Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: 1Corinzi 11, 7-16

  1. #1
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Pescara
    Messaggi
    45

    1Corinzi 11, 7-16

    Salve, qualcuno può aiutarmi a comprendere questo passaggio: "Perciò la donna deve, a motivo degli angeli, avere sul capo un segno di autorità." Grazie a chi vorrà darmi un mano. Laudetur Jeus Christus.

  2. #2
    Moderatore e Cronista di CR L'avatar di Abbas S:Flaviae
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Civitas Calatanisiadensis
    Messaggi
    9,999
    Il passo si riferisce all'usanza di portare il velo da parte delle donne. Nel parlarne san Paolo fa una correlazione con i termini ebraici usati per indicare il velo (radid) e la sottomissione (radad), mutuandolo, ovviamente, dalla tradizione ebraica. Il velo nella donna viene interpretato come segno di sottomissione all'uomo, intesa sia come subordinazione sia come protezione (La donna che si sposa passa sotto la protezione del marito).
    Il riferimento agli angeli è più oscuro nella sua interpetazione, secondo alcuni si riferisce al fatto che il volto degli angeli, dinanzi al volto Dio, sarebbe velato; secondo altri è più generalmente riferito all'ordine con cui gli angeli, ciascuno al proprio posto, rendono lode a Dio.
    E' comunque un passo che va letto alla luce della tradizione ebraica, uno di quei retaggi giudaici che passarono al Cristianesimo e che, nel tempo, sono stati abbandonati perché ormai privi di senso.
    vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo.

  3. #3
    Nuovo iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Pescara
    Messaggi
    45
    Citazione Originariamente Scritto da Abbas S:Flaviae Visualizza Messaggio
    Il passo si riferisce all'usanza di portare il velo da parte delle donne. Nel parlarne san Paolo fa una correlazione con i termini ebraici usati per indicare il velo (radid) e la sottomissione (radad), mutuandolo, ovviamente, dalla tradizione ebraica. Il velo nella donna viene interpretato come segno di sottomissione all'uomo, intesa sia come subordinazione sia come protezione (La donna che si sposa passa sotto la protezione del marito). Il riferimento agli angeli è più oscuro nella sua interpetazione, secondo alcuni si riferisce al fatto che il volto degli angeli, dinanzi al volto Dio, sarebbe velato; secondo altri è più generalmente riferito all'ordine con cui gli angeli, ciascuno al proprio posto, rendono lode a Dio. E' comunque un passo che va letto alla luce della tradizione ebraica, uno di quei retaggi giudaici che passarono al Cristianesimo e che, nel tempo, sono stati abbandonati perché ormai privi di senso.
    Grazie per l'aiuto. Approfondirò.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>