Lo Staff del Forum dichiara la propria fedeltà al Magistero. Se, per qualche svista o disattenzione, dovessimo incorrere in qualche errore o inesattezza, accettiamo fin da ora, con filiale ubbidienza, quanto la Santa Chiesa giudica e insegna. Le affermazioni dei singoli forumisti non rappresentano in alcun modo la posizione del forum, e quindi dello Staff, che ospita tutti gli interventi non esplicitamente contrari al Regolamento di CR (dalla Magna Charta). O Maria concepita senza peccato prega per noi che ricorriamo a Te.
Pagina 2 di 43 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 422

Discussione: Settimana Liturgica Nazionale

  1. #11
    Iscritto L'avatar di manuele
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    in seminario
    Età
    35
    Messaggi
    81
    Avete visto la stola indossata dal card. Tettamanzi...
    .....la riconoscete?



    Adveniat regnum tuum

  2. #12
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    1,072
    Originally posted by Napoleone@Aug 4 2006, 05:36 PM
    I relatori sono uno meglio dell'altro. La relazione migliore, per ovvi motivi, suppongo sarà quella di Spezzibottiani.
    Muor giovane chi è caro al cielo; e le carogne incompetenti rimangono per confondere e disgustare i buoni.
    Ultima modifica di Ambrosiano; 01-08-2018 alle 17:32

  3. #13
    Originally posted by manuele@Aug 22 2006, 09:44 AM
    Avete visto la stola indossata dal card. Tettamanzi...
    .....la riconoscete?
    La usò anche il cardinale Saraiva Martins, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, per la cerimonia di beatificazione di Luigi Monza e Luigi Biraghi
    www.chiesadimilano.it

    Altrettanto degna di nota l'assenza di entrambi i cerimonieri dell'Arcivescovo di Milano, sia il titolare sia il vice (quest'ultimo però terrà una relazione durante la settimana). Casualità o presa di distanza dal modo in cui verrà considerata la liturgia in questi giorni?
    Mons Mellera per me non ci andava neanche se lo pagavano... non mi sembra il suo ambiente.
    Ultima modifica di Ambrosiano; 01-08-2018 alle 17:33

  4. #14
    Impegniamoci a un serio rispetto delle norme liturgiche Martini-Attirerò tutti a me-n.82

  5. #15
    ok, ma di che ordine?
    Impegniamoci a un serio rispetto delle norme liturgiche Martini-Attirerò tutti a me-n.82

  6. #16
    non sono ne cavalieri di Malta ne del S. Sepolcro, ne Mauriziani ne di S. Girogio...
    altri ordini non me ne vengono in mente.
    Impegniamoci a un serio rispetto delle norme liturgiche Martini-Attirerò tutti a me-n.82

  7. #17
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,139
    LETTERA DELL’EM.MO CARD. ANGELO SODANO AI PARTECIPANTI ALLA 57a SETTIMANA LITURGICA NAZIONALE ITALIANA (VARESE, 21 - 25 AGOSTO 2006)

    Pubblichiamo di seguito la Lettera che l’Em.mo Card. Angelo Sodano, Segretario di Stato, ha inviato - a nome del Santo Padre - a S.E. Mons. Luca Brandolini, Vescovo di Sora-Aquino-Pontecorvo e Presidente del Centro di Azione Liturgica, in occasione della 57a Settimana Liturgica Nazionale Italiana, sul tema "Celebriamo Gesù Cristo, speranza del mondo" (Varese, 21 - 25 agosto 2006):


    LETTERA DEL CARD. ANGELO SODANO

    Eccellenza Reverendissima,

    sono lieto di trasmettere il saluto cordiale del Sommo Pontefice a Lei, ai promotori ed ai partecipanti alla 57ª Settimana Liturgica Nazionale, che si terrà a Varese sul tema "Celebriamo Gesù Cristo, speranza del mondo". Questo annuale appuntamento costituisce una tappa di preparazione al prossimo Convegno Ecclesiale della Chiesa Italiana che si terrà a Verona e che sarà occasione di rinnovata consapevolezza e responsabilità pastorale a servizio del Vangelo.

    Riflettere sul significato della celebrazione liturgica come fonte di speranza per tutti, è porre l’attenzione sull’evento della morte e resurrezione di Cristo, fondamento della nostra speranza. Afferma l’apostolo Pietro: "Sia benedetto Dio e Padre nostro Gesù Cristo; nella sua grande misericordia egli ci ha rigenerati, mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, per una speranza viva, per un’eredità che non si corrompe, non si macchia e non marcisce" (1 Pt 1,3-4). Sì, il Risorto è la sorgente della nostra speranza ed ogni celebrazione immette nel cuore dell’uomo quel mistero di speranza pienamente realizzato in Cristo. E’ pertanto suggestivo il tema del vostro Convegno, poiché indica come, attraverso la celebrazione liturgica, l’uomo inserito nel Mistero pasquale viene trasfigurato dal Risorto. La preghiera allora apre la nostra vita al progetto di Dio e ci spinge a farci docili strumenti nelle sue mani per trasformare il modo di vivere e conseguentemente la storia del nostro ambiente. La celebrazione liturgica abbraccia così i vari aspetti dell’esistenza: il mondo degli affetti e delle relazioni, la fragilità e le debolezze condivise, l’esperienza del lavoro e del riposo, sempre proclamando il primato dell’amore di Dio.

    Nella Sua prima Lettera enciclica Deus caritas est il Santo Padre Benedetto XVI scrive: "Nella liturgia della Chiesa, nella sua preghiera, nella comunità viva dei credenti, noi sperimentiamo l’amore di Dio, percepiamo la sua presenza e impariamo in questo modo anche a riconoscerla nel nostro quotidiano" (n. 17). L’esperienza della bontà di Dio nella liturgia diventa rinnovamento del dono della speranza. La celebrazione liturgica, liberando il cuore dell’uomo dalle angustie quotidiane, dona nuova fiducia; il momento celebrativo comunica la gioia di sperare in un mondo migliore, di vivere nella Chiesa, di essere amati da Dio e di poterlo riamare, di essere perdonati e salvati. Per questo il credente va aiutato a comprendere che per custodire, ravvivare, testimoniare, comunicare la speranza deve ritornare a celebrare, a contemplare Gesù, il Risorto.

    Sua Santità auspica che la 57ª Settimana Liturgica Nazionale di Varese sottolinei, attraverso i suoi momenti di riflessione e di preghiera, come la speranza cristiana sia alimentata dall’azione celebrativa – che è azione di Dio – azione che continuamente ci immerge nella Pasqua di Cristo, fonte di ogni speranza. Mentre assicura la Sua preghiera per il pieno successo dei lavori, il Sommo Pontefice invoca su tutti i presenti all’incontro la materna protezione di Santa Maria del Monte e imparte a Lei, venerato Fratello, all’Arcivescovo di Milano il Cardinale Dionigi Tettamanzi, ai relatori e ai partecipanti una speciale Benedizione Apostolica.

    Nell’unire il mio personale saluto ed augurio, profitto della circostanza per confermarmi

    Suo dev.mo nel Signore
    Angelo Card. Sodano
    Segretario di Stato

    [01176-01.01] [Testo originale: Italiano]

    [B0416-XX.02]


    fonte: Sala Stampa della Santa Sede
    Oboedientia et Pax

  8. #18
    Moderatore Globale L'avatar di Vox Populi
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    casa mia
    Messaggi
    61,139
    Originally posted by Cardinale Bellarmino@Aug 24 2006, 09:15 PM
    Poi è apparso un sacerdote che, dall'ambone ha detto, che "Il Nostro Arcivescovo, Sua Eminenza il Cardinale Dionigi Tettamanzi, ha concesso a Colui che presiederà questa Celebrazione, Sua Eccellenza Monsignore Piero Marini, Arcivescovo Maestro delle Celebrazioni del Santo Padre, di celebrare con tutte le insegne proprie del Metropolita di Milano nella celebrazione dei Vesperi,
    Chissà come la prenderà Mons. Giudici quando lo verrà a sapere, lui ha dovuto officiare in piviale l'altra sera :P

    p.s.: il pastorale che ha usato Mons. Marini l'hanno usato anche i Cardinali Levada, Nicora e Poletto nelle messe di questi giorni.
    Ultima modifica di Ambrosiano; 01-08-2018 alle 17:34
    Oboedientia et Pax

  9. #19
    utente cancellato
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    1,072
    Originally posted by Vox Populi+Aug 25 2006, 12:53 AM--></div><table border='0' align='center' width='95%' cellpadding='3' cellspacing='1'><tr><td>QUOTE (Vox Populi @ Aug 25 2006, 12:53 AM)</td></tr><tr><td id='QUOTE'> <!--QuoteBegin-Cardinale Bellarmino@Aug 24 2006, 09:15 PM
    Poi è apparso un sacerdote che, dall'ambone ha detto, che "Il Nostro Arcivescovo, Sua Eminenza il Cardinale Dionigi Tettamanzi, ha concesso a Colui che presiederà questa Celebrazione, Sua Eccellenza Monsignore Piero Marini, Arcivescovo Maestro delle Celebrazioni del Santo Padre, di celebrare con tutte le insegne proprie del Metropolita di Milano nella celebrazione dei Vesperi,
    Chissà come la prenderà Mons. Giudici quando lo verrà a sapere, lui ha dovuto officiare in piviale l'altra sera :P

    p.s.: il pastorale che ha usato Mons. Marini l'hanno usato anche i Cardinali Levada, Nicora e Poletto nelle messe di questi giorni. [/b][/quote]
    Questo Pastorale, se la vista non mi inganna, mi pare che riprenda - nel "nodo" i motivi scultorei dell'orrenda mensa, ambone e sede recentemente installati nella Basilica di Varese
    Ultima modifica di Ambrosiano; 01-08-2018 alle 17:34

  10. #20
    Scusate di nuovo.
    Ho veduto dalle foto l'altare "nuovo".
    Mi ricorda tantissimo quello che hanno fatto a Loreto.
    Che orrore!
    Anche la croce accanto all'altare e persino il blocco che regge la croce.
    Viva Oristano !
    Ultima modifica di Ambrosiano; 01-08-2018 alle 17:34

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
>