Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 8 di 13 PrimaPrima ... 678910 ... UltimaUltima
Risultati da 71 a 80 di 121

Discussione: Costituzione apostolica di Papa Francesco "Praedicate Evangelium" sulla Curia Romana

  1. #71
    Collaboratore di "Dottrina della Fede" L'avatar di SantoSubito
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Padova
    Età
    30
    Messaggi
    3,435
    Citazione Originariamente Scritto da Laus Deo Visualizza Messaggio
    A mio modesto avviso - che potrebbe ovviamente essere smentito nei fatti domani -, poiché tra i suoi vari compiti il Segretario di Stato è anche al vertice della diplomazia vaticana, finché i Nunzi Apostolici continueranno ad essere Arcivescovi dubito che il Segretario di Stato potrà essere una suora o un laico.
    Su questo son d'accordo. Al massimo non verrà creato Cardinale, ma almeno sarà Arcivescovo.
    Crediamo in un solo Dio, non in un Dio solo!

  2. #72
    Iscritto L'avatar di Doctor Subtilis
    Data Registrazione
    Sep 2021
    Località
    Agrigento
    Messaggi
    454
    Citazione Originariamente Scritto da Laus Deo Visualizza Messaggio
    A mio modesto avviso - che potrebbe ovviamente essere smentito nei fatti domani -, poiché tra i suoi vari compiti il Segretario di Stato è anche al vertice della diplomazia vaticana, finché i Nunzi Apostolici continueranno ad essere Arcivescovi dubito che il Segretario di Stato potrà essere una suora o un laico.
    Giustamente tu usi il buon senso, però la costituzione apostolica non specifica se debba essere Cardinale, arcivescovo o laico...per come è scritta anche un ambasciatore laico potrebbe diventare Segretario di Stato e (adesso azzardo) considerato i tempi in cui viviamo forse si arriverà ad avere i laici come Nunzi apostolici...spero di no, ovviamente, però il rischio ci può essere
    In spiritu et veritate oportet adorare.

  3. #73
    Fedelissimo di CR L'avatar di a_ntv
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Milano
    Età
    53
    Messaggi
    4,242
    Citazione Originariamente Scritto da Doctor Subtilis Visualizza Messaggio
    Giustamente tu usi il buon senso, però la costituzione apostolica non specifica se debba essere Cardinale, arcivescovo o laico...per come è scritta anche un ambasciatore laico potrebbe diventare Segretario di Stato e (adesso azzardo) considerato i tempi in cui viviamo forse si arriverà ad avere i laici come Nunzi apostolici...spero di no, ovviamente, però il rischio ci può essere
    Oggettivamente al giorno d'oggi non c'è alcun bisogno che i Nunzi Apostolici siano vescovi.
    Nei secoli scorsi normalmente i Nunzi avevano, abbinate al loro ufficio, anche ampie potestà di giurisdizione sul foro interno (assoluzioni da censure, casi di coscienza, casi sacramentali), e per tali facoltà "spirituali" era meglio essere vescovi. Con le comunicazioni moderne ora tutti possono rivolgersi direttamente alla Penitenzieria Apostolica, e non serve per tal fine un rapresentante papale locale.
    Altre ragioni pastorali non ci sono, esistono i vescovi delle Chiese locali che sono veri vescovi e che guidano i loro greggi.
    Inoltre fino a pochi secoli fa i Nunzi erano pochi, meno di dieci (Spagna, Francia, Imperatore, Polonia, Vienna, Venezia, Toscana, Napoli, Portogallo). Ora sono decine e decine.

    Decine di Nunzi tutti con abiti filettati. Vanità delle vanità
    Ultima modifica di a_ntv; 23-03-2022 alle 20:38

    Sola Scriptura has hindered rather than helped the understanding of Christianity
    Margaret Barker, Biblical scholar



  4. #74
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,966

    Onestamente non sono d’accordo.
    Non dimentichiamo che i compiti del Nunzio Apostolico non sono soltanto politici e diplomatici (altrimenti il Nunzio sarebbe soltanto un normale ambasciatore), bensì anche – e soprattutto – ecclesiali e pastorali. E detti compiti, specialmente quelli pastorali, non possono per loro natura essere svolti da un laico. Mi paiono interessanti a questo proposito le parole di Mons. Giovanni Tonucci, già Nunzio Apostolico in varii Paesi: «Se poi volessimo valutare la proporzione tra l’uno e l’altro aspetto del lavoro, non credo sia lontano dalla verità dividere le parti tra un 5% di ruolo politico e un 95% di ruolo pastorale» (dalla prefazione al libro La diplomazia pontificia: aspetti ecclesiastico-canonistici di Matteo Cantori, pubblicato da Tau Editrice; fonte: La Stampa). Peraltro mi permetto d’invitarti a leggere tutta la prefazione di Mons. Giovanni, poiché è davvero interessante e piena di spunti per comprendere appieno l’incarico soprattutto ecclesiale e pastorale del Nunzio Apostolico.
    Poi, sia chiaro, se il Papa dovesse disporre diversamente, sarei il primo a chinare il capo ed accettare con gioia la decisione.
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  5. #75
    Veterano di CR L'avatar di Card.Luciani
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    (RM)
    Messaggi
    1,481
    Citazione Originariamente Scritto da a_ntv Visualizza Messaggio
    Oggettivamente al giorno d'oggi non c'è alcun bisogno che i Nunzi Apostolici siano vescovi. [......]
    Decine di Nunzi tutti con abiti filettati. Vanità delle vanità




    E berretta paonazzo marezzata!!?A parte gli scherzi, mi auguro venga fatta chiarezza.

