Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 45678 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 76

Discussione: Santuario della B.V. Maria del Fonte in Caravaggio (prov.BG, diocesi di Cremona)

  1. #51
    Iscritto
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Lissone ( Monza e Brianza )
    Età
    58
    Messaggi
    145
    Citazione Originariamente Scritto da Vox Populi Visualizza Messaggio
    Una madre e regina per la Lombardia
    DA CARAVAGGIO
    MARIA CHIARA GAMBA

    Alla Vergine di Caravaggio oggi si rivolgono fedeli non solo dalla Lombardia. «Nel 2010 – ha spiegato don Roberto Ziglioli, rettore emerito del santuario, durante il convegno internazionale dei rappresentati dei luoghi di culto dedicati alla Madonna di Caravaggio, che si è svolto in settimana – sono state censite almeno 270 località in Italia dove è vivo il culto della Vergine sotto il titolo di Madonna di Caravaggio». A questi si aggiungono i santuari di Croazia, Canton Ticino, Romania, America del Nord, Brasile (dove se ne contano 25), Cina, India, Kazakhstan e Africa. Perché Caravaggio «da centro di attrazione iniziale – ha chiarito don Ziglioli – si è fatto centro di irradiazione della fede».
    fonte: Avvenire, 03/10/2010
    Spero di andarci presto per una preghiera.

  2. #52
    Iscritto
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Località
    Cassano d'Adda
    Età
    31
    Messaggi
    272
    *APERTA IERI POMERIGGIO LA PORTA SANTA



    Grande folla al Santuario per l’apertura diocesana dell’Anno Santo della Misericordia: la basilica infatti, è stata proclamata dal vescovo Dante chiesa giubilare insieme a Cattedrale, santuario di Castelleone e quello di Casalmaggiore. L’Eucaristia di inaugurazione è stata presieduta da mons. Mario Marchesi, vicario generale.

    La solenne liturgia ha avuto inizio dinanzi al portone d’ingresso principale con una breve invocazione da parte del celebrante, quindi, mentre la teoria di ministranti e sacerdoti si dirigeva verso il presbiterio, mons. Marchesi ha asperso i fedeli con l’acqua benedetta in ricordo del Battesimo, sulle note di “Ecco l’acqua che sgorga”, canto intonato dall’Unione Corale “Don Domenico Vecchi” diretta da Giovanni Merisio.

    Durante l’omelia mons. Marchesi ha cercato di spiegare il significato profondo dell’Anno Santo e il suo riverbero nella vita di ogni giorno. A tal proposito ha posto una prima domanda: «Cosa significa misericordia?». E di seguito la risposta: «La misericordia consiste nel fare del bene a chi per se stesso non ha alcun merito». A fronte di ciò, è venuta subito una considerazione, e cioè che solo Dio è misericordioso in assoluto! Egli infatti fa del bene nonostante a volte l’atteggiamento dell’uomo non sia così ben disposto verso di Lui. Proseguendo il vicario generale si è domandato ancora: «L’umanità di oggi ha bisogno che Dio le usi misericordia?» Non a casa qualcuno ha definito il mondo moderno come un «gigantesco manicomio», infatti qualunque ambito sociale è intaccato da virus deleteri: dalla politica alla giustizia, dall’informazione al mondo religioso. Per cercare di rispondere, mons. Marchesi ha citato san Giovanni Paolo II, il quale fissò la prima domenica dopo Pasqua come la Domenica della divina misericordia seguendo quanto detto da Gesù stesso a suor Faustina Kowalska. All’epoca delle apparizioni alla santa polacca, erano molto forti le ideologie nazista e fascista, e l’unica forza per controbilanciare il male era dare una risposta di bene. Tuttavia anche oggi, le condizioni della* società attuale non sono migliori di allora. Oggi molti si illudono di poter sopravvivere mettendo Dio in un angolo e fondando le proprie certezze sull’anormalità dei bisogni.

