello del Tov che ho letto). Sicuramente quanto trovato a Qumran (100ac-70dc) è abbastanza fedele al testo masoretico attuale (codice di Leningrado sec XI), ma ci sono pur sempre alcune significative differenze (molto marcate in alcuni libri). Senza parlare poi delle vocalizzioni.

    Per la lingua potresti pensare che il testo della Legge fosse l'ebraico. Ma spesso la LXX (la prima grande traduzione greca) sembra più fedele al testo di Qumran, e moltissime volte è esso, e non il testo ebraico, il testo biblico citato nei Vangeli.
    Ultima modifica di a_ntv; 17-03-2022 alle 23:05

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>