Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 19 di 19 PrimaPrima ... 9171819
Risultati da 181 a 185 di 185

Discussione: Canto ambrosiano

  1. #181
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,217
    Sallenda ai 12 Kyrie per la Solennità dell'Immacolata Concezione di Maria

    Testo latino

    Hodie egressa est Virgo de radice Jesse;
    hodie, sine ulla peccati labe, concepta est Maria;
    hodie contritum est ab ea caput Serpentis antiqui.
    Alleluia
    Traduzione italiana

    Oggi è spuntata la Vergine dalla radice di Jesse;
    oggi, senza alcuna macchia di peccato, è stata concepita Maria;
    oggi il capo dell'antico serpente è stato da Lei stritolato.
    Alleluia


  2. #182
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,217
    Pontificale dell'Epifania 2022


    Riti di introduzione

    0:00 - Processione di Ingresso. Viene cantato l'Inno delle Epifanie del Signore "Illuminans Altissime".
    Potete trovare una traduzione ritmica e letterale qui: https://www.cattoliciromani.com/thre...=1#post1330023
    1:35 - 12 Kyrie "in gremio ecclesiae"
    2:45 - Sallenda ai 12 Kyrie: "Videntes stellam Magi"
    4:40 - Come canto di Ingresso è stato cantato l'Adeste fideles
    7:02 - Segno di Croce
    7:20 - Gloria (a quattro voci dispari di Paolo Mauri)
    11:00 - Oratio super populum



    Alleluia, Canto prima del Vangelo, Annuncio della Pasqua

    0:00 - Alleluia: "Vidimus stellam eius"
    4:00 - Ante Evangelium: "In Bethlehem Judae"
    5:50 - Annuncio della Pasqua


  3. #183
    Moderatore Globale L'avatar di Ambrosiano
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,217
    Presentazione di Gesù al Tempio - Candelora


    Ingresso solenne della Messa capitolare nella basilica di S. Ambrogio a Milano - 2020.

    Si possono ascoltare due delle 21 antifone previste per la Processione e la bellissima Sallenda ai 12 Kyrie.


  4. #184
    Veterano di CR L'avatar di Cantore Inveruno
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    1,442
    AVVENTO AMBROSIANO
    Mons. Palombella, direttore della cappella musicale del Duomo di Milano, (fra tutte le scelte che ha intrapreso) ha riportato il canto ambrosiano come "repertorio fisso" per ogni celebrazione.
    In particolare, le quattro antifone della Messa in Rito Ambrosiano (Ingressa, Post Evangelium, Confractorium e Transitorium) sono ritornate ad essere cantate in latino, secondo il canto ambrosiano.
    Ho estratto il canto delle varie antifone dai video originali delle celebrazioni di quest'anno e ho aggiunto lo spartito con il testo, in modo da poter seguire interamente il canto.
    Già che c'ero ho inserito, tra i vari video, i testi in latino delle sei domeniche di Avvento.


    I DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Ps 24, 1-3a)

    Latino Traduzione
    Ad te, Dómine, levávi ánimam meam;
    Deus meus, in te confído, non erubéscam;
    neque irrídeant me inímici mei,
    étenim univérsi, qui te exspéctant,
    non confundéntur.
    A te elevo il mio animo, Signore,
    confido in te, mio Dio.
    Che io non resti deluso!
    I miei nemici non mi scherniranno,
    non è confuso chi confida in te.


    SUPER POPULUM
    Deus, qui in Unigénito tuo
    novam creatúram tibi nos esse fecísti,
    ópera misericórdiæ tuæ propítius intuére,
    et in advéntu Fílii tui
    ab ómnibus máculis vetustátis emúnda.
    Per Dóminum nostrum Iesum Christum Fílium tuum,
    qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti, Deus,
    per ómnia saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM (Mt 24, 27; cf. 25, 13; 26, 41)

    Latino Traduzione
    Sicut fulgur venit ab oriénte
    et paret in occidénte,
    sic erit advéntus Fílii hóminis.
    Vigiláte omnes et oráte:
    nescítis diem neque horam,
    quando Dóminus noster saeculi finem ponat.
    Come un lampo da oriente a occidente,
    tale sarà il ritorno del Figlio dell’uomo.
    Vegliate tutti e pregate:
    non sapete il giorno né l’ora,
    quando il nostro Signore
    metterà fine al mondo.


    SUPER SINDONEM
    Excita poténtiam tuam, Deus, et veni,
    ut hi, qui in tua pietáte confídunt,
    a cunctis inimíci adversitátibus liberéntur.
    Qui vivis et regnas in saecula sæculórum.