    Anche l’ambito religioso in questo contesto deve porsi una domanda: «la Chiesa ha bisogno della misericordia di Dio?». Mons. Marchesi ha argomentato la risposta a questo quesito sulla base di quattro punti: il primo riguarda la responsabilità di ciascuno. E cioè che il mondo non è estraneo a ciascun cristiano; chiunque ha delle responsabilità in base alle proprie azioni; il secondo punto toccato riguarda il peccato intrinseco nell’uomo. Mons. Marchesi ne ha citati due; il primo riguarda il non riconoscere Dio come merita, e il secondo come conseguenza del primo, il non amare sufficientemente gli altri come invece Dio chiede. Allargando il contesto ecco che nasce il terzo punto e cioè il riferimento alle nazioni: che cosa sono i popoli e le nazioni di fronte alla grandezza di Dio? Mons. Marchesi le ha definite come il peso di un pulviscolo sul piatto di una bilancia. I popoli del passato non esistono più e così sarà anche per il nostro tempo. A fronte di ciò è bene far tesoro di quanto veramente conta ed è eterno. L’ultimo punto, che raccoglie tutto, riguarda la misericordia che ha la meglio sul giudizio. L’errore che spesso i cristiani fanno consiste nel credere in un Dio che giudica e che condanna per il peccato commesso. Questo Giubileo, invece, vuol far partecipi della figura di un Dio che condanna il peccato, ma che perdona e gioisce nell’incontrare il peccatore. Anche dalle letture della liturgia , emerge un Dio gioioso che ama e cerca la Sua creatura. Mons. Marchesi ha concluso quindi affidando ciascuno di noi e l’umanità tutta alla misericordia di Dio.

    La S. Messa è stata concelebrata dal nuovo rettore del Santuario, don Antonio Mascaretti, dal vicario zonale, don Marco Leggio e da molti sacerdoti delle zone pastorali prima e seconda.

    Chiara Perego

  3. #53

  4. #54

  5. #55
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470


    SETTIMANA SANTA 2016


    Lunedì – Martedì – Mercoledì santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 18
    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 16

    Giovedì santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 17.45.

    ore 18: Messa nella Cena del Signore

    Venerdì santo

    Confessioni: dalle ore 9 alle 12, in Centro di Spiritualità;
    dalle 15 alle 17.45, in Basilica.
    ore 18: Celebrazione della Passione del Signore

    Sabato santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 18.30.

    ore 16: L’ora della Madre

    Notte di Pasqua

    ore 21: Veglia nella Risurrezione del Signore

    Domenica di Pasqua:

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12.30; dalle 15 alle 18

    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 11.30 – 16 – 17.30
    Vespri: alle ore 17

    Lunedì dell’ottava di Pasqua:

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12.30; dalle 15 alle 18
    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 11.30 – 16 – 17.30
    Vespri: alle ore 17



  6. #56
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470



    PELLEGRINAGGIO DI SPERANZA

    Mostra di scultura sacra

    “Pellegrinaggio di Speranza” è il titolo della mostra di scultura sacra che si terrà dal 23 aprile al 5 giugno, collocata all’aperto sui piazzali del Santuario. Proposta dallo Studio di Scultura Scaramella, la mostra si compone di 12 statue di dimensioni notevoli (fino a 4 metri), a partire dal Cristo Redentore, che con le braccia aperte sembra accogliere i pellegrini all’ingresso dei cancelli.

    Proseguendo in senso orario troviamo la Madonna della Consolazione e San Giuseppe; di fronte all’ingresso posteriore della Basilica, in coincidenza col Crocifisso esterno, sono stati collocati il Cristo che porta la croce e Gesù flagellato, forse la raffigurazione con maggior impatto emotivo.

    Sul piazzale posteriore sono state collocate le statue della Madonna del Soccorso, San Francesco, che accoglie chi entra dai cancelli nel lato verso Misano, e San Michele arcangelo. Di fronte all’altare delle celebrazioni esterne troviamo Santa Maria degli Angeli, la Madonna delle Grazie, la Madonna Nera con Bambino e la Madonna di Salette. Infine ad un ingresso posteriore è stato posto il busto di papa Francesco.

    Tutte le opere sono copie in vetroresina di statue commissionate da parrocchie e vengono proposte come una sorta di pellegrinaggio artistico nei santuari italiani (precedentemente sono state collocate nel Santuario del Sacro Monte di Belmonte e nel Santuario di Oropa). Ogni opera possiede una spiegazione del significato e la destinazione della scultura originale, prodotta in marmo o bronzo. Lo Studio Scaramella, formato da una intera famiglia di artisti, si trova nel comune di Front (To).


  7. #57
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470


    VISITE GUIDATE

    Don Tonino Bini guiderà la visita al complesso monumentale del Santuario, seguendo un itinerario storico/artistico, nelle seguenti Domeniche:


    1 maggio

    5 giugno

    3 luglio


    7 agosto


    4 settembre

    2 ottobre

    L’appuntamento per chi desidera partecipare è davanti alla Cancelleria, alle ore 14.30.


    http://www.santuariodicaravaggio.it/...1319&tipo=news


  8. #58
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470
    Disponibile e consultabile online il numero della rivista "Il Santuario di Caravaggio" recentemente pubblicato.