  6. #76
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,164
    Stavo dando un'occhiata al sito del Servizio fotografico dell'OR e ho notato questa galleria:
    29-04-2022 Conferenza Stampa-Praedicate Evangelium.
    Mi pare strano che nessun mezzo di comunicazione della Santa Sede ne abbia parlato; qualcuno ha notizie su questa conferenza stampa?
    Oboedientia et Pax

  7. #77
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,966


    Le fotografie si riferiscono alla conferenza stampa conclusiva dell’assemblea plenaria della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori.
    Vedasi ad esempio AgenSIR (il titolo dell’articolo erra evidentemente il mese):

    Si svolgerà venerdì prossimo, 29 aprile, alle ore 13 presso la Sala Marconi di Radio Vaticana (piazza Pia 3) la conferenza stampa “Praedicate Evangelium: Safeguarding nella Chiesa”, organizzata dalla Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori. “Con la pubblicazione della Costituzione Apostolica Praedicate Evangelium, il Santo Padre – si ricorda in una nota – stabilisce il ministero della salvaguardia dei minori e delle persone vulnerabili dagli abusi come parte integrante della vita e della missione della Chiesa”. La Pontificia Commissione per la tutela dei minori si riunisce questa settimana in Assemblea plenaria per “riflettere su questa nuova configurazione nel cuore della Curia Romana” e per “tracciare le prossime tappe della sua assistenza alle chiese locali nello sviluppo e nell’attuazione di strategie e linee guida di safeguarding, in particolare per quanto riguarda l’accompagnamento delle vittime e dei sopravvissuti agli abusi”. Continuando nel suo ruolo specifico di organo consultivo del Santo Padre, la Commissione concluderà la sua assemblea con un’udienza privata con Papa Francesco il 29 aprile. La conferenza stampa verrà trasmessa in diretta streaming in lingua originale sul canale Youtube di Vatican News, collegandosi al sito https://www.youtube.com/c/VaticanNews.
    (Fonte: M.N., Abusi: Roma, il 29 ottobre conferenza stampa della Pontificia Commissione per la tutela dei minori, 27 Aprile 2022 @ 11:45).

    Qui si trova una breve relazione dell’incontro, redatta dall’Osservatore Romano.
    Ultima modifica di Laudato Si’; 02-05-2022 alle 21:50
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  8. #78
    Cronista di CR L'avatar di Laudato Si’
    Data Registrazione
    Jan 2020
    Località
    Bergamo.
    Messaggi
    19,966
    Chirografo del Santo Padre
    relativo all’istituzione della Commissione Interdicasteriale
    per la revisione del Regolamento Generale della Curia Romana


    Il 19 marzo 2022 è stata pubblicata la Costituzione apostolica Praedicate evangelium sulla Curia Romana e il suo servizio alla Chiesa nel mondo. La sua entrata in vigore il prossimo 5 giugno esige anche che sia rivisto il Regolamento Generale della Curia Romana ora vigente (cf art. 43 § 1), così che esso corrisponda oltre che alle Norme anche ai Principi che ispirano il testo costituzionale. Il nuovo Regolamento dovrà anche rendere più sostenibili ed efficienti i rapporti di lavoro nella Curia Romana e la loro gestione ed offrire gli opportuni criteri per la redazione degli Ordines servandi, che ogni Istituzione curiale ed ogni Ufficio deve avere (cf art. 43 § 2).

    A tal fine

    Nomino

    una Commissione Interdicasteriale composta da:

    * S.E.R. Mons. Filippo IANNONE, O. Carm., Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, Presiedente;

    * S.E.R. Mons. Edgar PEÑA PARRA, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato;

    * S.E.R. Mons. Nunzio GALANTINO, Presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica;

    * S.E.R. Mons. Marco MELLINO, Segretario;

    * R.mo P. Juan Antonio GUERRERO ALVES, S.I., Prefetto della Segreteria per l’Economia;

    * Prof. Gr. Uff. Vincenzo BUONOMO, Rettore della Pontificia Università Lateranense.

    Essa ha il compito di:

    a) adeguare il Regolamento Generale della Curia Romana alla Costituzione Apostolica Praedicate evangelium, apportando allo stesso le modifiche ritenute necessarie a renderlo maggiormente aderente alla necessità attuali della Curia Romana;

    b) esprimere il proprio parere sugli Ordines servandi e/o Statuti delle Istituzioni Curiali, degli Uffici e delle Istituzioni collegate con la Santa Sede, redatti in conformità al nuovo Regolamento Generale. La Commissione offrirà, per la stesura dei testi, opportuni suggerimenti affinché tra essi ci sia coerenza e siano previste anche le regole e il modo di procedere per il loro futuro aggiornamento.

    La Commissione si avvarrà della collaborazione di esperti e di Officiali della Curia Romana, che abbiano competenza ed esperienza.

    Il Regolamento Generale e gli Ordines servandi e/o Statuti saranno sottoposti all’approvazione del Romano Pontefice (cfr. Praedicate evangelium, art. 43).

    Con l’approvazione dei summenzionati provvedimenti normativi la Commissione cessa la sua attività.

    Dal Vaticano, 12 aprile 2022, il decimo del mio Pontificato

    FRANCESCO


    Copyright © Dicastero per la Comunicazione - Libreria Editrice Vaticana


    (Fonte, dal sito della Santa Sede).
    «Facciamo che la nostra vita sia una luce di Cristo;
    insieme porteremo la luce del Vangelo all’intera realtà» (Papa Francesco).




  9. #79

  10. #80

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>