    SUPER OBLATA
    Sacrifíciis præséntibus, Dómine,
    quaesumus, inténde placátus,
    ut et devotióni nostræ profíciant et salúti.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    PRÆFATIO
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi semper, hic et ubíque, grátias ágere,
    Dómine, sancte Pater, omnípotens ætérne Deus,
    per Christum Dóminum nostrum.
    Qui, primo advéntu in humilitáte carnis assúmptæ
    dispositiónis antíquæ munus implévit,
    nobísque salútis perpétuæ trámitem reserávit,
    ut, cum secúndo vénerit in suæ glória maiestátis,
    manifésto demum múnere capiámus,
    quod vigilántes nunc audémus expectáre promíssum.
    Et ídeo cum ángelis et archángelis,
    cum thronis ac dominatiónibus,
    cumque omni milítia cæléstis exércitus,
    hymnum glóriæ tuæ cánimus,
    sine fine dicéntes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM (Is 40, 10a. 11)

    Latino Traduzione
    Ecce Dóminus Deus in virtúte véniet.
    Sicut pastor gregem suum pascit,
    in bráchio suo cóngregat agnos,
    et in sinu suo levat.
    Ecco, il Signore Dio
    viene con potenza.
    Come un pastore guiderà il suo gregge,
    con la sua mano radunerà gli agnelli
    e li terrà tra le sue braccia.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Erit radix Iesse"


    TRANSITORIUM (Is 49, 13)

    Latino Traduzione
    Laudáte, cæli, et exsúlta, terra;
    iubiláte,mentes, laudem,
    quiaconsolátur Dóminus pópulum suum,
    et páuperum suórum miserétur.
    Gioite, o cieli; esulta, o terra;
    gridate di gioia, o monti,
    perché il Signore consola il suo popolo
    con la sua mano radunerà gli agnelli
    e ha pietà degli infelici.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Parce Dómine"


    POST COMMUNIONEM
    Cæléstibus sumptis munéribus, Dómine, deprecámur,
    ut cum frequentatióne mystérii
    crescat nostræ salútis efféctus.
    Per Christum Dóminum nostrum.


    II DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Cf. Ps 71, 16-17)

    Latino Traduzione
    Superextollétur super Líbanum fructus eius,
    et florébunt de civitáte sicut fenum terræ,
    et erit nomen eius benedíctum in saecula.
    Ante solem permanébit nomen eius
    et ante lunam sedes eius,
    et benedicéntur in ipso omnes fines terræ.
    Il suo frutto si innalzerà
    come il cedro del Libano.
    Il Signore sarà benedetto per sempre,
    davanti al sole ascenderà il suo nome;
    in lui saranno benedette
    tutte le genti della terra.



    SUPER POPULUM
    Dona, quaesumus, omnípotens Deus,
    hanc tuæ famíliæ voluntátem:
    ut Christo Fílio tuo veniénti
    iustis in opéribus occurrámus,
    et eius déxteræ sociáti
    regnum mereámur possidére cæléste.
    Per eúndem Dóminum nostrum Iesum Christum Fílium tuum,
    qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti, Deus,
    per ómnia saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM (Cf. Is 14, 1a-c; 1Cor 4, 5c)

    Latino Traduzione
    Prope est ut véniat tempus Salvatóris,
    et dies eius non elongabúntur.
    Ecce miserébitur Dóminus,
    et illuminábit abscóndita tenebrárum.
    Sta per venire il tempo del Salvatore,
    e i suoi giorni non tarderanno.
    Ecco: il Signore avrà misericordia,
    disperderà le tenebre con la sua luce.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Annunciétur in Sion"


    SUPER SINDONEM
    Tríbue sperántibus, quaesumus, Dómine,
    fídei et caritátis augméntum,
    ut, quod veritátis tuæ dono promíttitur,
    tua miseratiónis grátia compleátur.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    SUPER OBLATA

    Concéde nobis, omnípotens Deus,
    ut, sacraménti domínici nobis operánte virtúte,
    ipsíus æternitátis mereámur esse consórtes,
    qui mortalitátis nostræ fíeri dignátus est párticeps.
    Qui vivit et regnas in saecula sæculórum.

    PRÆFATIO
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi semper, hic et ubíque, grátias ágere,
    Dómine, sancte Pater, omnípotens ætérne Deus.
    Cui próprium est véniam delíctis cleménter impéndere,
    magis quam pœnáliter imminére.
    Qui fábricam tui óperis
    per eúndem rursus lápidem es dignátus erígere,
    ne imágo, quæ fúerat ad tui similitúdinem facta vivens,
    dissímilis haberétur ex morte.
    Munus veniábilis indulgéntiæ præstitísti,
    ut, unde peccátum mortem præsumptióne contráxerat,
    inde vitam píetas reparáret imménsa,
    per Christum Dóminum nostrum.
    Per quem maiestátem tuam laudant ángeli,
    venerántur archángeli, throni, dominatiónes, virtútes,
    principátus et potestátes adórant.
    Quem chérubim et séraphim sócia exsultatióne concélebrant.
    Cum quibus et nostras voces ut admítti iúbeas, deprecámur,
    súpplici confessióne dicéntes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM (Cf. Zach 14, 5. 7)

    Latino Traduzione
    Ecce véniet Dóminus
    et omnes sancti eius cum eo,
    et erit in die illa lux magna.
    Ecco, il Signore Dio viene,
    e tutti i suoi santi con lui;
    e splenderà in quel giorno una grande luce.




    TRANSITORIUM (Cf. Is 40, 1; 41, 14)

    Latino Traduzione
    «Consolámini, consolámini pópulum meum»,
    – dicit Dóminus vester –.
    «Noli timére,
    ego auxiliábor tibi»,
    – dicit Dóminus et redémptor tuus –.
    «Consolate, consolate il mio popolo,
    – dice il vostro Dio –.
    Non temete: io sono il vostro aiuto,
    il vostro redentore».

    L'antifona propria è stata sostituita con "Consolámini, qui estis pusillánimes"



    POST COMMUNIONEM
    Prosint nobis, Dómine, frequentáta mystéria,
    quæ nos a cupiditátibus terrénis expédiant,
    et instítuant amáre cæléstia.
    Per Christum Dóminum nostrum.


    III DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Is 45, 8ab)

    Latino Traduzione
    Roráte, cæli, désuper
    et nubes pluant iustum;
    aperiátur terra
    et gérminet Salvatórem.
    O cieli stillate rugiada,
    dalle nubi discenda giustizia;
    si schiuda la terra
    e germogli il Salvatore.



    SUPER POPULUM
    Deus, qui hóminem delápsum inmortem
    Unigéniti tui advéntu redímere voluísti,
    præsta, quaesumus,
    ut, qui gloriósam eiusincarnatiónem cum gáudio confiténtur,
    ipsíus étiam Redemptóris consórtiamereántur.
    Qui tecum vivit et regnat in unitáteSpíritus Sancti, Deus,
    per ómnia saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM (Cf. Is 35, 4)

    Latino Traduzione
    Consolámini, qui estis pusillánimes,
    consolámini, et iam nolíte timére:
    ecce Deus noster iudícium retríbuet;
    ipse véniet, et salvos nos fáciet.
    Dite agli smarriti di cuore:
    «Coraggio, non temete!
    Ecco: si compie il giusto giudizio di Dio,
    il nostro Dio viene a salvarci».



    SUPER SINDONEM
    Preces pópuli tui, Dómine, quaesumus, cleménter exáudi,
    ut, qui de Unigéniti tui secúndum carnem lætántur advéntu,
    in secúndo, cum vénerit in maiestáte sua,
    ætérnæ vitæ praemium consequántur.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    SUPER OBLATA
    Propítius, quaesumus, Dómine, intuére múnera
    quæ tuis altáribus exhibémus,
    et quod a nostra fragilitáte defértur
    poténti tua virtúte sacrétur.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    PRÆFATIO
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi semper, hic et ubíque, grátias ágere,
    Dómine, sancte Pater, omnípotens ætérne Deus,
    per Christum Dóminum nostrum.
    Cui veniénti peregrína, spe gaudens, occúrrit Ecclésia,
    donec cum ipso, regni mystério consummáto,
    in fine váleat ad núptias introíre.
    Per ipsum ígitur te ómnia creáta gloríficant,
    et cum ángelis nos étiam laudámus, sine fine dicéntes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM (Cf. Is 30, 19. 27. 29. 30)

    Latino Traduzione
    Pópulus Sion, ecce Dóminus véniet ad salvándas gentes,
    et audítam fáciet Dóminus glóriam laudis suæ
    in lætítia cordis vestri.
    Popolo di Sion, ecco il Signore viene
    a salvare tutte le genti;
    il Signore manifesterà la sua gloria
    e avrete la gioia nel cuore.



    TRANSITORIUM (Cf. Ps 101, 12; cf. Mt 25, 1-13)

    Latino Traduzione
    Declínant anni nostri et dies ad finem.
    Quia tempus est,
    corrigámus nos ad laudem Christi.
    Lámpades sint accénsæ,
    quia excélsus Iudex venit iudicáre gentes.
    Corrono i nostri anni e i giorni verso la fine.
    È tempo di sorgere a cantare la lode di Cristo.
    Siano accese le nostre lampade
    perché il Signore viene a giudicare tutte le genti.



    POST COMMUNIONEM
    Animæ nostræ, quaesumus, Dómine,
    hoc desidério potiántur,
    ut, a tuo accénsi Spíritu
    et divíno múnere satiáti,
    ante conspéctum veniéntis Christi
    velut clara luminária fulgeámus.
    Qui vivit et regnas in saecula sæculórum.


    IV DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Lc l, 68-69a. 70)

    Latino Traduzione
    Benedíctus Dóminus Deus Isræl,
    quia visitávit et fecit redemptiónem plebi suæ
    et eréxit cornu salútis nobis,
    sicut locútus est per os sanctórum,
    qui a saeculo sunt, prophetárum eius.
    Sia benedetto, Dio, Signore di Israele,
    che ha visitato e redento il suo popolo.
    Ha suscitato tra noi un salvatore,
    come aveva promesso
    per bocca dei suoi santi profeti.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Vox clamántis in desérto"


    SUPER POPULUM
    Verbi tui nos, quaesumus, Pater, advéntus illúminet,
    et a sórdibus peccatórum cleménter emúndet.
    Per Dóminum nostrum Iesum Christum Fílium tuum,
    qui tecum vivit et regnat in unitáte Spíritus Sancti, Deus,
    per ómnia saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM (Soph 3, 16-17a)

    Latino Traduzione
    Noli timére, Sion;
    non dissolvántur manus tuæ!
    Dóminus Deus tuus in médio tui,
    fortis ipse salvábit;
    gaudébit super te in lætítia.
    Non temere, Sion,
    non lasciarti cadere le braccia!
    Il Signore tuo Dio in mezzo a te
    è un salvatore potente,
    per te esulterà di gioia.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Parátus esto Israel"


    SUPER SINDONEM
    Prævéniat nos, omnípotens Deus,
    grátia tua semper ac subsequátur,
    ut, qui advéntum Unigéniti tui
    summo cordis desidério sustinémus,
    et præséntis vitæ subsídia
    et futúræ páriter consequámur.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    SUPER OBLATAM
    Sacrifíciis nostris, quaesumus, Dómine,
    quæ reverénter offérimus,
    sanctificatiónem tuam benígnus infúnde,
    qua ex his sumptúri æternitátis glóriam hauriámus.
    Per Christum Dóminum nostrum.


    PRÆFATIO
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi, Dómine, sancte Pater omnípotens, grátias ágere,
    et nostræ libertátis advéntum cum lætítia celebráre.
    Per Verbum enim tuum
    hóminem in sanctitáte creátum,
    lapsum miserabíliter in delíctum,
    ad spem salútis erexísti redemptióne promíssa.
    Ipsum vero nobis suo témpore in tua pietáte misísti,
    ut, cum homínibus conversándo, Patris íntima nuntiáret,
    et a peccáti morte solútos in vitam suscitáret ætérnam.
    Unde et nos, Dómine, cum ángelis et sanctis cánimus univérsis
    ac tibi confitémur in exsultatióne dicéntes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM

    Latino Traduzione
    O Emmánuel, rex et légifer noster,
    exspectátio géntium et salvátor eárum:
    veni ad salvándum nos, Dómine, Deus noster.
    O Dio con noi, nostro sovrano,
    che ci hai dato la legge dell’amore,
    tu, che le genti attendono,
    tu, che le puoi redimere,
    vieni a salvarci.



    TRANSITORIUM (Ps 61, 3a. 6b. 8b. 9ab)

    Latino Traduzione
    Ipse Deus refúgium meum et salutáre meum,
    ab ipso patiéntia mea.
    Deus fortitúdinis meæ, et refúgium meum in Deo est:
    Speráte in eo, omnis congregátio pópuli,
    effúndite coram illo corda vestra.
    Dio solo mi salva e mi sorregge;
    io resisto perché mi appoggio a lui.
    È Dio la mia speranza e il mio soccorso;
    confidate in lui,
    a lui aprite tutto il vostro cuore.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Nunciáte Joánni"


    POST COMMUNIONEM
    Quaesumus, Deus, pígnore sumpto redemptiónis ætérnæ,
    ut, quanto magis dies salutíferæ nativitátis accédit,
    tanto devótius proficiámus
    ad hoc Fílii tui digne mystérium celebrándum.
    Qui vivit et regnas in saecula sæculórum.


    V DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Cf. Ps 79, 2-4. 15)

    Latino Traduzione
    Qui sedes super Chérubim, appáre;
    éxcita poténtiam tuam, et veni, Dómine,
    ut salvos fácias nos.
    Deus virtútum, convérte nos,
    réspice de cælo et vide,
    et veni, Dómine,
    ut salvos fácias nos.
    Rivélati, o tu che siedi sui cherubini!
    Manifesta la tua potenza e vieni, Signore, a salvarci.
    Volgiti a noi, o Dio onnipotente,
    guardaci dal cielo e vieni, Signore, a salvarci.



    SUPER POPULUM
    Aspice de cælo, Deus, et veni,
    et fidem pópuli tui pietatémque multíplica,
    ut per te sequátur augméntum,
    per quem sumpsit inítium.
    Qui vivis et regnas in saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM (Soph 3, 16-17a)

    Latino Traduzione
    Noli timére, Sion;
    non dissolvántur manus tuæ!
    Dóminus Deus tuus in médio tui,
    fortis ipse salvábit;
    gaudébit super te in lætítia.
    Non temere, Sion,
    non lasciarti cadere le braccia!
    Il Signore tuo Dio in mezzo a te
    è un salvatore potente,
    per te esulterà di gioia.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Caeli enárant"


    SUPER SINDONEM
    Exspectántibus te, Dómine, in veritáte, prope sic esto,
    ut illis de thesáuro divinitátis imménso
    indeficiéntes tríbuas divítias bonitátis.
    Qui vivis et regnas in saecula sæculórum.

    SUPER OBLATA

    Deus, qui in Christi humanitáte
    tibi nos in pace reconciliáre dignátus es,
    oblatiónes nostras súscipe miserátus,
    et concórdes ínvicem fámulos tuos
    præsta iúgiter permanére.
    Per eúndem Christum Dóminum nostrum.

    PRÆFATIO

    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi, Pater omnípotens, grátias ágere,
    et exsultántibus te ánimis prædicáre,
    quia appropínquat nostra redémptio,
    exspectátio géntium venit antíqua,
    adest promíssa resurréctio mortuórum,
    iamque beatórum gáudium præfúlget ætérnum.
    Unde et nos cum ómnibus ángelis te laudámus,
    iucúnda celebratióne clamántes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM

    Latino Traduzione
    Crédite Salvatórem nostrum ventúrum esse cum glória,
    et vos estóte paráti suscípere regnum Dei.
    Il Salvatore sta per venire
    nello splendore della sua gloria:
    teniamoci pronti
    ad accogliere il regno di Dio.



    TRANSITORIUM (Cf. Ps 39, 2-3; Tb 5, 13)

    Latino Traduzione
    Exspéctans exspectávi Dóminum,
    et inténdit mihi:
    ecce iam in próximo est redémptio nostra.
    Exaudívit preces meas
    et diréxit gressus meos.
    Ho sperato nel Signore,
    egli mi ha ascoltato;
    ecco: la nostra salvezza è vicina.
    Ha dato ascolto al mio grido,
    ha reso sicuri i miei passi.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Dominus prope est "


    POST COMMUNIONEM
    Da, Pater omnípotens, tuæ votis precibúsque famíliæ,
    ut, quæ salútis convívio iam tua propinquitáte lætátur,
    in cælésti mansióne tecum in saecula collocétur.
    Per Christum Dóminum nostrum.


    VI DOMENICA DI AVVENTO


    INGRESSA (Cf. Lc 1, 43)

    Latino Traduzione
    Vidésne Elísabeth cum Dei genetríce María disputántem:
    Quid ad me venísti, mater Dómini mei?
    Si enim scirem, in tuum venírem occúrsum.
    Tu enim regnatórem portas, et ego prophétam;
    tu legem dantem, et ego legem accipiéntem;
    tu Verbum, et ego vocem proclamántis advéntum Salvatóris.
    Elisabetta dice a Maria:
    «Perché a me sei venuta, Madre del mio Signore?
    Se l’avessi saputo, sarei uscita a te incontro.
    Tu porti in grembo il Re dell’universo,
    io solamente un profeta;
    tu colui che dà la legge, io colui che la osserva;
    tu la Parola che salva,
    io la voce che ne proclama l’avvento».



    SUPER POPULUM
    Deus, qui salútis ætérnæ,
    beátæ Maríæ virginitáte fecúnda,
    humáno géneri praemia præstitísti,
    tríbue, quaesumus, ut ipsam pro nobisintercédere sentiámus,
    per quam merúimus auctórem vitæsuscípere.
    qui tecum vivit et regnat in unitáteSpíritus Sancti, Deus,
    per ómnia saecula sæculórum.

    POST EVANGELIUM

    Latino Traduzione
    Salvátor noster descéndit de cælo
    per Maríæ vírginis úterum.
    Ab ángelis collaudátur,
    et vocátur Admirábilis, Deus.
    Dal cielo il nostro Salvatore
    è disceso nel grembo di Maria.
    È lodato dagli angeli
    e chiamato Dio sovrano.



    SUPER SINDONEM
    Dómine sancte, Deus ætérne
    et humánæ substántiæ creátor omnípotens,
    qui Verbum tuum in Vírginis úterum veníre voluísti,
    supplicántium tibi preces benígnus inténde.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    SUPER OBLATA
    Altári tuo, Dómine, superimpósita múnera
    Spíritus Sanctus assúmat,
    qui beátæ Maríæ víscera sui splendóris veritáte replévit.
    Per Christum Dóminum nostrum.

    PRÆFATIO
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos beátæ sempérque vírginis Maríæ sollémnia celebráre.
    Hæc enim parvo útero Dóminum cæli portávit,
    et Redemptórem mundi, ángelo nuntiánte,
    Verbum carne mortáli édidit Salvatórem,
    qui castis viscéribus est concéptus,
    clausa ingrédiens et clausa relínquens.
    Et ídeo cum ángelis et archángelis,
    cum thronis ac dominatiónibus,
    cumque omni milítia cæléstis exércitus,
    hymnum glóriæ tuæ cánimus, sine fine dicéntes: Sanctus...

    oppure:

    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre,
    nos tibi, Dómine, Deus omnípotens, grátias ágere,
    et cum tuæ invocatióne virtútis
    beátæ Maríæ vírginis festa celebráre.
    De cuius ventre fructus efflóruit,
    qui panis angélici múnere nos replévit.
    Quod Eva vorávit in crímine,
    María restítuit in salúte.
    Inde fusa sunt venéna discríminis,
    hinc egréssa mystéria Salvatóris.
    Inde se praebuit tentántis iníquitas,
    hinc Redemptóris est opituláta maiéstas.
    Inde partus occúbuit,
    hinc Cónditor resurréxit,
    a quo humána natúra, non iam captíva
    sed líbera restitúitur.
    Quod hæc Adam pérdidit in parénte,
    Christo recépit auctóre.
    Quem una tecum, omnípotens Pater,
    et cum Spíritu Sancto laudant ángeli, venerántur archángeli,
    throni, dominatiónes, virtútes, principátus et potestátes adórant.
    Quem chérubim et séraphim sócia exsultatióne concélebrant.
    Cum quibus et nostras voces ut admítti iúbeas, deprecámur,
    súpplici confessióne dicéntes: Sanctus...

    CONFRACTORIUM (Cf. Lc 11, 27)

    Latino Traduzione
    Beátus ille venter, qui te portávit, Christe,
    et beáta úbera, quæ te lactavérunt
    Dóminum et Salvatórem mundi,
    qui pro salúte géneris humáni
    carnem assúmere dignátus es.
    Beato il grembo che ti ha portato, o Cristo
    e beato il seno che ti ha nutrito,
    o Signore del mondo
    che per salvare gli uomini
    ti sei degnato assumere la natura mortale.



    TRANSITORIUM

    Latino Traduzione
    O admirábile commércium!
    Creátor géneris humáni,
    animátum corpus sumens,
    de Vírgine nasci dignátus est,
    et, procédens homo sine sémine,
    largítus est nobis suam deitátem.
    O scambio di doni mirabile!
    Il Creatore del genere umano,
    nascendo dalla vergine intatta
    per opera di Spirito Santo,
    riceve una carne mortale
    e ci elargisce una vita divina.



    POST COMMUNIONEM
    Adésto nobis, omnípotens Deus, dilectióne contínua,
    ut, quæ fidéliter súmpsimus sacraménta,
    beátæ Maríæ, piæ matris et perpétuæ vírginis,
    intercessióne servémus.
    Per Christum Dóminum nostrum.


    8 Dicembre: IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA B.V. MARIA
    Anche se non è una Domenica di Avvento, è pur sempre una solennità di precetto.
    Inserisco solo le antifone.



    INGRESSA (Is 61, 10)

    Latino Traduzione
    Gaudens gaudébo in Dómino,
    et exsultábit ánima mea in Deo meo;
    quia índuit me vestiméntis salútis,
    et induménto iustítiæ circúmdedit me,
    quasi sponsam ornátam monílibus suis.
    Esulto e gioisco nel Signore,
    l’anima mia si allieta nel mio Dio
    perché mi avvolge in vesti di salvezza e con un manto di santità,
    come sposa adornata di gioielli.



    POST EVANGELIUM (Cf. Iudt 13, 23; 15, 10)

    Latino Traduzione
    Benedícta es tu, Vírgo María,
    a Dómino Déo excélso,
    præ ómnibus muliéribus super térram.
    Tu glória Jerúsalem, tu laetítia Israel,
    tu honorificéntia pópuli nóstri.
    Sei benedetta dal Signore Dio, o vergine Maria,
    tra tutte le donne della terra.
    Tu sei la gloria di Gerusalemme, la gioia di Israele,
    l’onore del nostro popolo.



    CONFRACTORIUM (Cf. Iudt 13, 18. 20; Sal 97, 2; 29, 1)

    Latino Traduzione
    Vivit Dóminus,
    quóniam ad implévit in me misericóridiam suam.
    In conspéctu géntium revelávit glóriam Genitrícis suae.
    Exaltábo ergo te, Dómine, quóniam suscepísti me:
    nec delectásti inimícos meos super me.
    Il Signore, il Dio vivente, mi ha usato misericordia,
    ha rivelato al mondo la gloria di sua Madre.
    Ti loderò, Signore, perché mi hai liberato
    e su me non hai lasciato esultare i miei nemici.



    TRANSITORIUM (Cf. Ps 86, 3; Lc 1, 49; Cant 4, 12-13; 1, 3)

    Latino Traduzione
    Gloriósa dicta sunt de te, María:
    quia fecit tibi magna qui potens est.
    Hortus conclúsus, fons signátus:
    emissiónes tuae paradísus.
    Trahe nos, Virgo Immaculáta:
    post te currémus in odórem unguentórum tuórum.
    O Maria, noi cantiamo la tua gloria
    perché grandi cose ha fatto in te l’Onnipotente.
    Giardino chiuso, fonte sigillata,
    fontana che irrori ogni fiore!
    Guidaci a te, Vergine immacolata:
    attratti dalla grazia che ti adorna,
    noi seguiremo il tuo cammino, o Madre.







    Ultima modifica di Cantore Inveruno; 18-12-2022 alle 19:27

  5. #185
    Veterano di CR L'avatar di Cantore Inveruno
    Data Registrazione
    Mar 2019
    Località
    Arcidiocesi di Milano
    Messaggi
    1,442
    Come già fatto per il tempo di Avvento, inserisco qui le antifone proprie in latino della Messa in Rito Ambrosiano, cantate in Duomo dalla Cappella Musicale diretta da Mons. Palombella, durante le celebrazioni capitolari o pontificali del tempo di Natale.


    NATALE DEL SIGNORE
    Santa Messa del giorno


    INGRESSA
    (Cf. Is 9, 2. 6 46/1)

    Latino Traduzione
    Lux fulgébit hódie super nos,
    quia natus est nobis Dóminus
    et vocábitur admirábilis Deus, princeps pacis,
    pater futúri saéculi,
    cuius regni non erit finis.
    Oggi una luce risplende su noi perché è nato il Signore.
    Ed è chiamato ammirabile consigliere, Dio potente,
    padre di tutti i secoli, principe della pace.
    Il suo regno non avrà fine.



    ANTE EVANGELIUM (Lc 2,14 46/3a)

    Latino Traduzione
    Glória in excélsis Deo, et in terra pax.
    Allelúia, allelúia, allelúia.
    Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace.
    Alleluia, alleluia, alleluia.



    POST EVANGELIUM (Cf. Lc 2, 10-11; 1, 33 46/3b)

    Latino Traduzione
    Ecce annúntio vobis gáudium magnum,
    quod erit in univérsa terra:
    Hódie natus est vobis Salvátor mundi in civitáte David,
    regnábit, et regni eius non erit finis.
    Ecco, vi annunzio una grande gioia
    che sarà di tutto il popolo:
    nella città di Davide oggi è nato per voi un Salvatore.
    È il Redentore del mondo, e il suo regno non avrà fine.



    CONFRACTORIUM

    Latino Traduzione
    Magnum et salutáre mystérium Dei nostri:
    quæ péperit et mater et virgo est;
    quem péperit homo et Deus est;
    ipse est creátor ómnium,
    fílius Vírginis,
    Dóminus Genetrícis.
    Grande è il mistero di salvezza:
    Vergine è colei che ha generato,
    e il figlio di una donna è uomo e Dio.
    È il Creatore di tutte le cose,
    è il Signore della sua stessa madre.



    TRANSITORIUM

    Latino Traduzione
    Gaude et lætáre, exsultátio angelórum.
    Gaude, Dómini virgo, prophetárum gáudium.
    Gáudeas, benedícta, Dóminus tecum est.
    Gaude, quæ per ángelum gáudium mundi suscepísti.
    Gaude, quæ genuísti factórem et Dóminum.
    Gáudeas, quia digna es esse mater Christi.
    Gioisci, piena di grazia, il Signore è con te.
    Tu sei l’esultanza degli angeli,
    sei la Vergine madre, la gioia dei profeti!
    Tu, per l’annunzio dell’angelo,
    generasti la gioia del mondo, il tuo Creatore e Signore.
    Gioisci perché fosti degna di essere madre di Cristo.




    SANTO STEFANO, PRIMO MARTIRE
    II giorno dell'ottava di Natale


    INGRESSA
    (Cf. Act 7, 56. 59-60; Lc 23, 34)

    Latino Traduzione
    Vídeo cælos apértos,
    et Iesum stantem a dextris virtútis Dei.
    Dómine Iesu, súscipe spíritum meum,
    et ne státuas illis hoc peccátum,
    quia nésciunt quid fáciunt.
    Io contemplo i cieli aperti
    e Gesù, vivo, alla destra di Dio.
    Signore Gesù, accogli il mio spirito
    e non imputare loro questo peccato
    perché non sanno quello che fanno.



    POST EVANGELIUM (Cf. Ps 108, 5. 4)

    Latino Traduzione
    Posuérunt Dómine advérsum me mala pro bonis,
    et ódium pro dilectióne mea;
    ego autem semper orábam.
    Mi rendono male per bene e odio in cambio di amore;
    in cambio del mio amore, mi muovono accuse,
    mentre io sono in preghiera.



    CONFRACTORIUM

    Latino Traduzione
    Hestérna die Dóminus natus est in terris,
    ut Stéphanus nascerétur in cælis;
    ingréssus est in mundum,
    ut Stéphanus ingrederétur in cælum.
    Ieri il Signore è nato sulla terra
    perché Stefano nascesse dal cielo.
    Ieri il nostro re si è degnato di visitare il mondo,
    perché Stefano entrasse nella gloria.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Stéphanus est plenus grátia"


    TRANSITORIUM (Cf. Act 7, 59; Ps 30, 4)

    Latino Traduzione
    Tu es, Dómine, spes mea:
    fortitúdo mea et refúgium meum es tu.
    Dómine Iesu, súscipe spíritum meum.
    Signore, tu sei la mia speranza, mio rifugio e mia forza.
    Signore Gesù, accogli il mio spirito.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Stéphanum protomártyrem Christi Dómini"




    OTTAVA DI NATALE
    Circoncisione del Signore


    INGRESSA

    Latino Traduzione
    Hódie nobis de cælo pax vera descéndit,
    hódie per totum mundum mellíflui facti sunt cæli.
    Hódie illúxit nobis dies redemptiónis novæ,
    reparatiónis antíquæ,
    felicitátis aetérnæ.
    Oggi per noi dal cielo è discesa la vera pace;
    dai cieli su tutto il mondo stilla dolcezza.
    Oggi è spuntato il giorno di una redenzione nuova
    e di una gioia eterna,
    che adempie le promesse fatte nei secoli.

    L'antifona propria è stata sostituita con "In conspéctu géntium"


    POST EVANGELIUM (Cf. Dan 6, 37)

    Latino Traduzione
    Hic est Deus noster, vivens in sæcula,
    et regnum eius non exterminábitur,
    et potéstas eius in ætérnum erit.
    Questo è il nostro Dio che vive nei secoli;
    il suo regno non sarà sconfitto,
    il suo potere sarà senza fine.



    CONFRACTORIUM (Cf. 1 Par 29, 11)

    Latino Traduzione
    Tua est poténtia, tuum regnum, Dómine;
    tu es super omnes deos:
    líbera nos in manu tua.
    Tua è la forza e tuo è il regno, Signore,
    tu sei sopra tutti gli dei;
    con la tua mano potente donaci la libertà.



    TRANSITORIUM

    Latino Traduzione
    Virgo hódie fidélis,
    etsi Verbum génuit incarnátum,
    virgo mansit et post partum.
    Quam laudántes, omnes dícimus:
    Benedícta tu in muliéribus.
    Oggi la Vergine fedele
    diede alla luce il Verbo fatto uomo
    e vergine rimase, dopo averlo generato.
    A sua lode noi tutti diciamo:
    «Benedetta sei tra le donne!».




    EPIFANIA DEL SIGNORE
    Santa Messa del giorno


    INGRESSA
    (Cf. Ap 21, 23-24 57/1)

    Latino Traduzione
    Cívitas non eget sole,
    neque luna ut lúceant ei,
    quóniam cláritas Dei illúminat eam.
    Et ambulábunt gentes in lúmine eius,
    et reges terræ ófferunt claritátem suam in ea.
    La città celeste non è illuminata né da sole né da luna,
    ma le dà luce la gloria di Dio.
    Al suo splendore cammineranno le nazioni,
    e verranno i re della terra a portare i loro tesori.



    ANTE EVANGELIUM (Cf. Ap 21, 23-24 57/1)

    Latino Traduzione
    In Béthlehem Iudæ Salvátor natus est,
    Heródes turbátus est,
    totus mundus gaudet.
    Ioánnes testíficans super flumen Iordánis dicit:
    Qui post me venit, ante me factus est.
    A Betlemme di Giudea è nato il Salvatore;
    Erode si turba, il mondo è felice.
    Giovanni proclama sul Giordano:
    «Colui che mi segue, esiste prima di me».