    Presso la Cancelleria del nostro Santuario è disponibile assieme alla rivista anche il Calendario 2017.







    > Rivista "Il Santuario di Caravaggio" <

    Pubblicazione n. 3 del 2016

    SANTUARIODICARAVAGGIO.IT


    https://www.facebook.com/SantuarioDiCaravaggio/?fref=ts













  9. #59
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    60,005
    Santuario di Caravaggio, le bellezze ora si ammirano anche on-line
    Sul sito internet ufficiale disponibile la nuova sezione “Virtual Tour”, che presto si amplierà ulteriormente




    La bellezza dell’arte e della fede del Santuario “S. Maria del Fonte”, presso Caravaggio, nella Bergamasca, ora si può assaporare un po’ anche a distanza. L’occasione è offerta dalla nuova sezione “Virtual Tour” recentemente pubblicata sul sito internet ufficiale del principale santuario della diocesi di Cremona, visitabile all’indirizzo web www.santuariodicaravaggio.it.

    Si tratta di vere e proprie visite, interne ed esterne, del Santuario. Cinque sezioni dedicate rispettivamente alla navata maggiore, la navata minore, il Sacro Speco, la sagrestia e il Sacro Fonte.

    Per visualizzare la foto immersiva basta cliccare su una delle cinque foto riferita alla relativa sezione: si aprirà una pagina che mostra l’ambiente a 360 gradi. Da scoprire solo attraverso l’utilizzo del mouse. Pareti, pavimento, soffitto: ognuno può decidere dove focalizzare l’attenzione, con la possibilità di fare lo zoom dell’immagine con la rotella del mouse.

    Cliccando con il tasto destro del mouse si aprire un menù e sarà possibile vedere l’immagine a schermo intero o cambiare la visualizzazione in “little llanet” o “normal view”.

    Nei prossimi mesi verranno proposte altre inquadrature e scorci degli esterni del Santuario e delle strutture di ospitalità.

    Il sito internet del Santuario di Caravaggio offre anche diverse altri servizi: accanto alla parte più istituzionale con la storia dell’Apparizione e del santuario e le informazioni relative a pellegrinaggi e celebrazioni, vi è la possibilità di postere una propria preghiera, di seguire in diretta audio le celebrazioni liturgiche, iscriversi alla newsletter settimanale del venerdì. E ancora: guardare video e foto.

    Disponibile anche una specifica App per visualizzare il sito dal proprio apparato mobile.


    fonte: Diocesi di Cremona
    «Parate viam Domini, rectas facite semitas eius»
    (Luc. 3, 4)

  10. #60
    CierRino L'avatar di Heribert Clemens
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,470

    Settimana santa al santuario

    SETTIMANA SANTA 2017

    10 – 17 aprile

    Lunedì – Martedì – Mercoledì santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 18

    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 16

    Giovedì santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 17.45.

    ore 18: Messa nella Cena del Signore

    Venerdì santo

    Confessioni: dalle ore 9 alle 12, in Centro di Spiritualità;
    dalle 15 alle 17.45, in Basilica.

    ore 18: Celebrazione della Passione del Signore

    Sabato santo

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12; dalle 15 alle 18.30.

    ore 16: L’ora della Madre

    Notte di Pasqua

    ore 21: Veglia nella Risurrezione del Signore

    Domenica di Pasqua:

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12.30; dalle 15 alle 18
    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 11.30 – 16 – 17.30
    Vespri: alle ore 17

    Lunedì dell’ottava di Pasqua:

    Confessioni: dalle ore 7 alle 12.30; dalle 15 alle 18
    Messe: alle ore 7 – 8.30 – 10 – 11.30 – 16 – 17.30
    Vespri: alle ore 17


Discussioni Simili

  1. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 12-06-2018, 03:36
  2. Cronache dalla diocesi di Cremona - 2008-2015
    Di Monsignor nel forum L'Osservatorio di Cattolici Romani
    Risposte: 286
    Ultimo Messaggio: 12-01-2016, 10:25
  3. Dimissioni del maestro di cappella della Cattedrale di Cremona
    Di organum86 nel forum Musica ed Arte Sacra
    Risposte: 123
    Ultimo Messaggio: 21-11-2011, 00:00
  4. Un'Ave Maria alla Madonna di Caravaggio
    Di Fedele al Papa nel forum Preghiera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-05-2010, 23:52
  5. La Diocesi di Cremona: un po' di storia
    Di Monsignor nel forum Storia della Chiesa e Agiografia
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 19-01-2009, 14:19

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •