Zaccaria 1,12: 12 Allora l'angelo di YHWH disse: «Yhwh degli eserciti, fino a quando rifiuterai di avere pietà di Gerusalemme e delle città di Giuda, contro le quali sei stato indignato durante questi settant'anni?»

Questa visione il profeta l'ha avuta il ventiquattresimo giorno dell'undicesimo mese, che è il mese di Sebat, nel secondo anno di Dario.

Questo Dario è Dario il medo o Dario il persiano? È possibile che il profeta iniziò la sua missione profetica a Babilonia nel secondo anno di Dario il medo? Dario il medo regnò un anno. L'anno di ascensione era il primo per gli ebrei mentre il primo anno per i babilonesi era il secondo per gli ebrei

Ci sono alcune cose che me lo fanno pensare:

1) Come poteva essere Dio adirato nel ventiquattresimo giorno dell'undicesimo mese nel secondo anno di Dario il persiano se nel ventiquattresimo giorno del nono mese Dio concesse la benedizione (Aggeo 2,19)?

2) Il capitolo 2 essendo la continuazione del capitolo 1 dovrebbe essere datato sempre al ventiquattresimo dell'undicesimo del secondo anno di Dario. Leggiamo i versetti 6-9:

6 «Su, fuggite, dal paese del settentrione»,
dice Yhwh,
«perché io vi ho dispersi ai quattro venti dei cieli»,
dice Yhwh.
7 «Su, Sion, mettiti in salvo,
tu che abiti con la figlia di Babilonia!»
8 Infatti così parla il SIGNORE degli eserciti:
«È per rivendicare la sua gloria
che egli mi ha mandato verso le nazioni che hanno fatto di voi la loro preda;
perché chi tocca voi, tocca la pupilla dell'occhio suo.
9 Infatti, ecco, io sto per agitare la mia mano contro di loro,
ed esse diventeranno preda di quelli a cui erano asserviti,
e voi conoscerete che Yhwh degli eserciti mi ha mandato.

Il versetto 9 non è riferito al tempo della caduta di Babilonia quando i babilonesi divennero schiavi dei medi e dei persiani?

Poi che senso ha dire "fuggite dal paese del settentrione tu che abiti con la figlia di Babilonia" se il profeta era a Gerusalemme? Ha più senso se il profeta si trovava a Babilonia e si rivolgeva agli ebrei che erano li.