    POST EVANGELIUM (Cf. Mt 2, 1-2)

    Latino Traduzione
    Cum Iesus natus esset in Béthlehem Iudéæ,
    ecce Magi ab oriénte venérunt Hierosólymam dicéntes:
    Ubi est, qui natus est, rex Iudæórum?
    Vídimus enim stellam eius,
    et vénimus adoráre eum.
    Nato Gesù a Betlemme di Giudea,
    alcuni magi vennero da Oriente
    a Gerusalemme e domandavano:
    «Dov’è il re dei Giudei che è nato?
    Abbiamo visto la sua stella e siamo venuti per adorarlo».



    CONFRACTORIUM

    Latino Traduzione
    Hic est dies præclárus,
    in quo Salvátor mundi appáruit:
    quem prophétæ prædixérunt,
    ángeli adoravérunt,
    cuius stellam Magi vidéntes gavísi sunt,
    et múnera ei obtulérunt.
    Dies sanctificátus illúxit nobis:
    veníte, gentes, et adoráte Dóminum.
    Ecco il giorno splendido
    in cui il Salvatore del mondo si è rivelato;
    i profeti lo annunziarono
    e gli angeli lo adorarono cantando.
    Vedendo la sua stella
    i Magi furono pieni di grande gioia
    e accorsero con i loro doni.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Hoc fecit inítium signórum Iesus"


    TRANSITORIUM

    Latino Traduzione
    Hódie cælésti sponso iuncta est Ecclésia,
    quóniam in Iordáne lavit eius crímina.
    Currunt cum múnere Magi ad regáles núptias,
    et ex aqua facto vino lætántur convívia.
    Baptízat miles Regem, servus Dóminum suum,
    Ioánnes Salvatórem.
    Aqua Iordánis stúpuit,
    colúmba protestátur,
    patérna vox audíta est: Fílius meus hic est,
    in quo bene complácui: ipsum audíte.
    Oggi la Chiesa si unisce al celeste suo sposo
    che laverà i suoi peccati
    nell’acqua del Giordano.
    Coi loro doni accorrono i Magi
    alle nozze del Figlio del Re,
    e il convito si allieta di un vino mirabile.
    Nei nostri cuori risuona la voce del Padre
    che rivela a Giovanni il Salvatore:
    «Questi è il Figlio che amo:
    ascoltate la sua parola».




    BATTESIMO DEL SIGNORE
    Domenica dopo l'Epifania


    INGRESSA
    (Cf. Mt 3, 16-17)

    Latino Traduzione
    Baptizáto Dómino, apérti sunt cæli
    et sicut colúmba super eum Spíritus mansit,
    et vox Patris intónuit.
    Hic est Fílius meus diléctus
    in quo mihi complácui.
    Quando il Signore fu battezzato
    si aprirono i cieli
    e in forma di colomba
    lo Spirito si posò sopra di lui,
    e la voce del Padre proclamò:
    «Questi è il Figlio mio prediletto,
    in lui mi sono compiaciuto».

    L'antifona propria è stata sostituita con "In excélso throno"



    POST EVANGELIUM (Cf. Io 1, 34)

    Latino Traduzione
    Ecce de quo dicébat Ioánnes:
    Ego vidi et testimónium perhíbui,
    quia hic est Fílius Dei.
    Così Giovanni disse:
    «Ho visto e ho reso testimonianza
    che questi è il Figlio di Dio».

    L'antifona propria è stata sostituita con "Hic est Deus noster"



    CONFRACTORIUM (Cf. Mt 12, 18. 21)

    Latino Traduzione
    Ecce puer meus, quem elégi,
    diléctus meus, in quo bene plácuit ánimæ meæ.
    In nómine eius gentes sperábunt.
    Ponam Spíritum meum super eum,
    et iudícum géntibus nuntiábit.
    Ecco il mio servo che ho scelto
    il mio diletto in cui ho posto la mia compiacenza.
    Nel suo nome le genti spereranno,
    porrò il mio Spirito sopra di lui,
    ed egli annunzierà la mia giustizia.

    L'antifona propria è stata sostituita con "Ecce púer méus eléctus"



    TRANSITORIUM

    Latino Traduzione
    Baptizátur Christus et sanctificátur omnis mundus;
    et tríbuit nobis remissiónem peccatórum.
    Aqua et Spíritu omnes purificémur.
    Tutto il mondo è santificato
    nel battesimo di Cristo
    e sono rimessi i nostri peccati.
    Purifichiamoci tutti
    nell’acqua e nello Spirito.



    Ultima modifica di Cantore Inveruno; 15-01-2023 alle 13:49

Discussioni Simili

  1. Nuovo Lezionario, Evangeliario e Messale ambrosiano
    Di lucpip nel forum Liturgia Ambrosiana
    Risposte: 892
    Ultimo Messaggio: 24-12-2022, 00:43
  2. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 17-11-2008, 09:30
  3. Abito ambrosiano
    Di Aloisius Gonzaga nel forum Dizionario Liturgico
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-03-2008, 10:16
  4. Benvenuto ad Ambrosiano!
    Di Marcianus nel forum Thesaurus Liturgiae
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 14-03-2008, 23:12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>